Navigation

Inhaltsbereich

Il programma di risparmio 2003 della Confederazione colpisce duramente i Grigioni

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
GOVERNO GRIGIONE CONTRARIO AL DISCARICO DEGLI ONERI

Il Cantone dei Grigioni rivendica adeguamenti mirati al pacchetto di alleggerimento 2003 della Confederazione. In particolare il Governo grigione non intende accettare in nessun caso il discarico diretto degli oneri finanziari sui Cantoni. Ciò colpirebbe in misura eccessiva i Cantoni periferici ed alpini. Di principio il Cantone dei Grigioni sostiene tuttavia in gran parte il programma di alleggerimento 2003.

I Grigioni riconoscono che il deficit strutturale della Confederazione dell'ordine di 3,5 miliardi di franchi non è sostenibile a lungo termine. Un bilancio federale equilibrato è di capitale importanza in particolare per i Cantoni con quote relativamente elevate di entrate provenienti da fondi federali.

Fino all'introduzione della Nuova impostazione della perequazione finanziaria e dei compiti tra Confederazione e Cantoni (NPC) nel 2007, deve essere assolutamente eliminato il deficit strutturale della Confederazione. La realizzazione della NPC non deve essere associata alle misure di risanamento della Confederazione e dei Cantoni.

Pacchetto fiscale insostenibile
Estremamente problematiche si rivelano in tale contesto le decisioni prese dal Parlamento federale concernenti il pacchetto fiscale della Confederazione. Tale pacchetto colpisce i Cantoni direttamente e in misura superiore rispetto al programma di alleggerimento 2003. Con l'"imposizione della proprietà d'abitazione" a partire dal 2008 i Cantoni ed i Comuni devono fare i conti con un ulteriore minor gettito fiscale di un miliardo di franchi. Questo pacchetto fiscale è insostenibile.
Il Governo grigione identifica quattro vizi principali fondamentali nel programma di alleggerimento 2003 presentato per le finanze federali:

- Diverse misure conducono a discarichi diretti degli oneri sui Cantoni.
- Il pacchetto di misure colpisce i Cantoni periferici ed alpini più duramente degli altri. La causa di questa situazione sono soprattutto le misure nei settori strade, trasporti pubblici, economia forestale ed energia.
- Diverse misure nei settori dei compiti comuni sono troppo poco concordate e coordinate con i servizi d'esecuzione cantonali.
- La trasparenza è insufficiente per una valutazione conclusiva del pacchetto globale. Manca un bilancio sulle conseguenze delle misure per i singoli Cantoni. Nel settore della formazione non sono ancora state allestite proposte concrete di misure.

Perdite di miliardi per i Cantoni
La Confederazione parte dal presupposto che i Cantoni non debbano in fin dei conti assumersi spese supplementari con il programma di alleggerimento 2003. Il Governo grigione per contro si aspetta che i Cantoni ed i Comuni si vedranno confrontati con spese supplementari di centinaia di milioni di franchi. In combinazione con le minori entrate provocate dal pacchetto fiscale 2001 per i Cantoni ne risultano perdite di miliardi.

Particolarmente doloroso per i Grigioni è la riduzione dei contributi stradali. Dei previsti 40 milioni di franchi il Cantone dei Grigioni ne riceverà a malapena il dieci percento. Qualora la Confederazione dovesse, come progettato, imporre il pacchetto di alleggerimento 2003 nonostante gli interventi dei Cantoni in tale settore, le aliquote federali per il settore stradale dovranno essere garantite nel migliore dei modi nell'ambito della Nuova impostazione della perequazione finanziaria e dei compiti tra Confederazione e Cantoni (NPC), e con il piano settoriale "Strada".

Altrettanto incisivo è il pacchetto di alleggerimento 2003 nel settore del traffico pubblico regionale. In questo contesto per i Grigioni si delinea una riduzione annua dei contributi federali pari a circa cinque milioni di franchi, riduzione che nei Grigioni potrebbe comportare ad esempio la riduzione dell'offerta di bus del 20 fino al 30 percento o la soppressione di una linea di bus su cinque. Il traffico pubblico regionale non può essere escluso dalle misure di risparmio; nel nostro esteso Cantone si aggiungono pertanto anche le riduzioni dei contributi all'imposta sugli oli minerali. Il cumulo di queste due misure non è più sostenibile.

L'economia forestale viene strangolata
Con le previste riduzioni dei contributi del 30 percento nel settore forestale l'economia forestale viene strangolata a tutti gli effetti. I tagli massicci si ripercuotono in maniera incisiva sulla cura dei boschi di protezione che così non può più essere garantita. Il conto di queste riduzioni dei sussidi si presenterà sotto forma di costi notevolmente più elevati per la sistemazione di nuovi danni.

Il programma di alleggerimento 2003 della Confederazione nel settore energia arriva al punto che i Grigioni sarebbero costretti a congelare ampiamente il loro programma estremamente efficace di promozione per i risanamenti di edifici ed il miglioramento di processi industriali ed artigianali. Il programma "EnergiaSvizzera", a cui la Confederazione intende sottrarre totalmente i sussidi, costituisce tra l'altro il fulcro dell'attuazione dell'incarico costituzionale che prescrive ai Cantoni di impegnarsi a favore di un consumo energetico parsimonioso e razionale.

Vals: la casa di cura propria diventa realtà
Il 1° luglio 2003 il Comune di Vals potrà aprire una propria unità di cura a sei letti. Il Governo ha deciso di inserire l'unità di cura nella "Liste der Langzeiteinrichtungen" (elenco delle case di cura).

Dai comuni e dalle regioni
- Il Governo ha rilasciato agli organizzatori del "Swiss-Bike-Masters" l'autorizzazione a percorrere l'itinerario previsto nel piano del percorso durante i tre giorni della manifestazione dal 18 fino al 20 luglio 2003.

Progetti stradali
- Il Governo ha stanziato un credito di circa 30 milioni di franchi per il cunicolo di fuga nella galleria Gotschna (circonvallazione di Klosters).

Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel