Zum Seiteninhalt

Il Governo propone il divieto di fumo in spazi pubblici e nelle aree scolastiche

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Per proteggere i non fumatori dal fumo passivo, nei Grigioni deve essere vietato il fumo negli spazi chiusi accessibili al pubblico. Fumare può eccezionalmente essere permesso unicamente in locali fumatori separati. Questo è quanto prevede il disegno di revisione parziale della legge sull'igiene pubblica, posto in consultazione dal Governo.
Il fumo passivo rappresenta un pericolo per la salute sotto diversi aspetti. A livello cantonale mancano disposizioni di legge che garantiscano alla popolazione una protezione dal fumo passivo. Con la presente revisione parziale della legge sull'igiene pubblica si vuole ora colmare questa lacuna.
Il fumo deve essere vietato in spazi chiusi accessibili al pubblico, questo significa anche in esercizi pubblici, se non esistono spazi separati per i fumatori. Il Governo considera ammissibile e proporzionato un divieto di fumare di questo tipo. Siccome la creazione di spazi separati per fumatori e non fumatori o di posti per fumare all'aperto garantisce la protezione dei non fumatori dal fumo passivo, un divieto assoluto di fumare sarebbe sproporzionato. La creazione rispettivamente la delimitazione di spazi separati nei quali fumare è permesso, diversamente che negli altri spazi, costituisce una soluzione efficace per proteggere i non fumatori dal fumo passivo negli spazi chiusi accessibili al pubblico.
Per motivi di prevenzione, il fumo deve per contro essere vietato in generale all'interno e all'esterno di aree scolastiche e impianti sportivi, nonché di centri di incontro e assistenza per bambini e adolescenti. I comuni possono abrogare questo divieto di fumo solo eccezionalmente per manifestazioni che si rivolgono prevalentemente ad adulti, predisponendo spazi separati o luoghi all'aperto definiti nei quali fumare è permesso.
La revisione parziale include inoltre altre novità e precisazioni rispetto alla prassi attuale. Devono ad esempio essere ridefinite in modo più facilmente controllabile le circostanze che consentono ai medici privi di autorizzazione per la gestione di una farmacia privata di consegnare medicamenti. In questo modo la verifica della distribuzione autonoma di medicamenti da parte dei medici deve poter essere svolta con un onere amministrativo sostenibile. Inoltre, con la revisione parziale della legge sull'igiene pubblica viene introdotto l'obbligo di accoglienza anche per gli ospedali privati, che sono quindi tenuti ad accogliere, come gli ospedali pubblici, persone malate e ferite anche senza prescrizione medica. Infine, ai sensi di una parità di trattamento con cliniche e ospedali privati, anche gli ospedali pubblici devono essere assoggettati a un obbligo di autorizzazione.
La relativa documentazione può essere consultata all'indirizzo Internet www.jpsd.gr.ch. La consultazione durerà fino al 15 novembre 2006.

Dai comuni e dalle regioni
- Domat/Ems: viene approvato il progetto di sentiero forestale "Ranasca" del Comune di Domat/Ems.
- Avers: viene approvato il piano delle zone e piano generale delle strutture 1:1'000 "Cröt" del Comune di Avers del 2 giugno 2006.

Sussidi cantonali a favore di diverse istituzioni
- Musikgesellschaft Innerdomleschg: alla società di musica della Domigliasca interna viene concesso un sussidio di al massimo 9'000 franchi per le nuove uniformi.

Progetti stradali
Il Governo ha stanziato complessivamente 7'972'000 franchi per la costruzione ed il risanamento dei seguenti tratti stradali:
- A13 Strada nazionale: trasformazione raccordo di Zizers
- A13 Strada nazionale: risanamento fonico Coira Nord
- A13 Soazza - Reichenau, A28 Landquart - Klosters/Selfranga, strada dell'Oberalp: diversi progetti in gallerie (impianti elettrici)
- Strada dell'Oberalp: circonvallazione di Flims
- Strada della Surselva lungo la sponda destra del Reno: Bonaduz - Ilanz, ponte sulla gola Carrera

Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel