Contenuto della pagina

Chiusura di cliniche a Davos - Offerta di consulenza e di assistenza per collaboratrici e collaboratori delle cliniche alla ricerca di un impiego

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Nello scorso autunno si sono susseguite le cattive notizie riguardo alle cliniche di Davos. Oltre alla clinica Alexanderhaus, che alla fine di novembre ha licenziato ca. 110 persone, anche la Höhenklinik Valbella, la Thurgauer Schaffhauser Höhenklinik e il Niederländische Asthamzentrum hanno annunciato la loro chiusura. Entro la fine di marzo 2005 Davos perderà quattro cliniche di lunga tradizione e con esse ca. 300 posti di lavoro. Vista la situazione eccezionale, nel corso di poche settimane l'UCIML ha realizzato negli spazi del Niederländisches Asthmazentrum un centro di informazione e di collocamento che offre alle collaboratrici ed ai collaboratori disoccupati delle cliniche un servizio di assistenza e di collocamento.

L'Ufficio cantonale per l'industria, arti e mestieri e lavoro (UCIML) si attende che alla fine della stagione invernale il numero dei disoccupati nel comprensorio dell'URC di Davos supererà i 600 e raggiungerà così un massimo assoluto.

Nuovo centro di informazione e di collocamento
Considerando la dimensione degli eventi in relazione alle cliniche di Davos l'UCIML ha deciso, d'intesa con il Dipartimento dell'interno e dell'economia pubblica, di realizzare a breve termine un'ulteriore offerta di consulenza e di assistenza a Davos. Da metà gennaio negli spazi del Niederländisches Asthmazentrum vengono svolti corsi sull'analisi della propria potenzialità sul mercato di lavoro e su come presentare una buona candidatura, destinati a persone alla ricerca di un impiego. L'UCIML ha inoltre impiegato due nuove collaboratrici finora attive nel settore delle risorse umane della clinica Alexanderhaus. Il compito di queste collaboratrici è quello di cercare in tutta la Svizzera posti di lavoro nel settore sanitario e di stabilire una rete di contatti con datori di lavoro in questo settore. L'UCIML spera di poter collocare, grazie a questi contatti, il maggior numero possibile di persone alla ricerca di un impiego che non sono legate ad un determinato luogo.

Personale dell'URC Davos rafforzato
A partire dal 1° dicembre 2004 l'URC di Davos ha rilevato dall'Ufficio del lavoro del Comune di Davos l'esecuzione delle formalità di controllo mensili per persone alla ricerca di un impiego. In considerazione del conseguente maggiore numero di persone che si rivolgono all'Ufficio e degli spazi ristretti, già nell'estate 2004 sono stati cercati nuovi locali per l'URC Davos che sono stati trovati in Mattastrasse 9. Con il trasferimento nei nuovi locali il 1° febbraio 2005, si è potuto assumere un ulteriore consulente del personale che al contempo ha assunto la direzione dell'URC. Anche il personale del segretariato è stato aumentato di un'unità. Al momento l'URC Davos impiega quattro consulenti del personale e due collaboratori amministrativi.

Passaggio al progetto CII
Come in tutte le regioni URC del Cantone anche a Davos viene realizzato un progetto di integrazione nell'ambito della Collaborazione interistituzionale degli enti delle assicurazioni sociali (CII). A questo progetto potranno partecipare oltre che persone disoccupate anche persone che vengono sostenute dall'Ufficio del servizio sociale o per le quali è in corso un accertamento AI. L'obiettivo del progetto di integrazione è quello di consentire al maggior numero possibile di partecipanti di tornare al primo mercato del lavoro. Per quanto riguarda i locali adatti, l'UCIML sta negoziando con l'esecutivo di Davos. Una possibile ubicazione è la casa Von-Sprecher. Per conservare le competenze acquisite nel centro di informazione e di collocamento l'UCIML prevede, per quanto possibile e sensato, di trasferire gradualmente le diverse offerte dall'Asthmazentrum al nuovo centro CII ancora da realizzare.

Organo: Ufficio per l'industria, arti e mestieri e lavoro
Fonte: it Ufficio per industria, arti e mestieri e lavoro
Neuer Artikel