Navigation

Inhaltsbereich

Introduzione della libera circolazione delle persone nel Cantone dei Grigioni - Lo statuto stagionale viene abolito

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Con gli Accordi bilaterali entra in vigore il 1° giugno 2002 anche l'Accordo sulla libera circolazione delle persone. Questa introduzione comporta l'abolizione del contestato statuto di stagionale. Per l'economia grigione basata sul turismo, che ha bisogno ogni anno di circa 22'000 permessi per rapporti di lavoro limitati nel tempo, le innovazioni hanno grandi conseguenze.

L'Accordo sulla libera circolazione delle persone verrà introdotto a tappe. Nei primi due vale la cosiddetta priorità indigeni; ciò significa che i datori di lavoro devono concentrare i loro sforzi di reclutamento principalmente sul mercato svizzero del lavoro e collaborare con i centri regionali di collocamento (CRC). Come finora, tutta la manodopera straniera deve essere impiegata alle medesime condizioni salariali e lavorative di quella svizzera. L'osservanza di questo principio viene verificata sulla scorta dei contratti di lavoro che devono essere presentati. Durante i primi cinque anni l'ammis-sione di manodopera dell'UE/AELS rimane contingentata, vale a dire che persistono limitazioni numeriche delle singole categorie di permesso.

Parificazione del trattamento dei cittadini dell'UE/AELS
L'Accordo menzionato è dominato dal principio della parificazione di trattamento. I cittadini provenienti dall'area dell'UE/AELS nonché quelli svizzeri dovranno essere trattati alla pari sui mercati del lavoro di tutti gli Stati firmatari dell'Accordo. Contrariamente all'attuale regolamentazione i cittadini menzionati avranno d'ora innanzi la possibilità di cambiare liberamente il proprio posto di lavoro e domicilio in tutta la Svizzera e di congiungersi ai propri familiari in base a premesse semplificate. I frontalieri non saranno più costretti ad abbandonare il nostro Paese ogni giorno, ma avranno la possibilità di notificarsi come dimoranti infrasettimanali.

Nuova e più favorevole procedura per l'ottenimento del permesso
In vista dell'introduzione della libera circolazione delle persone nel Cantone dei Grigioni la procedura per l'ottenimento del permesso per la manodopera straniera proveniente dal-l'area dell'UE/AELS viene fortemente semplificata. Al posto dell'attuale procedura la manodopera proveniente dagli Stati dell'UE/AELS avrà d'ora innanzi la possibilità di entrare direttamente in Svizzera senza doversi sottoporre prima alla procedura di ammissione. In occasione della notifica presso il comune viene consegnato il modulo di domanda unitamente al contratto di lavoro. Dopo la notifica si può iniziare subito a lavorare.

Nuovi tipi permesso
Lo statuto di stagionale verrà sostituito da un nuovo permesso di dimora per dimoranti temporanei CE, che può essere rilasciato per un'attività lucrativa di 364 giorni al massimo. Questa categoria di permesso è contingentata. Sul piano svizzero sono disponibili 115'500 unità di contingente. Per rapporti di lavoro e di dimora più lunghi viene rilasciato il cosiddetto permesso di dimora CE. Di questo tipo di permesso vi sono a disposizione a livello svizzero 15'000 unità.
L'Accordo sulla libera circolazione consente per il resto anche un'attività lucrativa indipendente per i cittadini dell'UE/AELS.

Più nessun contingente assicurato
I cittadini dell'UE/AELS che dispongono di un contratto di lavoro nel nostro Paese, hanno diritto al rilascio del permesso richiesto. Ciò comporta che i contingenti cantonali non possono più essere garantiti in modo vincolante e che i cantoni a loro volta non possono più garantire i contingenti d'esercizio finora assicurati. I permessi di dimora per dimoranti temporanei con una durata massima di quattro mesi non gravano sul contingente, fatto questo che mitiga la situazione dei contingenti per le zone a regime stagionale.
Dopo un periodo transitorio di due anni non sarà più necessario inviare contratti di lavoro. L'osservanza delle condizioni salariali e lavorative in uso localmente e professionalmente verrà controllata nelle aziende e sui cantieri.

Ampio programma d'istruzione per i datori di lavoro e per i controlli abitanti
Affinché i datori di lavoro possano approfittare il più possibile delle agevolazioni dell'Accordo in parola, il prossimo mese di giugno sono previste numerose manifestazioni d'istruzione ed informazione.

Organo: Dipartimento dell'interno e dell'economia publica
Fonte: it Ufficio per industria, arti, mestieri e lavoro
Neuer Artikel