Navigation

Inhaltsbereich

Il Governo approva il nuovo accordo sul progetto "sportello virtuale"

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Nei Grigioni il nuovo accordo tra la Confederazione ed i cantoni sul progetto Internet "sportello virtuale" è andato in porto. Esso regola nel 2003 e nel 2004 la fase operativa e di sviluppo nonché il finanziamento del hosting (esercizio e support). In base a tale accordo sarà stabilita un'organizzazione più trasparente, delimitando anche le responsabilità degli organi. Nel quadro di questo progetto, il Cantone dei Grigioni verserà nei prossimi due anni 16'000 franchi di tasse all'anno per il hosting. In questi anni, i costi complessivi ammontanti a 1,2 milioni di franchi all'anno per il hosting saranno suddivisi in ragione della metà ciascuno tra la Confederazione ed il Cantone. Ogni cantone dà infatti il proprio contributo secondo una determinata chiave di ripartizione.
In base alle risposte pervenute a seguito della procedura di consultazione, il progetto è stato previamente rielaborato nei settori dello sviluppo di ulteriori applicazioni, della sicurezza, dell'informazione e della comunicazione, del controlling e dell'organizzazione del progetto nonché nel settore della ripartizione dei costi della prima fase operativa e di sviluppo 2003/2004.

EURES-Trans-Tirolia con la partecipazione del Cantone dei Grigioni
Gli Accordi bilaterali offrono alla Svizzera la possibilità di partecipare ai cosiddetti progetti EURES. EURES è un'iniziativa avviata dall'Unione Europea a favore della promozione dell'occupazione transfrontaliera. Il suo obiettivo è di informare sulle offerte di posti e sulle domande d'impiego nelle zone di confine, di comunicare ai lavoratori e ai datori di lavoro le condizioni lavorative e di vita nel paese confinante e di offrire loro consulenza (diritto sociale, diritto di lavoro, diritto di pensione e diritto tariffario) nonché di contribuire, in base a progetti in comune, alla realizzazione di un mercato di lavoro omogeneo nella zona di confine. Il Governo retico ha deciso di partecipare al progetto EURES-Trans-Tirolia già avviato, poiché uno studio ha rivelato che quest'anno nei Grigioni lavora un migliaio di frontalieri provenienti dal Tirolo e dall'Alto Adige. In Engadina sono inoltre impiegati circa 800 stagionali provenienti dal solo Alto Adige.
Con la partecipazione dei Grigioni al progetto EURES avrà luogo a livello tecnico anche il collegamento con il sistema informatico EURES-Trans-Tirolia già attivato. Tutte le offerte di posti che vengono inserite nei Grigioni nel sistema d'informazione in materia di servizio di collocamento e di statistica del mercato del lavoro (COLSTA) potranno essere gestite online nel Tirolo e nell'Alto Adige e sono a disposizione di tutte le commissioni di lavoro nell'intera area UE/AELS. Il progetto EURES non comporta tuttavia soltanto il collegamento a livello tecnico, ma si basa anche sulla rete di esperti EURES. Quest'ultimi sono in grado o di offrire un consulenza diretta ai lavoratori svizzeri e stranieri che desiderano lavorare in un altro paese o di stabilire i contatti necessari. Toccherà per ultimo alla Confederazione di decidere sulla partecipazione dei Grigioni al progetto EURES.

Stabilite le tariffe massime per l'assistenza di pazienti lungodegenti e di persone anziane
Il Governo grigione ha fissato le tariffe massime per gli utenti dei servizi di cura stazionaria e assistenza di pazienti lungodegenti e di persone anziane, sostenuti finanziariamente dal Cantone. Il margine delle tariffe massime (suddivise per gradi di cura, i cosiddetti gradi BESA) oscilla nel 2003 tra i 100 ed i 190 franchi per giorno di cura e abitante.
Il Governo ha inoltre stabilito sia il contributo cantonale agli enti responsabili di servizi di cura stazionaria e assistenza di pazienti lungodegenti e di persone anziane, sia le tariffe minime per camere singole, per ospiti provenienti da un altro cantone nonché per prestazioni di comfort nelle case di cura e nei reparti di cura negli ospedali sussidiati e riconosciuti dal Cantone.

La Scuola cantonale sarà trasferita lo stesso alla Plessur
Fra otto o dieci anni, l'intera Scuola cantonale di Coira verrà trasferita alla Plessur (area Constantineum). A questa conclusione è giunta la commissione di pianificazione "Potenziamento e risanamento della Scuola cantonale di Coira". Il Governo retico sta svolgendo gli accertamenti necessari. Con tale decisone il Governo desiste dal suo decreto governativo del gennaio 2001, nel quale si era optato per la progettazione del potenziamento necessario della Scuola cantonale sul sedime dell'attuale Scuola magistrale/Constantineum/Münzweg/vecchia fabbrica Willy, ivi compresa anche la costruzione di un locale polivalente e di una mediateca alla Scuola cantonale ubicata alla "Halde".

Dalle regioni e dai comuni
- Nell'ambito del progetto di circonvallazione di Roveredo il Governo ha stanziato un importo di 550'000 franchi per scavi ed analisi archeologici.

Progetti stradali
- Sulla strada cantonale di collegamento Disentis/Mustér - Cavardiras, tratto strada del lucomagno - sbocco della strada industriale, il peso massimo ammesso viene aumentato da 18 a 28 tonnellate e la larghezza massima viene estesa da 2,30 a 2,55 metri.
- Per vari progetti di costruzioni stradali (videocamere, lavori di progettazione e di ampliamento nonché impianto di radiocomunicazione UKW) il Governo ha liberato un importo complessivo di circa 2,5 milioni di franchi.

Affari del personale
- Silvia Hofmann-Conrad, residente a Coira, è stata nominata responsabile dell'Ufficio di coordinamento per questioni di uguaglianza.

Cancelleria dello Stato

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel