Navigation

Inhaltsbereich

Votazione popolare cantonale del 30 novembre 2003: "Rimettere in sesto le finanze cantonali"

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Stefan Engler, Presidente del Governo

Vi sono tempi in cui tutto cambia. Dapprima ci se ne accorge appena. E quando tutti se ne accorgono, si è di regola già persa la possibilità di adeguarsi per tempo. Si deve quindi cambiare prima che la maggior parte delle persone si accorga che si deve cambiare.
Questo è proprio quanto avviene oggi con il deficit dell'ente pubblico. Una volta che l'ente statale è indebitato, non è più in grado di configurare il futuro della società. Esso gode di scarsa fiducia tra le cittadine ed i cittadini, negli ambienti economici e tra gli investitori e, forse la cosa peggiore, provoca obblighi materiali di politica finanziaria per le generazioni future.
La dichiarazione di principio di voler risanare il bilancio statale viene presto fatta. Quando però si tratta di metterla in pratica, tutti riescono con argomenti validi o di facciata a dimostrare che risparmiare è giusto, ma che farlo proprio qui è la via sbagliata. Voler risanare il bilancio statale è un compito complesso quanto difficile, ma soprattutto impopolare. Lo si può realizzare soltanto con la volontà e la disponibilità comuni di abbandonare le posizioni massimaliste e di cercare compromessi sostenibili. Dobbiamo reimparare a cavarcela con i mezzi a disposizione.

L'illusione del risparmio indolore
Il Governo ed il Parlamento non si sono accontentati dei discorsi sulla necessità del pareggio dei conti. No, con coraggio hanno agito in modo lungimirante, decidendo un pacchetto di oltre 200 misure per sgravare il bilancio dello Stato. A partire dal 2004 questo pacchetto di riforma, che poggia su un'ampia base, intende soprattutto ridurre i costi, aumentare in modo mirato determinate entrate e mettere in questione strutture consolidate anche all'interno dell'Amministrazione cantonale. Per la realizzazione dell'intero pacchetto di misure che deve rimettere in sesto il bilancio cantonale, è necessaria una parziale revisione delle leggi cantonali. Il 30 novembre di quest'anno noi grigionesi voteremo su una prima parte di questi adeguamenti legislativi. Il Governo suggerisce di approvare integralmente gli adeguamenti legislativi sostenuti dal Gran Consiglio. Con l'accettazione delle 10 proposte di legge esprimiamo di non voler continuare a vivere "a scrocco" e al di sopra delle nostre possibilità.

Risparmiare conviene
Ammetto che risparmiare può a tratti essere doloroso, se abitudini che ci stanno a cuore vengono improvvisamente messe in discussione. Ma proprio qui sta l'opportunità di interrogarsi su vecchie abitudini. Vale la pena impegnarsi per uno Stato produttivo e finanziariamente sano che per le sue cittadine ed i suoi cittadini crea spazi per la configurazione della vita sociale. Per questo motivo il pacchetto di risparmio è anche un progetto per il futuro per il quale vale la pena impegnarsi.

Organo: Governo
Fonte: it Governo
Neuer Artikel