Zum Seiteninhalt

Il Governo approva la pianificazione delle utilizzazioni di Davos per la torre sullo Schatzalp

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo ha approvato la revisione della pianificazione locale, decisa dai cittadini di Davos il 31 ottobre 2004, con la quale è stato tra l'altro creato il presupposto per una torre ad uso alberghiero e residenziale, alta 105 metri, sullo Schatzalp. Al contempo il Governo ha respinto i ricorsi di pianificazione presentati contro il progetto.

Un motivo importante per l'approvazione della pianificazione della torre è stata per il Governo l'intenzione manifestata dal Comune e dai promotori di porre, contemporaneamente allo sviluppo architettonico dello Schatzalp, la base per il recupero del significativo albergo Schatzalp, degno di protezione. Un aspetto importante era inoltre costituito dall'esclusività della pianificazione presentata. La qualità strutturale e architettonica indiscutibilmente elevata della torre, concepita dai noti architetti basilesi Herzog & de Meuron, è stata da ultimo addirittura determinante per accettare la pianificazione del Comune malgrado le serie preoccupazioni dei ricorrenti circa l'integrazione di una torre, alta 105 metri, nel paesaggio montano. Per quanto riguarda l'obiezione secondo cui la torre potrebbe rappresentare un pericoloso precedente per progetti di costruzione analoghi in altre regioni dell'arco alpino, il Governo è dell'opinione che queste paure devono essere relativizzate se si tiene contro dell'esclusività dello Schatzalp e del carattere di Davos quale metropoli alpina. A prescindere da ciò lo Schatzalp fa chiaramente parte dal punto di vista funzionale della struttura della città di Davos; è raggiungibile in ca. 4 minuti con la funicolare da Davos.

Infine, la soluzione della torre, anche se dà un'impressione molto spettacolare, testimonia secondo il Governo il rapporto creativo con l'esclusivo contesto presente sullo Schatzalp. Il volume "orizzontale" dell'edificio architettonico esistente viene armonicamente completato dal corpo "verticale" della torre che ha quasi la stessa lunghezza. Ne risultano due corpi edilizi compatti da preferire chiaramente ad un'edificazione convenzionale, ad esempio all'insediamento di diverse singole case di vacanza. Il concetto rappresenta per il Governo un'unione riuscita tra tradizione e modernità. Una torre esprime il carattere di Davos quale metropoli alpina e potrebbe diventare un simbolo della moderna architettura alberghiera alpina.

Per garantire che lo sviluppo architettonico della sostanza edilizia esistente avvenga nel massimo rispetto dei valori storici e architettonici e che la nuova costruzione venga realizzata effettivamente nello spirito del progetto della torre di Herzog & de Meuron, il Governo ha inserito opportune condizioni nel decreto di approvazione.

Contro questo decreto di approvazione potrebbe essere presentato ricorso al Tribunale amministrativo dei Grigioni, entro 20 giorni dalla sua pubblicazione, vale a dire entro il 28 febbraio 2006. Non appena la pianificazione delle utilizzazioni sarà passata in giudicato, sulla base dei progetti di dettaglio ancora da elaborare potrà essere avviata la procedura per il rilascio della licenza edilizia presso il Comune.

Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel