Navigation

Inhaltsbereich

Nei Grigioni la popolazione registra una crescita superiore alla media

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Giusta i primi risultati provvisori del censimento della popolazione 2000 i Grigioni contano 187 800 abitanti. Rispetto al 1990 ciò corrisponde ad un aumento pari a 14 000 persone, ossia all'otto percento. Tra le regioni del Cantone vi sono notevoli differenze.
Dal 1970 al 2000 il numero di abitanti della Svizzera e dei Grigioni è aumentato del 16 percento. Nel corso degli anni lo sviluppo non è invece sempre stato il medesimo. Negli anni '70 la Svizzera ed i Grigioni hanno registrato una crescita modesta pari all'1,5 percento. Tra il 1980 ed il 1990 la crescita della popolazione è stata notevolmente superiore. Con il 5.6 percento i Grigioni sono rimasti chiaramente al di sotto della media svizzera pari all'otto percento. Negli anni '90 si è verificato il contrario: con l'otto percento i Grigioni hanno registrato un netto aumento rispetto alla Svizzera (sei percento). Ciò è tanto più degno di nota, in quanto solo pochi cantoni hanno registrato una forte crescita tra il 1990 ed il 2000 rispetto al decennio precedente.
L'andamento positivo, intervento dal 1990 in poi, non è stato lineare. Fino al 1994 gli elevati incrementi delle migrazioni hanno condotto a un forte aumento della popolazione. Dal 1995 in poi il bilancio migratorio è stato negativo ed anche le eccedenze dal lato delle nascite sono calate leggermente. Ne è scaturito che il numero di abitanti è mutato solo di poco nella seconda metà del decennio. Questo quadro collima con lo sviluppo sul piano nazionale. Dopo il 1990 il punto chiave della crescita ha riguardato dapprima le regioni di campagna, per poi spostarsi negli spazi occupati dalle agglomerazioni.

Un po' più di persone dall'estero
Il numero delle straniere e degli stranieri è aumentato dal 1990 di circa 3 000 unità per soffermarsi a quota 26 000. La loro quota commisurata alla popolazione complessiva è passata dal 13.3 percento al 14 percento. Il maggior gruppo è costituito tuttora dagli italiani, quantunque la loro quota si sia ridotta dal 34 al 24 percento, seguito, in ragione della metà circa della quota, dagli ex jugoslavi, dai portoghesi e dai tedeschi.

Pochi cambiamenti nello stato civile
Il 47 percento della popolazione concerne le persone coniugate, il 43 percento quelle non coniugate ed il sei percento quelle vedove. Tutti questi valori sono leggermente inferiori rispetto a dieci anni fa. Questi cambiamenti vengono compensati da un forte aumento della quota delle persone divorziate, che è passata dal tre al 4.5 percento. Siccome la popolazione è aumentata complessivamente, ciò corrisponde ad un incremento delle persone divorziate di oltre la metà.

Differenze regionali
Delle 15 regioni sei hanno superato la crescita cantonale dell'otto percento. Le seguenti Regioni hanno registrato un aumento superiore al dieci percento: Engadina Alta, Schanfigg, Hinterrhein e Prettigovia. Solo una leggera crescita è risultata in Bregaglia, a Davos nonché in Mesolcina e in Valposchiavo. La Val Monastero e la Val Calanca hanno accusato un calo degli abitanti. Le rimanenti regioni si sono sviluppate analogamente al Cantone.
Un diverse regioni i posti di lavoro rilevati nelle aziende hanno fatto registrare un andamento molto differente rispetto a quello della popolazione. I dati concernenti i pendolari, una volta disponibili, renderanno più comprensibili queste differenze.

Organo: Ufficio per l'economia e il turismo dei Grigioni
Fonte: it Statistica
Neuer Artikel