Navigation

Inhaltsbereich

Le franchigie possono essere innalzate

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
La Confederazione propone una revisione dell'"Ordinanza del 27 giugno 1995 sull'assicurazione malattie" OAMal. Le modifiche più significative interessano le riserve delle casse, i laboratori, le franchigie, le franchigie annue opzionali ed i relativi sconti sui premi.

Grazie a riserve minime unitarie si vuole in particolare conferire alle casse di piccole e medie dimensioni un maggiore margine d'azione nella determinazione dei premi. L'OAMal riveduta intende porre un freno anche a certi eccessi nel settore dei laboratori, affinché gli sconti di analisi eseguite in cosiddetti grandi laboratori non possano più essere negati alle casse ed agli assicurati.

La franchigia ordinaria dovrà essere innalzata da 230 a 300 franchi e la partecipazione massima da 600 a 800 franchi; ciò in seguito all'aumento dei costi registrato dal 1996. La nuova OAMal vuole infine ridurre gli sconti massimi sui premi. Gli sconti sui premi finora in vigore erano nel loro totale maggiori ai costi supplementari di cui l'assicurato si doveva fare carico sulla base della franchigia variabile da lui scelta.

Il Governo retico può in linea di massima approvare la revisione parziale dell'OAMal. Nella sua presa di posizione all'Ufficio federale delle assicurazioni sociali si esprime in modo critico in merito all'innalzamento della partecipazione ai costi da parte degli assicurati (franchigie, franchigie variabili e partecipazione). Il Governo dubita che lo sviluppo dei costi nel settore sanitario possa con ciò essere significativamente influenzato. Con la diminuzione dei relativi sconti sui premi le franchigie elevate perdono inoltre la loro attrattiva. L'OAMal riveduta dovrebbe entrare in vigore il 1° gennaio 2004.

Atti legislativi cantonali sugli appalti pubblici sottoposti ad un'ampia revisione
Il Governo grigione ha inviato in consultazione la revisione totale della Legge sugli appalti pubblici, la relativa Ordinanza sugli appalti pubblici nonché la decisione d'Adesione al Concordato intercantonale sugli appalti pubblici CIAP riveduto.

La ragione principale per una revisione delle attuali disposizioni in materia di appalti pubblici è costituita dall'Accordo bilaterale sugli appalti pubblici tra la Svizzera e l'UE. Per l'attuazione di questo trattato internazionale la Conferenza svizzera dei direttori delle pubbliche costruzioni, della pianificazione del territorio e della protezione dell'ambiente ha varato un nuovo CIAP che rinuncia alla separazione finora in uso tra il mercato internazionale e quello nazionale. Il CIAP riveduto disciplina a titolo di novità non solo il mercato internazionale, ma anche singoli aspetti nei settori non contemplati dai trattati internazionali.

Per questo motivo, anche la revisione delle disposizioni cantonali prevede la rinuncia alla separazione finora in vigore tra il settore del mercato interno e quello dei trattati internazionali a favore di una concentrazione delle disposizioni. Ciò porta ad un'ampia revisione del diritto cantonale sugli appalti pubblici. Il disegno della Legge sugli appalti pubblici propone tra l'altro anche un innalzamento dei valori soglia finora applicati. I valori attualmente in vigore, che permettono l'aggiudicazione di una commessa per incarico diretto senza obbligo per il committente di richiedere offerte di paragone, dovrebbero infatti venire raddoppiati.

L'Ordinanza sul passaggio parifica "orale" e "scritto"
Il Governo ha approvato la revisione parziale dell'"Ordinanza sulla procedura di passaggio alla scuola popolare di grado superiore (Ordinanza sul passaggio)". L'Ordinanza prevede a titolo di novità l'equiparazione delle singoli parti dell'esame - orale, scritto - nella valutazione globale dell'esame. Per questo motivo, la suddivisione in esami scritti ed esami orali non viene più menzionata esplicitamente. Nella nuova Ordinanza si distingue inoltre tra allievi di scuola elementare ed allievi di scuola di avviamento pratico.

Il Governo raccomanda l'accettazione dell'accordo KWZ
In relazione ad un eventuale riscatto degli impianti della centrale idroelettrica Zervreila i comuni concessionari, il Cantone e la Kraftwerke Zervreila AG KWZ hanno negoziato a metà aprile 2003 un accordo extragiudiziale che è stato approvato dalla KWZ e dai suoi azionari (SN Energie, ATEL e NOK). Il Governo raccomanda ai comuni concessionari della KWZ di approvare anch'essi l'accordo.

Nei tratti fondamentali l'accordo prevede la rinuncia da parte dei comuni e del Cantone ad esercitare il diritto di riscatto. Quale controprestazione i comuni concessionari ed il Cantone beneficiano di un'indennità nonché di una partecipazione gratuita dal punto di vista finanziario ed energetico-economico alla Kraftwerke Zervreila AG KWZ.

Continua la ricostruzione dopo le intemperie 2002
Fino al 2006 il Governo intende investire, in una prima tappa d'esecuzione, circa 1,4 milioni di franchi per il ripristino ed il risanamento di sentieri ed arginature in seguito alle intemperie dell'autunno 2002. In questi settori si sono registrate in totale 206 notifiche di danni. La somma complessiva dei danni ammonta a circa 5,8 milioni di franchi.

Anche nei Comuni di Langwies, Alvaneu, Schlans, Molinis, Pagig e St. Peter si avviano progetti di ripristino e di risanamento in seguito alle intemperie. Il sussidio cantonale ammonta in questo caso a circa 540'000 franchi, mentre le spese ammontano complessivamente a 2,2 milioni di franchi.

Affari del personale
Flurin Caviezel, Coira, è stato nominato docente di scuola media superiore presso la Scuola cantonale.

Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel