Zum Seiteninhalt

I Grigioni ai blocchi di partenza per la sessione esterna

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo grigionese ha inoltrato il dossier di candidatura per la sessione autunnale 2006 delle Camere federali. Dallo studio di fattibilità è emerso che la regione ospitante Flims Laax Falera soddisfa sotto ogni aspetto i requisiti necessari per ospitare una sessione esterna. A ciò contribuiscono in particolare il concetto degli spazi (tutte le infrastrutture importanti si trovano nel raggio di 400 metri), la disponibilità di infrastrutture tecniche ed il concetto di sicurezza. Il dossier di candidatura è stato sviluppato in stretta collaborazione dal Cantone dei Grigioni, dalla regione Flims Laax Falera e da una delegazione del Segretariato generale delle Camere federali.

Nella sessione esterna delle Camere federali, il Governo vede un'opportunità per rafforzare la comprensione delle minoranze del nostro Paese, tramite contatti diretti con la popolazione e le autorità locali. Le visite sul posto consentono inoltre il confronto diretto con diversi temi, come turismo, economia, trasporti, cultura e ambiente e tutto ciò in una delle più belle regioni turistiche del Paese.

Le Camere federali si sono riunite lontano da Berna già nel 1993 a Ginevra e nel 2001 a Lugano. Proprio come allora, anche nel 2006 verrà rinnovato Palazzo federale. La sessione di autunno 2006 delle Camere federali si terrà dal 18 settembre al 6 ottobre.

Votazione popolare: due oggetti cantonali il 26 settembre
La prossima domenica di votazione, il 26 settembre, saranno sottoposti al Popolo due oggetti cantonali e quattro federali:

cantonali:
- revisione parziale dell'articolo 35 della Costituzione cantonale (possibilità di delega del Gran Consiglio nell'ambito delle competenze di preventivo);
- revisione della legge sulla promozione dello sviluppo economico nel Cantone dei Grigioni (Legge sullo sviluppo economico).

federali:
- decreto federale del 3 ottobre 2003 sulla naturalizzazione ordinaria e la naturalizzazione agevolata dei giovani stranieri della seconda generazione;
- decreto federale del 3 ottobre 2003 sull'acquisto della cittadinanza degli stranieri della terza generazione;
- iniziativa popolare del 26 aprile 2002 "Servizi postali per tutti";
- Modifica del 3 ottobre 2003 della legge sulle indennità di perdita di guadagno (per chi presta servizio e in caso di maternità).

Già a fine maggio il Governo aveva deciso di tenere il 26 settembre anche la nomina sostitutiva di un membro del Governo per il resto del periodo di carica corrente.

La fusione degli uffici richiede una nuova base giuridica
L'Ufficio di diritto civile verrà integrato nell'Ufficio per questioni di polizia (entrambi Dipartimento di giustizia, polizia e sanità) a partire dal 1° gennaio 2005. Il nuovo ufficio si chiamerà "Ufficio per questioni di polizia e di diritto civile". Affinché possa divenire operativo nell'ambito della nuova organizzazione, il Gran Consiglio deve rivedere diversi atti normativi. Il Governo ha licenziato il relativo messaggio.

Questi atti normativi sono tre ordinanze del Gran Consiglio che devono essere trasferite a livello di legge: l'ordinanza d'esecuzione sullo stato civile, l'ordinanza d'esecuzione del codice svizzero delle obbligazioni e l'ordinanza d'esecuzione sulla previdenza professionale.

Commercio ambulante: legge federale sostituisce regolamentazione cantonale
La legge sulle professioni ambulanti e la polizia dei giochi e dei film del 1966 deve essere abrogata senza sostituzione. Questo è quanto propone il Governo nel suo messaggio al Gran Consiglio. A partire dal 2003 sono in vigore la legge federale sul commercio ambulante e la relativa ordinanza. La regolamentazione cantonale ha così ampiamente perso il proprio significato.

Prese di posizione all'indirizzo della Confederazione
- Legge federale per il promovimento dell'informazione sulla piazza economica svizzera: il Governo sostiene la continuazione del programma "Piazza economica svizzera". La cooperazione con altre organizzazioni di marketing come "Svizzera turismo" e "Presenza Svizzera" deve tuttavia venire rafforzata ed i vantaggi della piazza economica devono venire elaborati meglio.
- Legge federale sull'informazione e la protezione dei consumatori: il Governo respinge integralmente l'avamprogetto. Esso ritiene troppo complicata e quindi non attuabile, la concezione proposta di una legge sulla protezione dei consumatori applicabile in via sussidiaria. Il Governo è inoltre dell'opinione che non sia comprovata la necessità di una regolamentazione fondamentalmente nuova, in parte molto incisiva e cara nella sua attuazione. Si critica il fatto che l'avamprogetto non si esprima riguardo alla futura ripartizione dei compiti tra Confederazione e Cantoni e riguardo alle spese che spetteranno ai Cantoni per l'attuazione.
- Introduzione a livello federale di prestazioni complementari per famiglie sull'esempio del modello ticinese: il Governo respinge il progetto. Esso è consapevole della necessità di base di sgravare le famiglie con figli, questo progetto porta tuttavia a notevoli costi supplementari e non è coordinato con altri progetti. Inoltre il progetto deve anche tenere conto delle differenti condizioni nel settore della politica familiare nei singoli Cantoni.

Contributi cantonali a favore di diverse istituzioni
- Associazione grigionese delle guide alpine: la sezione Davos-Prättigau riceve 24'000 franchi per la realizzazione della nuova via ferrata Sulzfluh a St. Antönien.
- Forum economico Engadina Bassa/Val Monastero: il Governo ha garantito 65'000 franchi al progetto "Tourismusregion Engadin/Val Müstair/Obervinschgau".
- Infrastrutture turistiche: il Governo ha approvato sia un mutuo agli investimenti della Confederazione che un sussidio cantonale per un totale di circa 95'000 franchi, a favore della costruzione del campeggio di Trin e per l'impianto di innevamento degli impianti di risalita Brigels-Waltensburg-Andiast AG.
- Infrastruttura ferroviaria: lungo sette tratti delle linee del Bernina, dell'Albula e della Prettigovia della Ferrovia retica vengono rinnovati i binari. A questo scopo il Governo ha approvato in totale circa 1,6 milioni di franchi. Circa 7,5 milioni di franchi complessivi vengono assunti dal Cantone.

Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel