Zum Seiteninhalt

Bassi la produzione di elettricità e il livello dei laghi artificiali - Alto il consumo di elettricità

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Afflussi straordinariamente scarsi hanno portato nel 2005 a una produzione di elettricità nettamente inferiore alla media da parte delle centrali idroelettriche e a un livello di riempimento dei laghi artificiali estremamente basso. Per contro il consumo di elettricità ha continuato ad aumentare.

Record negativo della produzione di elettricità
La produzione di elettricità di tutte le centrali idroelettriche nei Grigioni è stata nel 2005 di 6'173 milioni di chilowattora, ossia il 20,7 percento in meno rispetto alla media. Già nell'anno idrologico 2004/05 la produzione è stata inferiore alla media del 15,2 percento, con 6'603 milioni di chilowattora. La causa principale di questa produzione estremamente bassa sono state le precipitazioni nettamente inferiori alla media e gli afflussi che ne sono risultati nel 2005. Un livello di produzione altrettanto basso è stato registrato l'ultima volta nel 1996.

Record negativo per i canoni d'acqua
Le entrate del Cantone derivanti dai canoni d'acqua (chiamati anche imposte sugli impianti idraulici) sono quasi proporzionali alla produzione di elettricità. Di conseguenza nel 2005 sono risultate entrate proporzionalmente basse, pari a 36,2 milioni di franchi. Dal 1996 (nel 1997 vi è stato l'ultimo aumento del limite massimo dei canoni d'acqua) non sono mai state così basse.

Record negativo del livello dei laghi artificiali grigionesi
Gli afflussi straordinariamente bassi menzionati e lo sfruttamento dei bacini di ritenzione hanno fatto sì che diversi laghi artificiali grigionesi abbiano mostrato in tutto il 2005 bassi gradi di riempimento. Il grado di riempimento massimo è stato raggiunto all'inizio del 2005 con solo uno scarso 72 percento. Normalmente il grado di riempimento più elevato viene raggiunto ca. a metà settembre e si colloca in media a oltre il 90 percento. Nonostante le scarse riserve, ha potuto essere garantita la sicurezza dell'approvvigionamento di elettricità. Questo però soltanto perché in Svizzera sull'arco di tutto l'anno è stata importata più elettricità dall'estero di quanto ne sia stata esportata. Secondo la statistica dell'elettricità dell'Ufficio federale dell'energia, perlomeno negli ultimi 50 anni vi è stato sempre un saldo positivo delle esportazioni. In questo modo si avvicina sempre più il momento, che già va delineandosi, in cui l'approvvigionamento di elettricità sarà insufficiente.

Record positivo del consumo di elettricità
Nell'anno idrologico (da ottobre 2004 a settembre 2005) il consumo di elettricità nei Grigioni è per contro aumentato del 3 percento a 1'879 mio. di chilowattora (periodo precedente 1'816 mio. di chilowattora). Se si considerano i singoli gruppi di consumatori, il maggiore consumo delle economie domestiche, dell'artigianato, dei servizi e dell'agricoltura è stato del 3 percento, quello delle grandi industrie del 5 percento. Il consumo delle ferrovie è rimasto costante. Nello stesso periodo a livello nazionale il consumo di elettricità è salito del 2,1 percento a 57'015 mio. di chilowattora (periodo precedente 55'840 mio. di chilowattora). È stato così raggiunto un nuovo valore massimo.

Indicazione per i media:
I grafici relativi al consumo e alla produzione di elettricità nei Grigioni sono disponibili sul sito www.energie.gr.ch » italiano » statistica (Statistik).

Persona di riferimento:
- Werner Böhi, capo dell'Ufficio dell'energia dei Grigioni (081 257 36 21)

Organo: Ufficio dell'energia
Fonte: it Ufficio dell'energia
Neuer Artikel