Contenuto della pagina

Le PMI devono essere sgravate in questioni amministrative

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo attua due misure formulate nel programma di Governo 2001-2004 volte a sgravare le piccole e medie imprese (PMI). Si tratta da un lato di analizzare oneri amministrativi presenti nelle PMI e di illustrare proposte di miglioramento, e dall'altro di inserire un test per le PMI nella procedura legislativa. Riguardo al primo gruppo di temi è stato svolto un ampio sondaggio tra le imprese, che viene attualmente analizzato. La seconda misura vuole evitare, ai sensi di un'azione preventiva, ulteriori oneri amministrativi risultanti da nuovi atti normativi cantonali. L'obiettivo è quello di trovare una soluzione adeguata per il riconoscimento precoce e la riduzione di futuri oneri amministrativi per le PMI nel Cantone dei Grigioni. A questo scopo i nuovi atti normativi cantonali devono essere esaminati sistematicamente riguardo ai loro effetti economici. Lo strumento principale di questo esame è costituito dalla cosiddetta valutazione delle conseguenze della regolamentazione. Per preparare l'introduzione della valutazione delle conseguenze della regolamentazione il Dipartimento dell'interno e dell'economia pubblica ha elaborato un progetto. Il Governo ha ora dato il via libera alla consultazione del progetto.

L'ordinanza sul rapporto di lavoro dei collaboratori dell'Amministrazione cantonale viene sostituita da una legge
A titolo di novità, l'esistente ordinanza sul rapporto di lavoro dei collaboratori dell'Amministrazione cantonale viene sostituita da una legge. La base per il passaggio dal livello di ordinanza a quello di legge è costituita dalla Costituzione cantonale riveduta. Il Governo ha preso atto del relativo progetto di legge sul rapporto di lavoro dei collaboratori del Cantone dei Grigioni e lo ha inviato in consultazione. L'emanazione di una legge sul personale è stata presa quale spunto per procedere anche a singole modifiche sostanziali o per metterle in discussione. In particolare devono in ogni caso venire rispettati gli standard minimi del Codice delle obbligazioni (CO). Per colmare le lacune si deve a titolo di novità rimandare al CO in generale e non soltanto puntualmente. Si rinuncia per contro all'introduzione di un contratto collettivo di lavoro (CCL). L'introduzione è stata ampiamente discussa, ma per diversi motivi non è poi stata ripresa nella nuova legge. È prevista la cancellazione del cosiddetto termine per dare buona prova di sé, oggi ancorato nell'art. 9 cpv. 2 dell'attuale ordinanza sul personale. Nella prassi, esso non si è dimostrato valido anche dal punto di vista dei collaboratori. Si prevede per contro di riprendere in misura limitata il divieto di sciopero. Ciò avviene sulla base della Costituzione federale che richiede una legge formale per il divieto di sciopero.

1'350'000 franchi per la protezione dai pericoli naturali
Per l'attuazione del programma di lavoro "Gestione dei pericoli naturali 2005" il Cantone dei Grigioni prevede costi pari a 1'350'000 franchi. All'incirca il 60 percento dei lavori viene svolto dal Servizio forestale cantonale. Settori parziali speciali del volume di lavoro vengono assegnati a uffici privati. Una volta dedotti i sussidi federali attesi e le indennità a terzi al Cantone rimangono spese nette di circa 272'000 franchi.

Fondazione Dr. Stephan à Porta
Attingendo ai proventi netti dell'anno d'esercizio 2004 della Fondazione Dr. Stephan à Porta, su proposta del Governo è previsto il versamento di un sussidio di un totale di 260'000 franchi alle seguenti istituzioni grigionesi: Verein Cosmea, Coira, Verein Jugendwerk Rätia, Tamins, Stiftung Therapeion, Zizers, Verein Kinderbetreuung, Domat/Ems, Dachverband Jugendarbeit Graubünden, Coira, Hosang'sche Stiftung Plankis, Coira, Stiftung für wahrnehmungsbehinderte Menschen in Graubünden, Churwalden, Verein Kinderkrippe Kitz, Thusis, Verein Selbsthilfe Graubünden, Trimmis, Bündnerische Stiftung für Vorschulung und Therapie cerebral gelähmter Kinder, Coira, Fachstelle Kinderbetreuung Graubünden, Coira, Genossenschaft Bündner Hilfe für Mutter und Kind, Telefonseelsorge Ostschweiz mit Principato del Liechtenstein, San Gallo, Vereinigung der Angehörigen von Schizophrenie/Psychisch-Kranken, Coira.

Dai comuni e dalle regioni
  • Castaneda: viene approvato il progetto per la costruzione di un marciapiede lungo la strada di collegamento alla Strada della Calanca, all'interno della località di Castaneda, incluse entrate e uscite dalla piazza di raccolta rifiuti e dai posteggi. Il sussidio cantonale ammonta al massimo a 37'985,85 franchi.
Sussidi cantonali a favore di diverse istituzioni
  • Ferrovia retica: il Cantone concede alla Ferrovia retica (FR) un sussidio di 1'022'400 franchi nell'ambito del 62° accordo di investimento. Conformemente alla vigente ordinanza sulle quote cantonali di partecipazione alle indennità e agli aiuti finanziari destinati al traffico regionale ciò corrisponde al 18 percento degli investimenti complessivi di 5'680'000 franchi. La Confederazione si assume il resto. I mezzi sono destinati al risanamento dell'impianto della stazione di Cavaglia sulla linea del Bernina.
  • Sistema intercantonale di misurazione e di informazione (IMIS): il Governo approva il conteggio sull'esercizio e sulla manutenzione delle stazioni IMIS nel Cantone dei Grigioni e dei sistemi di preallarme per le zone minacciate da frane Cuolm da Vi a Sedrun, Spazzacaldeira a Vicosoprano e Calanda a Felsberg dell'importo di 281'595,85 franchi. Per queste spese viene stanziato un sussidio cantonale di al massimo il 12 percento ossia di un importo massimo di 33'791,50 franchi.
  • Promozione della cultura: il Governo ha approvato circa 204'000 franchi quali sussidi e garanzie del disavanzo per 18 opere e manifestazioni culturali.
Progetti stradali
  • Per la nuova costruzione della base di Lenzerheide dell'Ufficio tecnico di circondario 1, lungo la Strada dello Julier, il Governo ha garantito un sussidio di 700'000 franchi.
Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel