Zum Seiteninhalt

Il turismo grigionese avvia l'attuazione della riforma

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Cantone dei Grigioni crea incentivi e migliora le condizioni quadro per accelerare la riforma delle strutture nel turismo grigionese. Le cinque località principali di St. Moritz / Engadina, Davos - Klosters, Arosa - Lenzerheide, Flims - Laax e Scuol - Samnaun sono chiamate ad assumersi l'iniziativa per la fondazione di Organizzazioni di gestione delle destinazioni (OGD). Le località più piccole devono fondare organizzazioni turistiche regionali future (OTf) oppure aderire a un'OGD.

Il concetto di attuazione per la riforma del turismo grigionese è parte del progetto "Strutture concorrenziali e ripartizione dei compiti nel turismo grigionese", elaborato su incarico del Consigliere di Stato Hansjörg Trachsel dal suo team di progetto e da un gruppo di esperti. Con la nuova struttura delle destinazioni si spera di arrestare il calo della domanda, che dal 1990 è costato ai Grigioni oltre 2'600 posti di lavoro. Dall'analisi del febbraio 2006 è risultato che l'esistenza di 92 organizzazioni turistiche provoca una struttura inefficiente, che sono troppo pochi i nuovi ospiti che vengono nei Grigioni e che i budget per il marketing delle organizzazioni turistiche devono concentrarsi su marchi conosciuti.

Criteri per le organizzazioni turistiche
Le OGD dovranno in futuro soddisfare 18 criteri nei settori organizzazione e gestione, compiti e risorse, nonché dimensioni e importanza. In particolare deve essere messo a disposizione più personale per la gestione del prodotto, mentre il marketing deve essere incentrato sull'elaborazione del mercato orientata alla vendita. A medio termine le cinque OGD dovranno disporre di un budget per il marketing di almeno 7 milioni di franchi ciascuna. Le altre località dovranno unirsi in organizzazioni turistiche regionali future (OTf). Esse dovranno soddisfare 12 criteri ed essere in grado di attribuire un mandato di marketing di almeno 200'000 franchi a un'OGD o a Grigioni Vacanze.

Sostegno del Cantone
Nei prossimi sei anni il Cantone dei Grigioni sosterrà questo progetto di riforma con 18 milioni di franchi complessivi e con l'impiego di risorse umane dell'Ufficio dell'economia e del turismo. Le organizzazioni turistiche hanno tempo fino a fine marzo 2007 per inoltrare al Cantone una dichiarazione d'intenti con il concetto strategico della loro OGD od OTf. Per il finanziamento definitivo della trasformazione, dovrà seguire entro settembre 2007 un businessplan dettagliato. Il processo di attuazione è già in corso in diverse regioni dei Grigioni. I piani per la destinazione St. Moritz/Engadina sono quelli che si trovano in fase più avanzata. La popolazione del Circolo dell'Engadina Alta voterà già il 26 novembre 2006 su una revisione parziale dello statuto quale base per la creazione della destinazione.

Iniziative accompagnatorie
Oltre al sostegno finanziario e di personale, il Cantone segue però anche cinque iniziative accompagnatorie determinanti per rafforzare e stabilizzare le strutture auspicate. L'analisi effettuata dall'UTE Coira delle pagine Internet del turismo grigionese ha evidenziato carenze rispetto alla concorrenza, in particolare nell'efficienza del marketing. Con la piattaforma turistica elettronica dei Grigioni si vogliono collegare elettronicamente, unire in modo sensato e commercializzare in comune le offerte turistiche regionali. Si deve partire dal presupposto che in futuro il 30 percento delle decisioni di riservazione verranno prese sulla base di indicazioni e possibilità di prenotazione su Internet. La piattaforma turistica elettronica è un'iniziativa che sostiene soprattutto le OTf nel marketing per i loro prodotti. Il sistema di gestione e di monitoraggio "Balanced Scorecard" (BSC) con i dati relativi a sei settori imprenditoriali consentirà in futuro di verificare le prestazioni e gli effetti delle OGD e di accrescere la trasparenza. Davos Turismo ha già avviato un progetto pilota in tal senso. Il Cantone prevede di riassumere a livello cantonale i risultati del BSC, al fine di ottenere informazioni sullo sviluppo del turismo nei Grigioni. L'impiego dell'affermato marchio regionale graubünden per le future OGD fa parte delle iniziative accompagnatorie così come gli standard di qualità e il finanziamento del marketing turistico attraverso una tassa cantonale di promozione turistica (TCPT). Entro la primavera 2007 l'Ufficio dell'economia e del turismo dei Grigioni verificherà i calcoli su modello e li valuterà in collaborazione con il gruppo di esperti, le OGD e le associazioni mantello dell'economia grigionese.

