Navigation

Inhaltsbereich

Sportello virtuale: aumenta il divario tra pretesa e realtà

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Sebbene oltre il 90 percento di tutti i Comuni grigionesi e di tutti gli uffici cantonali siano collegati al cosiddetto sportello virtuale (www.ch.ch), il portale di informazione della Confederazione, del Cantone e dei Comuni è per lo più sconosciuto nei Grigioni. Altrettanto basso è l'effettivo grado di utilizzo e l'effetto di www.ch.ch sui singoli contatti tra le autorità e le cittadine ed i cittadini. Questo è quanto risulta da un'inchiesta effettuata dalla Cancelleria dello Stato nell'estate 2003 al quale hanno partecipato circa il 75 percento dei Comuni grigionesi e circa il 90 percento degli uffici cantonali. Lo sportello virtuale è accessibile in prova a tutti dal febbraio 2003 e nel tardo autunno verrà fatto conoscere meglio al vasto pubblico. La navigazione nel portale di informazione si basa sul cosiddetto "principio della situazione di vita": le informazioni delle singole autorità sono collegate tra loro per mezzo di parole chiave.

In base al progetto originale lo sportello virtuale non deve fornire solo informazioni alle autorità, ma deve consentire procedure elettroniche complete tra i cittadini e le autorità. Per questo sono necessari anche dei cosiddetti assistenti di transazione o servizi Web, che ad esempio identifichino il cliente per via elettronica, permettano pagamenti elettronici o forniscano informazioni sul grado di evasione di una richiesta presentata per via elettronica. Il Governo grigione ha accertato che nei Grigioni vi è un interesse di base ai servizi Web quale offerta Internet completa di Comuni e uffici cantonali. I responsabili del progetto non hanno tuttavia ancora risposto alla domanda circa l'utilità dei servizi Web e dei costi. Non appena queste informazioni di base, inclusi i risultati delle prove pratiche, saranno disponibili, il Governo si esprimerà definitivamente se e come vorrà appoggiare l'ulteriore sviluppo di www.ch.ch dal portale di informazione al portale di transazione. Nel frattempo la Confederazione dovrà chiaramente comunicare se essa potrà attuare lo sviluppo del progetto originariamente previsto nonostante la difficile situazione finanziaria.

I castori benvenuti nei Grigioni
Il Governo grigione appoggia in linea di principio il progetto "Castori Svizzera" dell'Ufficio federale dell'ambiente, delle foreste e del paesaggio. In Svizzera deve essere creata una popolazione di castori in grado di sopravvivere ed i conflitti a ciò correlati devono essere limitati ad una misura sopportabile per tutti gli interessati. I Grigioni si oppongono tuttavia all'intenzione di far finanziare le misure per la protezione dai danni causati dai castori esclusivamente dal Cantone. Come già per la lince, l'orso e il lupo la Confederazione deve rispondere in prima linea anche per i danni causati dai castori. Inoltre analogamente ai progetti "Lince Svizzera" e "Lupo Svizzera" una parte essenziale dell'attuazione verrà delegata al Cantone.

Nei Grigioni non sono ancora presenti popolazioni di castori. Con la rivitalizzazione del Reno alpino ciò sarebbe tuttavia possibile a lungo termine. Il Governo esclude un reinsediamento attivo del castoro a breve e a medio termine.

Contributi cantonali a favore di diverse istituzioni
- Promozione della creazione artistica professionale: il Governo appoggia con 10'000 franchi il progetto "in pursuit of happyness", un'installazione multimediale di Aniko Risch e Duosch Grass nel Kunstraum Engländerbau a Vaduz.
- Nuova costruzione negozio e sistema di teleriscaldamento: il Governo ha approvato per la nuova costruzione del negozio di Stierva incl. riscaldamento integrato alimentato a trucioli per la scuola un aiuto agli investimenti della Confederazione e deciso inoltre un contributo cantonale di circa 28'000 franchi.
- Approvvigionamento idrico: il Governo ha approvato circa 740'000 franchi per la costruzione di un impianto di approvvigionamento idrico e di idranti della cooperativa di approvvigionamento idrico Safien-Hof e per l'ampliamento e il rinnovo dell'impianto di approvvigionamento idrico di Vignogn. Di questi circa 42'000 franchi per la tappa 2004 di Vignogn.
- Nuovo marciapiede: nella frazione di Leis a Mesocco può venire costruito il nuovo marciapiede. Il contributo cantonale ammonta a circa 30'000 franchi.
- Nuovo centro sportivo: il Governo ha approvato in linea di principio il progetto per la costruzione di un centro sportivo con campo adatto ad ogni condizione meteorologica e impianto per il salto in lungo a Sumvitg e per questo accordato un contributo cantonale di circa 85'000 franchi.
- Risanamento: il contributo cantonale per la trasformazione e il risanamento della casa per il personale e l'edificio dell'internato di Coira ammonta a circa 1,3 milioni di franchi.
- Contributi Sport-Toto: il FC Untervaz e l'Engadin Ruderclub SMRC di St. Moritz ricevono in totale circa 4'000 franchi.

Progetti stradali
- Sulla strada dello Julier (Crap Sés) e sulla Tschiertscherstrasse (Ricardei, Lehnenbrücke Steinbachwald) verranno eseguite opere da capomastro-costruttore per circa 2,6 milioni di franchi. Il Governo ha approvato entrambi i progetti.

Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel