Contenuto della pagina

Caccia alta grigionese: possibili adeguamenti del periodo di caccia

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il 9 settembre, come primo giorno della caccia alta grigionese, potrebbe presto venire sostituito dal 5 o dal 2 settembre: a seconda delle reazioni a queste proposte, il Governo anticiperà l'inizio della caccia. Per questo motivo invia ora in consultazione la revisione parziale della legge cantonale sulla caccia e dell'ordinanza cantonale sulla caccia.
La prima proposta prevede di anticipare l'inizio della caccia al 5 settembre per evitare così conflitti con il periodo dell'accoppiamento dei cervi. Con la seconda proposta il Governo punta anche ad aumentare l'efficacia della caccia alta: interrompendo la caccia per più giorni, si parla di almeno tre giorni consecutivi, il bilancio degli abbattimenti, da anni insoddisfacente nella seconda settimana, potrebbe venire migliorato grazie ad abbattimenti negli ultimi giorni di caccia. Con questa variante la caccia inizia il 2 settembre. Le due varianti non prevedono una riduzione della durata della caccia alta. In ogni caso la caccia alta ordinaria dovrà in futuro terminare il 26 settembre. Secondo la proposta del Governo rimane invariata la forma attuale della caccia speciale volta alla regolazione fine degli effettivi di cervo e di capriolo nel tardo autunno.
Anche altri punti della legge cantonale sulla caccia e dell'ordinanza cantonale sulla caccia devono però venire sottoposti a revisione, tra cui:
- i motivi di rifiuto della licenza di caccia sono limitati a fattispecie che sono direttamente o indirettamente collegate alla caccia;
- non viene più ripresa la possibilità finora prevista di prolungare la caccia alta oppure di riprenderla dopo un'interruzione;
- nella determinazione del provento netto della regalia della caccia si tiene conto dei servizi offerti dall'amministrazione della caccia;
- prima dell'inizio della caccia i cacciatori devono aggiustare il tiro della propria arma da caccia;
- per i cacciatori non domiciliati nel Cantone viene stabilita un'aliquota minima e un'aliquota massima per le tasse di licenza;
- l'età minima per l'esercizio della caccia viene ridotta a 19 anni e l'età minima per l'iscrizione all'esame di idoneità a 18 anni.
La consultazione durerà fino a metà maggio 2005. La documentazione relativa alla consultazione può essere consultata sul sito www.bvfd.gr.ch - Aktuell.

Piazza ospedaliera di Coira: la base legale va in consultazione
A metà novembre 2004 il Governo aveva deciso di abbandonare il Kreuzspital Chur quale esercizio ospedaliero e di integrare le sezioni dello stesso nell'Ospedale cantonale di Coira. La gestione della Clinica Fontana deve rimanere perlopiù invariata. Le due fondazioni del Kreuzspital e dell'Ospedale cantonale devono inoltre venire unite in una sola; la Clinica Fontana deve in seguito venire scorporata dall'Amministrazione cantonale e integrata nella nuova fondazione.
Deve ora venire creata la base legale per l'attuazione di questa variante. Il Governo ha inviato in consultazione la relativa revisione della legge sulla cura degli ammalati; la consultazione durerà fino al 20 marzo 2005. Il Gran Consiglio dibatterà la proposta in agosto.
Si può prendere visione della documentazione relativa alla consultazione all'indirizzo Internet www.jpsd.gr.ch.

L'attuazione concreta dell'"iniziativa generica" è complessa
Il disegno della legge federale sull'introduzione dell'iniziativa popolare generica quale nuovo diritto popolare è utile, scrive il Governo nella sua presa di posizione a destinazione della Cancelleria federale. La procedura è tuttavia complessa e non necessariamente comprensibile a tutti. La proposta di attuazione è accettabile solo perché interessa particolarmente il lavoro parlamentare. Il Governo ha chiaramente respinto la proposta di concedere, oltre che al comitato d'iniziativa, anche alle frazioni dell'Assemblea federale il diritto di inoltrare ricorsi al Tribunale federale contro atti normativi relativi all'attuazione di un'iniziativa generica. Le frazioni possono infatti esprimersi già nel corso dei lavori parlamentari.
Mediante l'"iniziativa generica" 100'000 svizzere e svizzeri possono incaricare il Parlamento di modificare la Costituzione o leggi. Il Parlamento deve poi attuare in maniera opportuna le proposte a livello costituzionale o legislativo. Qualora esso dovesse ignorare il contenuto e lo scopo di un'"iniziativa generica", può essere presentato ricorso al Tribunale federale. Il 9 febbraio 2003 l'Elettorato aveva deciso di completare i diritti popolari con l'"iniziativa generica".
Il Governo valuta positivamente anche il disegno per una revisione della legislazione federale sui diritti politici. Con questa revisione vengono semplificate principalmente le elezioni del Consiglio nazionale: a titolo di novità i partiti non dovranno più presentare delle firme per le loro liste. Inoltre non vi saranno più le sottocongiunzioni di liste. Il Governo grigionese accetta però la semplificazione relativa al numero di firmatari soltanto in combinazione con un divieto delle sottocongiunzioni di liste.
La Cancelleria federale propone inoltre di dare alle svizzere ed agli svizzeri domiciliati all'estero la possibilità di votare elettronicamente via Internet. Gli aventi diritto di voto svizzeri domiciliati all'estero sono il gruppo che beneficia maggiormente del voto elettronico. Per questo motivo deve loro essere presto offerta questa possibilità, scrive il Governo.

Mercato del lavoro: intensificata la collaborazione tra le istituzioni
Con un contributo di garanzia dal fondo per disoccupati di al massimo 710'000 franchi all'anno, il Governo vuole intensificare fino al 2007 la cosiddetta "Collaborazione interistituzionale" (CII). Si tratta di progetti di occupazione e di perfezionamento professionale per persone che si trovano in situazioni di vita difficili, indipendentemente dal fatto se sono disoccupate, se vengono sostenute dall'Ufficio del servizio sociale o se è in corso un accertamento AI. Nell'ambito della CII collaborano l'Ufficio cantonale del servizio sociale, l'Ufficio cantonale della formazione professionale, l'Istituto delle assicurazioni sociali e l'Ufficio cantonale per l'industria, arti e mestieri e lavoro. Finora sono stati avviati progetti CII a Zuoz in Engadina, a Thusis nel Grigioni centrale, a Trun in Surselva e a Roveredo in Mesolcina; a Davos un tale progetto è in fase di elaborazione. A Coira è inoltre stato creato uno speciale programma giovanile. In questo modo sono complessivamente a disposizione fino a 90 posti di occupazione.

Sì alla riveduta Convenzione sul riconoscimento dei diplomi da parte dei Cantoni
Viene riveduta la Convenzione sul riconoscimento dei diplomi cantonali. Il Governo grigionese sostiene sostanzialmente le proposte di modifica. Ciò vale in particolare anche per la proposta di costituire una base legale per creare un elenco degli insegnanti che dopo una condanna cresciuta in giudicato non sono più autorizzati all'insegnamento. Questo elenco può senz'altro rappresentare un aiuto per una maggiore protezione dei bambini, scrive il Governo nella sua presa di posizione a destinazione della Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione CDPE. Queste informazioni dei Cantoni alla CDPE devono essere affidabili; per garantire questo nei Cantoni devono essere intrapresi i necessari adeguamenti giuridici.

Progetti stradali
- "Araschgerrank" (tornante di Araschgen) / Coira: l'"Araschgerrank" viene ampliato in modo da consentire in futuro il transito di bus di una lunghezza massima di 15 metri. A tale scopo, su una lunghezza di circa 200 metri, la strada in direzione di Lenzerheide viene spostata a monte di circa dieci metri. Il Governo ha approvato il progetto.
- Strada dell'Engadina / S-chanf-Brail: il ponte sopra il Valember viene risanato con una spesa di circa 1,6 milioni di franchi.

Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel