Contenuto della pagina

La candidatura della ferrovia retica per l'iscrizione nella lista del Patrimonio mondiale dell'UNESCO procede come previsto

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
La candidatura Patrimonio mondiale UNESCO 2008: „Ferrovia retica nel paesaggio culturale Albula / Bernina“ è sulla buona strada. Dall‘avvio del progetto nel maggio 2005, i lavori di progetto sono proceduti come previsto. In occasione di una conferenza stampa a Coira, i responsabili del progetto hanno informato sullo stato del progetto e hanno presentato il loro concetto per la gestione del paesaggio culturale lungo la linea ferroviaria. Hanno inoltre presentato il logo del progetto e la „newsletter“ la quale informa regolarmente sui progressi del progetto.
Le linee ferroviarie dell‘Albula e del Bernina costituiscono il cuore della candidatura UNESCO. La linea dell‘Albula è stata completata nel 1903, quella del Bernina nel 1910. Il perimetro «ferrovia» comprende il tratto Thusis - St. Moritz - Campocologno. Un‘estensione della candidatura al tracciato situato in Italia fino a Tirano è auspicato e viene attualmente esaminato con l‘Italia. Oltre all‘iscrizione nella lista del Patrimonio mondiale della linea ferroviaria, si auspica anche l‘iscrizione del paesaggio culturale. I paesaggi culturali sono nati dall‘interazione tra l‘uomo e la natura.

Zone centrali e zone cuscinetto
Secondo le direttive dell‘UNESCO devono essere delimitate zone centrali e zone cuscinetto. Per la determinazione del rispettivo perimetro del paesaggio culturale si parte di principio dal criterio della visibilità dal treno e dalle determinazioni e dai potenziali già designati nel Piano direttore cantonale. Ne risulta una fascia lungo le linee ferroviarie Thusis - St. Moritz - Campocologno, la cui larghezza varia a seconda dei potenziali presenti e che viene delimitata da fattori topografici, naturali o infra-strutturali.
Il gruppo di progetto sta attualmente sottoponendo ai comuni e alle regioni interessate le prime riflessioni per svilupparle ulteriormente insieme ad essi. Questa collaborazione è iniziata nel mese di novembre 2005.

Regole del gioco e Piano direttore
Secondo le direttive dell‘UNESCO devono essere stabilite delle „regole del gioco“ che garantiscano una gestione sostenibile della ferrovia e del paesaggio culturale. Queste regole del gioco vengono fissate in un piano di gestione, che deve anch‘esso far parte della candidatura. L‘obiettivo non è la „conservazione museale“, bensì uno sviluppo sostenibile dello spazio culturale, di vita ed economico. Nel confronto mondiale, la Svizzera mostra un sistema di prescrizioni e strumenti molto sviluppato volto a garantire una gestione sostenibile e sensibile del paesaggio culturale. Ci si può quindi ampiamente basare su leggi e strumenti già esistenti.
Anche in futuro lungo la linea FR Thusis - St. Moritz - Campocologno dovrà essere garantita una gestione sostenibile dell‘immagine e del carattere, grazie all‘intenso coinvolgimento dell‘Ufficio cantonale monumenti storici. I lavori di risanamento di manufatti lungo le linee dell‘Albula e del Bernina dovranno avvenire sulla base dei metodi di costruzione stabiliti in collaborazione con l‘Ufficio cantonale monumenti storici o con altri esperti.
Nell‘ambito del paesaggio culturale ci si basa ampiamente sul Piano direttore cantonale e sulle rispettive riflessioni guida e determinazioni territoriali (p. es. attuazione dell‘ISOS, aree di protezione del paesaggio, paesaggi culturali di particolare importanza, ecc.). A questo scopo il Piano direttore dovrà essere completato in un secondo tempo.

Il dossier di candidatura
Il dossier di candidatura si conforma alle direttive dell‘UNESCO. Sono stati scelti circa 30 autrici ed autori, che sono pronti per elaborare i contenuti. La competenza per la parte dedicata al confronto internazionale e per la motivazione dell‘unicità dei beni culturali spetterà ad esperti riconosciuti a livello internazionale. La consegna del dossier di candidatura all‘Ufficio federale della cultura è prevista entro la fine del mese di agosto 2006. Dopo un esame preliminare del dossier, nel gennaio 2007 le autorità federali competenti consegneranno il dossier definitivo all‘UNESCO.

Persone di riferimento:
- Consigliere di Stato Hansjörg Trachsel, Direttore del Dipartimento dell‘interno e dell‘economia pubblica, Tel. 081 257 23 01
- Erwin Rutishauser, Direttore della Ferrovia retica, Tel. 081 288 63 19
- Beat Ryffel, Segretario di concetto del Dipartimento dell‘interno e dell‘economia pubblica dei Grigioni, Tel. 081 257 23 12
- Andreas Bass, Servizio giuridico della Ferrovia retica, Tel. 081 288 63 46

Organo: Dipartimento dell’interno e dell’economia pubblica dei Grigioni
Fonte: it Dipartimento dell‘interno e dell‘economia pubblica dei Grigioni
Neuer Artikel