Zum Seiteninhalt

La Commissione per l'economia e le tasse approva a grande maggioranza la revisione parziale della legge sulle imposte

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Nella sessione di ottobre 2006 il Governo presenterà al Gran Consiglio il messaggio sulla revisione parziale della legge cantonale sulle imposte. La Commissione per l'economia e le tasse (CET), presieduta da Aldo Tuor, ha discusso in via preliminare il messaggio a destinazione del Gran Consiglio. Ha presenziato alle sedute anche la Signora Consigliera di Stato Eveline Widmer-Schlumpf.
Come scrive il Governo nel suo messaggio, la difficile situazione finanziaria del Cantone dei Grigioni ha per bloccato lungo tempo riforme radicali del diritto fiscale. Per questo motivo il Cantone ha perso concorrenzialità sia nel settore delle persone fisiche che in quello delle persone giuridiche. In seguito a diversi interventi parlamentari, nel giugno 2005 il Governo ha presentato la concreta necessità d'azione e illustrato i diversi punti di revisione in un rapporto a destinazione del Gran Consiglio relativo a una revisione della legge cantonale sulle imposte. Il Gran Consiglio ha dibattuto intensamente il rapporto nella sessione di ottobre 2005 e presentato al Governo gli obiettivi della revisione legislativa ora pronta. I punti principali della revisione sono gli sgravi fiscali per le persone giuridiche, i coniugi e le famiglie, nonché l'esenzione dei discendenti diretti dall'imposta sulle successioni e l'abrogazione dell'imposta speciale sulla sostanza.
La CET si è confrontata a fondo con il progetto. Una volta approvata senza discussione l'entrata in materia, sono state presentate proposte di maggioranza rispettivamente di minoranza sulle singole disposizioni. Una minoranza commissionale chiede l'introduzione di una deduzione sociale per contribuenti che assistono persone bisognose di cure nell'economia domestica in comune. Per quanto riguarda l'imposizione di liquidazioni in capitale della previdenza, la maggioranza commissionale richiede una maggiore riduzione dell'aggravio massimo rispetto a quanto previsto nel messaggio dal 3,2 al 2,6 percento per i coniugi e dal cinque al quattro percento per gli altri contribuenti. Ciò dovrebbe stimolare persone facoltose a eleggere domicilio nei Grigioni. Per quanto riguarda l'imposta sugli utili delle persone giuridiche, una minoranza commissionale chiede di fissare l'aliquota d'imposta massima non al 7,5 percento come proposto dal Governo, bensì al sette percento. Per incentivare i pagamenti in anticipo delle imposte su anticipi ereditari che scadranno al momento dell'entrata in vigore della legge sulle imposte parzialmente riveduta, la maggioranza della Commissione propone la possibilità di uno sconto. Allo scopo di realizzare un progetto sostenibile ed equilibrato, la Commissione ha rinunciato a formulare proposte per maggiori sgravi fiscali.
Ha suscitato molte controversie anche la questione se la presente revisione parziale della legge sulle imposte debba essere sottoposta a referendum obbligatorio. La maggioranza della Commissione ha infine deciso di sottoporre il progetto a referendum obbligatorio.
Nella votazione finale la Commissione ha approvato la revisione parziale della legge sulle imposte con 7 voti a 1.

Persona di riferimento:
Presidente della Commissione Aldo Tuor, tel. 081 920 36 36

Organo: Commissione per l'economia e le tasse
Organo: it Commissione per l'economia e le tasse
Neuer Artikel