Zum Seiteninhalt

UTE e SUP devono diventare istituzioni indipendenti

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
La Commissione permanente per la formazione e la cultura ha dibattuto il messaggio del Governo relativo ad una revisione totale della legge sulla Scuola universitaria pedagogica (LSUP) e all'emanazione di una legge sulla Scuola universitaria per la tecnica e l'economia (LUTE). La Commissione chiede all'unanimità al Gran Consiglio di entrare in materia sul progetto e di approvarlo con proposte di modifica. La Commissione è presieduta dal granconsigliere Martin Butzerin; alla seduta commissionale ha partecipato anche il Consigliere di Stato Claudio Lardi.

La Commissione si è espressa a favore dell'attuazione di due ulteriori misure approvate nell'agosto 2003 dal Gran Consiglio nell'ambito del riesame delle strutture e delle prestazioni per il risanamento delle finanze cantonali. Con le due misure il Gran Consiglio aveva incaricato il Governo di elaborare le basi legali per la trasformazione della Scuola universitaria per la tecnica e l'economia (UTE) da una fondazione di diritto privato in un'istituzione indipendente secondo il diritto pubblico cantonale e per la trasformazione della Scuola universitaria pedagogica (SUP) in un'istituzione indipendente.

La Commissione è unanimemente del parere che il messaggio del Governo contenga, con i disegni di legge, una valida base per l'attuazione delle due misure. La Commissione condivide la decisione strategica di strutturare le due scuole universitarie quali istituzioni indipendenti secondo il diritto pubblico cantonale. L'autonomizzazione proposta corrisponde alle tendenze in atto nella legislazione in materia di scuole universitarie ed è intesa ad aumentare la concorrenzialità e la competitività delle due istituzioni sul mercato formativo elvetico. Le due scuole devono disporre di un'autonomia adeguata, tenendo conto degli interessi del Cantone.

Il Gran Consiglio si occuperà del progetto nella sessione di dicembre 2004.

Organo: Commissione per la formazione e la cultura
Fonte: it Commissione per la formazione e la cultura
Neuer Artikel