Navigation

Inhaltsbereich

Assegni familiari: ora tocca al Parlamento

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
IL GOVERNO APPROVA LA LEGGE CANTONALE SUGLI ASSEGNI FAMILIARI
Il Governo sottopone al Parlamento la nuova legge cantonale sugli assegni familiari (LAF). La nuova regolamentazione ha riguardo per i quadri familiari moderni e non presuppone più un'occupazione a tempo pieno per la riscossione di assegni interi per i figli. Nuovo è anche il conguaglio degli oneri tra le varie casse per gli assegni familiari.

Oggi chi cresce da solo un figlio lavorando con un grado di occupazione inferiore al 50 percento ha diritto soltanto ad una parte degli assegni per i figli; mentre ad esempio coppie che vivono in concubinato o famiglie con figli adottivi addirittura non ricevono niente. A titolo di novità chi lavora a tempo parziale riceverà un intero assegno già a partire da un grado di impiego del 20 percento. Due o più tempi parziali inferiori al 20 percento possono essere sommati.

Ampiamente soddisfatto il principio "ad ogni figlio un assegno"
Il nuovo progetto di legge tiene inoltre conto anche delle effettive condizioni familiari. Tutti i figli al cui sostentamento (cura ed educazione, rispettivamente versamenti di denaro) si provvede "in misura preponderante" danno diritto agli assegni per chi ne detiene la custodia ("allacciamento sussidiario al mantenimento"). La considerazione delle effettive condizioni familiari e l'abolizione di assegni parziali insieme soddisfano ampiamente il principio "ad ogni figlio un assegno", richiesto da più parti. Nemmeno la nuova legge può evitare i casi limite. Questi però possono e devono essere gestiti dagli uffici di assistenza dei comuni. In queste situazioni l'Ufficio del servizio sociale garantisce il minimo esistenziale.

Il conguaglio degli oneri tra le diverse casse di compensazione per gli assegni familiari deve in particolare sgravare le casse che mostrano una struttura sfavorevole degli affiliati. Finora queste casse dovevano riscuotere aliquote contributive elevate e potevano di regola fornire solo le prestazioni minime. Nell'insieme il conguaglio degli oneri non porta ad un aumento dei contributi da parte dei lavoratori e dei datori di lavoro. Per contro le aliquote contributive e le prestazioni di tutte le casse si allineano. Nuove casse private per gli assegni familiari secondo la nuova legge non possono tuttavia più essere costituite nei Grigioni.

Indipendenti: il contributo rimane volontario
Nel nuovo progetto il Governo ha tenuto conto di diverse richieste emerse nel corso della consultazione. Esso rinuncia in particolare all'assoggettamento obbligatorio di tutti coloro che esercitano un'attività lucrativa indipendente. Dal punto di vista formale si rinuncia inoltre all'attuale ordinanza d'esecuzione del Gran Consiglio.

Per il Cantone la nuova legge è neutrale dal punto di vista dei costi. I comuni, rispettivamente i loro servizi sociali vengono invece finanziariamente sgravati con il versamento integrale degli assegni per i figli già a partire da un grado di impiego del 20 percento.

Legge sulla polizia: una chiara regolamentazione crea fiducia
Il Governo ha posto in consultazione il disegno della nuova legge sulla polizia. In questo modo il margine di manovra della polizia grigionese viene chiaramente definito e la fiducia nell'attività e nell'operato della polizia vengono ulteriormente rafforzati.

Concretamente si tratta di compiti ed organizzazione, nonché della definizione delle competenze tra Polizia cantonale e polizie comunali. Vengono inoltre definita la collaborazione con altri corpi di polizia, con la Confederazione e con organi privati di sicurezza e disciplinate a livello di legge le cosiddette "misure di coercizione di polizia", compreso l'uso delle armi da fuoco. La legge disciplina infine anche le questioni della protezione giuridica di persone interessate da azioni di polizia. La consultazione durerà fino alla fine di settembre 2003.

Il trattamento a base di eroina si è dimostrato valido
Il trattamento a base di eroina dei tossicodipendenti verrà definitivamente introdotto nei Grigioni. Al termine del periodo di prova di tre anni, il Governo intende proseguire il concetto d'esercizio e mantenere i 30 posti di terapia nella Neumühle di Coira. La responsabilità compete ai Servizi psichiatrici dei Grigioni.

Il Servizio per la protezione del bambino continuerà la sua attività
Dopo un periodo di prova di tre anni l'Ufficio cantonale di consulenza per la protezione del bambino verrà mantenuto. Il "Servizio per la protezione del bambini" è insediato presso l'Ufficio del servizio sociale dei Grigioni e occupa collaboratori per un grado di occupazione del 160 percento.

Entra in vigore la riveduta ordinanza d'esecuzione sul diritto degli stranieri
Con effetto al 1° agosto 2003 entra in vigore la riveduta ordinanza d'esecuzione del Gran Consiglio in materia di legislazione sugli stranieri e sull'asilo. La revisione comprendeva in particolare adeguamenti al diritto sugli stranieri della Confederazione, nonché alla nuova organizzazione dei tribunali nei Grigioni. Crea inoltre i presupposti affinché il Cantone possa partecipare finanziariamente ai progetti di integrazione per straniere e stranieri.

Distribuita la decima dell'alcol
Il Governo ha distribuito la decima dell'alcol per l'anno di conteggio 2001/2002 per un ammontare di circa 380'000 franchi. Il denaro verrà impiegato nel 2003 per misure di prevenzione, per terapie e per la ricerca, come pure per la formazione e la specializzazione. Secondo la legge federale sui distillati, la quota parte dei Cantoni al ricavato netto della regia federale degli alcol deve essere impiegato per la lotta all'alcolismo nelle sue cause e nei suoi effetti, nonché per la lotta all'abuso di sostanze che creano dipendenza, sostanze stupefacenti e medicamenti.

Dai comuni e dalle regioni
- Il Governo ha concesso l'autorizzazione per il piano di percorso di due manifestazioni ciclistiche in luglio, risp. in agosto: l'"Alpen-Challenge 2003" nonché il "10° Dreiländer-Giro".

Contributi cantonali a favore di diverse istituzioni
- Il Cantone partecipa finanziariamente a due progetti Interreg. Nel primo, chiamato "Habitalp", si tratta di costituire una banca dati transnazionale per parchi nazionali. La banca dati si basa su dati del sistema d'informazione geografica SIG. L'altro progetto, "Via Alpina", vuole creare un percorso escursionistico continuo attraverso otto Paesi alpini. Per entrambi i progetti il Governo ha approvato in totale 160'000 franchi.
- Per gli sbarramenti nella Marchtobel presso Saas, a protezione della linea della Ferrovia retica, il Governo ha approvato 114'000 franchi.
- Dopo le positive esperienze nell'ambito del progetto di protezione del bosco giovane 1998-2002, il Governo ha approvato il progetto cantonale "Sammelprojekt Waldbau 2003-2007" dei 182 proprietari pubblici e privati di boschi nel Cantone dei Grigioni. I costi complessivi ammontano a circa 7,5 milioni di franchi. Il Governo ha già assicurato circa 1,3 milioni di franchi per diversi progetti.
- Il Comune di Tujetsch riceve un contributo cantonale di circa 85'000 franchi per la costruzione del centro di manutenzione forestale.
- Circa 64'000 franchi vanno al Comune di Valchava per il risanamento dell'approvvigionamento idrico nelle zone Vallatscha e Muglin

Progetti stradali
- Il Governo ha approvato circa due milioni di franchi per assicurare il pendio del ponte Caselertobel sulla Schinstrasse e per opere da capomastro-costruttore per la circonvallazione di Klosters (sezione Tschägibach-Drostobel).

Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel