Zum Seiteninhalt

La Commissione approva la revisione parziale della legge sulle scuole dell'infanzia, della legge scolastica e dell'ordinanza sullo stipendio degli insegnanti delle scuole popolari e delle educatrici di scuola dell'infanzia nel Cantone dei Grigioni

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Nella sessione di ottobre 2004 il Governo sottoporrà al Gran Consiglio un progetto di revisione parziale della legge cantonale sulle scuole dell'infanzia, della legge scolastica e dell'ordinanza sullo stipendio degli insegnanti delle scuole popolari e delle educatrici di scuola dell'infanzia. Nella sua seduta del 10 settembre 2004, la Commissione permanente per la formazione e la cultura del Gran Consiglio, presieduta dal Vicepresidente Livio Zanolari, ha discusso in via preliminare a destinazione del Gran Consiglio il relativo messaggio del Governo. Erano presenti alla seduta anche la Consigliera di Stato Eveline Widmer-Schlumpf e il Consigliere di Stato Claudio Lardi.

Il fulcro della revisione è costituito dalla determinazione dello stipendio minimo delle e degli insegnanti di scuola popolare e di scuola dell'infanzia. La competenza di ridurre o aumentare annualmente al massimo del cinque percento, per un totale massimo del dieci percento, gli importi forfettari determinanti per la sovvenzione viene inoltre attribuita al Gran Consiglio, invece che al Governo. Nella legge sulle scuole dell'infanzia e nella legge scolastica vengono inoltre stabiliti i limiti relativi allo stipendio minimo ed agli importi forfettari validi per la sovvenzione; il Gran Consiglio viene esplicitamente autorizzato a concretizzare entro questi limiti a livello di ordinanza le relative aliquote. Subisce inoltre una modifica la regolamentazione della durata delle lezioni della scuola popolare e viene precisato il numero totale di lezioni obbligatorie settimanali delle e degli insegnanti di scuola dell'infanzia.

Si è discusso molto in particolare dell'adeguamento dello stipendio minimo delle e degli insegnanti di scuola dell'infanzia, previsto dal Governo nel messaggio. Diversamente dall'aumento del quattro percento proposto dal Governo, la Commissione richiede un aumento del sei percento. Per quanto riguarda la durata delle lezioni della scuola popolare, la Commissione richiede una formulazione che si orienti alla regolamentazione attuale e che parta da lezioni che di regola durano 50 minuti; in casi motivati il Consiglio scolastico può derogare a questa regola.

Dopo un'approfondita discussione del progetto la Commissione ha approvato all'unanimità il messaggio del Governo a destinazione del Gran Consiglio.

Organo: Commissione per la formazione e la cultura del Gran Consiglio
Fonte: it Commissione per la formazione e la cultura del Gran Consiglio
Neuer Artikel