Navigation

Inhaltsbereich

Il progetto d'intervento grigionese contro la violenza domestica è stato avviato con la prima tavola rotonda

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Dopo che il 1° settembre 2003 si è potuto dare l'avvio al progetto d'intervento grigionese contro la violenza domestica sotto la direzione dell'Ufficio di coordinamento per questioni di uguaglianza, ultimamente si è tenuta la prima tavola rotonda.

La Consigliera di Stato Eveline Widmer-Schlumpf ha dato il benvenuto alle ed ai rappresentanti delle autorità e delle organizzazioni interessate, che sono state invitate alla tavola rotonda dall'Ufficio di coordinamento per questioni di uguaglianza del Cantone dei Grigioni. Nel suo discorso la Consigliera di Stato ha richiamato l'attenzione dei presenti sullo studio Interreg "... perché le pareti non possono parlare". Da questo studio emerge che nei Grigioni sussiste una necessità di recupero in merito alla sensibilizzazione contro la violenza domestica e delle possibilità di miglioramento della collaborazione tra autorità ed organizzazioni. Il progetto d'intervento, che è stato finora introdotto in 10 Cantoni e città, sarebbe un efficace strumento per migliorare la gestione di questa impegnativa problematica. Soltanto chiare strategie d'azione ed una collaborazione interdisciplinare potrebbero contenere la violenza domestica e al contempo segnalare che la non tolleranza della violenza non si ferma sulla porta di casa.

Alla tavola rotonda hanno partecipato la Polizia cantonale, la Polizia della città di Coira, il Tribunale distrettuale Plessur, l'Autorità tutoria di Rhäzüns, l'Ufficio di consulenza per l'aiuto alle vittime dei Grigioni, il Servizio sociale regionale Prettigovia/Herrschaft/Fünf Dörfer, la Casa della donna dei Grigioni, una rappresentante delle donne immigrate, la Polizia degli stranieri e la Procura pubblica. La tavola rotonda è l'organo più importante del progetto e intende analizzare e migliorare le strategie d'intervento da parte della autorità e delle organizzazioni. Proprio in vista della prevista ufficializzazione della violenza domestica nella legislazione penale e nella nuova Legge sulla polizia in fase di consultazione, che prevede l'allontanamento degli autori di violenza, bisogna trovare nuove forme di realizzazione. Nella fase di progetto, che durerà tre anni, la tavola rotonda si terrà da quattro a sei volte sotto la direzione dell'Ufficio di coordinamento per questioni di uguaglianza. La moderazione delle sedute sarà affidata all'esterno.

Organo: Ufficio di coordinamento per questioni di uguaglianza
Fonte: it Ufficio di coordinamento per questioni di uguaglianza
Neuer Artikel