Contenuto della pagina

Il divieto di detenzione dei volatili all'aperto scade come previsto il 15 dicembre 2005

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Le misure adottate dal Consiglio federale il 21 ottobre 2005 volte ad impedire l'arrivo dell'influenza aviaria in Svizzera scadono il 15 dicembre 2005. A partire dal 16 dicembre 2005 gli avicoltori potranno nuovamente lasciare i propri animali all'aperto. A partire dalla stessa data anche le esposizioni di volatili e manifestazioni analoghe saranno nuovamente autorizzate.

Grazie alla buona collaborazione degli avicoltori professionali e amatoriali l'attuazione di tale misura si è svolta senza difficoltà anche nel Cantone dei Grigioni. In vista del possibile pericolo dell'arrivo del virus H5N1 altamente contagioso (virus dell'influenza aviaria) attraverso gli uccelli migratori sono stati analizzati in Svizzera circa 800 campioni e nei Paesi limitrofi ne sono stati analizzati migliaia. Per il momento il virus dell'influenza aviaria non è stato rilevato in nessun uccello migratore dell'Europa occidentale. Dal 16 dicembre 2005 i volatili possono quindi tornare nuovamente in libertà. Anche i mercati e le esposizioni di volatili sono nuovamente autorizzati.

Le analisi degli uccelli migratori si protrarranno però fino alla fine di gennaio 2006. Qualora si dovesse scoprire il virus dell'influenza aviaria in un uccello migratore, potrebbe essere possibile un nuovo divieto. Gli avicoltori devono quindi tenere presente questa possibilità.

Nel 2006 è previsto l'avvio di un programma di sorveglianza delle aziende avicole incentrato principalmente sugli allevamenti all'aperto.

Persona di riferimento: Dr. Kaspar Jörger, veterinario cantonale, 081 / 257 24 11

Organo: Ufficio per la sicurezza delle derrate alimentari e la salute degli animali dei Grigioni
Fonte: it Ufficio per la sicurezza delle derrate alimentari e la salute degli animali dei Grigioni
Neuer Artikel