Zum Seiteninhalt

Nuova politica regionale: i Grigioni rivolgono un'attenzione particolare agli interessi delle piccole regioni

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo grigionese è sostanzialmente favorevole al progetto relativo alla nuova politica regionale NPR della Confederazione. Sia il cambio di approccio dall'attuale politica di compensazione ad una politica regionale orientata alla crescita, sia la proposta di impiegare strumenti di promozione differenti per le regioni grandi e quelle piccole, mantenendo lo stesso obiettivo, vengono sostanzialmente accolti in modo positivo nei Grigioni.
La NPR intende rafforzare l'imprenditoria e la forza innovativa regionali, nonché creare sistemi regionali di accrescimento del valore. In questo modo regioni di tutte le dimensioni devono contribuire in modo autonomo alla crescita dell'economia elvetica. A tale scopo la nuova "Legge sulla politica regionale" prevede per le regioni estese programmi pluriennali ampi e flessibili con un credito quadro. Alle regioni piccole i fondi devono giungere tramite una nuova fondazione "sviluppo regionale". Si parla di grandi regioni ad esempio nel caso di cooperazioni intercantonali o addirittura transfrontaliere, mentre la politica regionale per piccole entità territoriali si svolge a livello delle corporazioni di comuni.

Il Governo ha però anche espresso riserve contro la NPR. Aree a scarso potenziale, valli periferiche e difficilmente raggiungibili, rispettivamente solo scarsamente degne di promozione, nonché aziende singole a carattere pubblico, come ad esempio impianti di risalita non devono essere esclusi. Altrettanto chiaramente il Governo sostiene che gli attuali programmi di promozione come INTERREG per la collaborazione regionale e INNOTOUR per la promozione dell'innovazione e della collaborazione nel settore turistico devono essere conservati e alimentati con fondi separati.

I fondi annualmente a disposizione della NPR, circa 70 milioni di franchi, sono molto scarsi. Di essi, circa 40 milioni di franchi devono essere messi a disposizione tramite la fondazione "Sviluppo regionale". Il Governo ha riserve di fondo riguardo alla fondazione e rifiuta il suo finanziamento da parte del Cantone. Il rapporto dell'impiego di fondi tra le regioni piccole e quelle grandi non deve essere modificato a sfavore delle piccole aree, scrive il Governo nella sua presa di posizione a destinazione del Dipartimento federale dell'economia.

I Grigioni esaminano attentamente il portfolio europeo delle lingue II
Il portfolio europeo delle lingue PEL II è un documento personale per allieve e allievi tra gli 11 ed i 15 anni che rileva le loro conoscenze e competenze linguistiche. Il PEL è paragonabile in tutti i Paesi europei. Gli insegnanti grigionesi devono imparare a conoscere questo strumento di certificazione. A questo scopo il Governo ha approvato un credito quadro di 11'000 franchi.
In Svizzera dal 2001 il PEL III è a disposizione di giovani a partire dai 15 anni e di adulti. Si sta progettando il PEL I per giovani tra i sei e gli undici anni. Il Governo deciderà più tardi riguardo all'introduzione definitiva del PEL II nelle scuole popolari dei Grigioni.

Prese di posizione all'indirizzo della Confederazione
- Ufficio federale dell'ambiente, delle foreste e del paesaggio: il Governo grigionese sostiene di principio le raccomandazioni della Confederazione riguardo all'armonizzazione della pianificazione cantonale delle misure contro l'inquinamento atmosferico al piano direttore cantonale in caso di cosiddette "strutture a forte affluenza", vale a dire grandi mercati specializzati, centri commerciali e strutture per il tempo libero. Le raccomandazioni corrispondono ampiamente alla politica cantonale di assetto territoriale.

Dai comuni e dalle regioni
- Engadina Alta: la zona golenale San Batrumieu, sulla sponda sinistra dell'Inn, tra Madulain e Zuoz è stata inserita nell'inventario federale delle zone golenali di importanza nazionale. In questa zona si dovrà rivitalizzare il corso del fiume, attualmente incanalato. A questo scopo il Governo ha approvato un sussidio cantonale di circa 300'000 franchi.

Contributi cantonali a favore di diverse istituzioni
- Promozione della cultura: il Governo ha approvato in totale circa 131'000 franchi di contributi e garanzie di disavanzo. In questo modo verranno sostenute 18 opere e manifestazioni culturali, nonché un programma culturale per i giovani nel Grigione centrale.
- Ferrovia retica: il Governo ha approvato un sussidio cantonale di circa un milione di franchi per il risanamento dei binari, del marciapiede e degli impianti di sicurezza delle stazioni di Zizers e di Igis, nonché per la costruzione di una stazione d'incrocio a Zizers. Per questo progetto la Confederazione si fa carico di circa cinque milioni di franchi.

Progetti stradali
- Circonvallazione di Saas: parallelamente alla galleria di Saas verrà ora costruito anche un cunicolo di sicurezza con raccordi trasversali alla galleria principale. I costi di questa opera ammontano a circa 20 milioni di franchi.

Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel