Navigation

Inhaltsbereich

Investitori privati entrano a far parte della NetCom Graubünden AG

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
La quota di maggioranza della NetCom Graubünden AG sarà rilevata da investitori privati. Il Governo ha definito, in collaborazione con questi investitori e la Tele Rätia AG, l'iter procedurale e la futura strategia delle due imprese Tele-Rätia AG e NetCom Graubünden.

La NetCom Graubünden AG è una società affiliata alla Tele-Rätia AG. Quest'ultima fu fondata nel 1980 onde permettere alle regioni del Cantone prive di TV via cavo la ricezione di canali televisivi esteri. L'offerta della Tele-Rätia non riesce più a soddisfare le esigenze della popolazione e per questa ragione nel 1999 la Tele-Rätia ha deciso di fondare la NetCom Graubünden AG e di cooperare con la neonata al collegamento via cavo di parti del Cantone. La NetCom ha avviato i lavori nei Comuni di Bonaduz, Rhäzüns, Tamins e St. Moritz.

Nuova strategia
Nella primavera 2001 la Tele-Rätia AG ha presentato al Governo l'intento di collegare via cavo l'intero Cantone. La verifica dei piani commerciali e lo sviluppo tecnologico hanno indotto i responsabili a correggere il tiro. L'obiettivo permane quello di approvvigionare in maniera ottimale e a copertura totale il Cantone con servizi di telecomunicazione e pertanto di incrementare l'attrattiva del luogo. Tuttavia, la strategia globale di entrambe le imprese NetCom Graubünden AG e Tele-Rätia AG non consiste più esclusivamente nel cablaggio, bensì in un'opportuna armonizzazione fra il cablaggio e la tecnologia senza fili DVB-T (digital video broadcasting terretrial). Nelle regioni molto popolose si deve operare un ampliamento limitato delle rete via cavo, nelle altre zone invece va garantita una diffusione radio e televisiva via etere tramite un approvvigionamento DVB-T.

Consorzio di investitori
Nella primavera 2001 il Governo decise di aprire la NetCom Graubünden AG a investitori privati. Nel frattempo è stato possibile contattare aziende competenti interessate ad investire nei lavori di cablaggio. Trattasi di:
- Fischer Management Consultin AG, Lucerna
- PizCom AG, St. Moritz
- Aurax AG, Ilanz
- Südostschweiz Newmedia AG, Coira.
Alla guida di questo consorzio di investitori privati vi è Leo Fischer, il pioniere della TV via cavo in Svizzera nonché ex amministratore delegato della Cablecom. Fischer vanta grande esperienza nel settore del cablaggio. Il presente concetto prevede che il consorzio rilevi la quota maggioritaria e che in una prima fase provveda all'allacciamento via cavo di dodici comuni. Il Governo sostiene questo modo di procedere e si riserva l'opzione di acquistare una quota di minoranza.

Potenziamento dell'approvvigionamento senza fili
Al contempo si deve esaminare, in collaborazione con la Tele-Rätia AG e SRG SSR idée suisse, la possibilità di potenziare l'approvvigionamento senza fili creando un'offerta radiotelevisiva concorrenziale. Al momento si sta valutando l'opzione della cosiddetta tecnologia DVB-T (digital video broadcasting terrestrial).

Sostegno da parte del Cantone
Il Governo è disposto ad appoggiare la strategia. Nel quadro dell'imminente revisione della legge sull'incremento economico verranno elaborate proposte in questo senso.

Organo: Governo
Fonte: it Dipartimento dell'interno e dell'economia pubblica dei Grigioni
Neuer Artikel