Nuovo orientamento di Grigioni Vacanze
In seguito alla riorganizzazione del marketing turistico grigionese, la direzione di Grigioni Vacanze ha adeguato anche i compiti e l'organizzazione dell'associazione mantello cantonale. In futuro Grigioni Vacanze dovrà principalmente occuparsi dell'acquisizione di nuovi ospiti per i Grigioni. L'OGD e i fornitori di servizi si occuperanno degli ospiti fissi. Con offerte innovative e un'elaborazione del mercato orientata alla vendita si vuole ottenere una migliore occupazione in estate e in autunno, nonché nelle settimane invernali meno richieste. La nuova ripartizione di principio dei compiti tra gli attori del turismo grigionese è quindi la seguente: in qualità di "scopritore di mercati" Grigioni Vacanze si dedica principalmente ai mercati in fase di sviluppo e ai mercati del futuro, le OGD ai mercati principali più conosciuti e le OTf all'assistenza degli ospiti fissi. I compiti principali di Grigioni Vacanze sono la creazione di prodotti orientata alla vendita, la gestione del marchio Graubünden e l'eventuale assunzione di mandati di marketing da parte delle OTf, nonché la creazione della piattaforma turistica elettronica per i Grigioni, in collaborazione con le OGD.
Il rapporto "Strutture concorrenziali e ripartizione dei compiti nel turismo grigionese, concetto di attuazione" può essere ordinato presso l'Ufficio dell'economia e del turismo (UET), Grabenstrasse 1, 7001 Coira, oppure al numero 081 257 23 42 risp. info@awt.gr.ch. Il rapporto può anche essere scaricato dal sito www.awt.gr.ch.

Team di progetto e gruppo di esperti
Committente: Consigliere di Stato Hansjörg Trachsel (Direttore del Dipartimento dell'interno e dell'economia pubblica dei Grigioni).
Direzione del progetto (Ufficio dell'economia e del turismo dei Grigioni): Eugen Arpagaus (capoufficio), Michael Caflisch (responsabile politica regionale), Sonja Kohler (assistente al progetto fino ad agosto 2006), Pascal Prinz (assistente al progetto da agosto 2006).
Team di progetto: Thomas Bieger (professore all'Università di San Gallo, Istituto per i servizi pubblici e il turismo), Philipp Boksberger (docente presso la Scuola universitaria per la tecnica e l'economia Coira, Istituto per il turismo e la ricerca sul tempo libero), Olivier Federspiel (direttore di Grigioni Vacanze), Christian Laesser (professore all'Università di San Gallo, Istituto per i servizi pubblici e il turismo), Beat Ryffel (segretario di concetto del Dipartimento dell'interno e dell'economia pubblica dei Grigioni), Robert Weinert (assistente all'Università di San Gallo, Istituto per i servizi pubblici e il turismo).
Gruppo di esperti: Vendelin Coray (direttore di Savognin Turismo in Surses), Hanspeter Danuser (direttore della Kur- und Verkehrsverein St. Moritz), Denise Dillier (direttrice di Splügen/Rheinwald Turismo), Armin Egger (direttore di Davos Turismo), Reto Gurtner (presidente del Gruppo Weisse Arena), Ernst Nigg (presidente della Commissione per l'economia, le tasse e la politica statale del Gran Consiglio, fino ad agosto 2006), Erwin Rutishauser (direttore della Ferrovia Retica SA), Markus Schenk (direttore di Disentis Sedrun Turismo), Hans-Kaspar Schwarzenbach (direttore di Arosa Turismo), Urs Wohler (direttore di Engadin/Scuol Turismo SA), Andreas Züllig (presidente della Federazione grigionese degli albergatori).
Consulenti specialistici: Josef Herget (professore presso la Scuola universitaria per la tecnica e l'economia UTE Coira, Istituto di scienze dell'informazione), Arnold Kappler (titolare Kappler Management AG, Lucerna), Reto Küng (partner dettofatto media, Coira), Ruedi Minsch (professore presso la Scuola universitaria per la tecnica e l'economia UTE Coira), Peder Plaz (capo progetto BHP - Hanser und Partner AG, Zurigo), Bruno Studer (professore presso la Scuola universitaria per la tecnica e l'economia UTE Coira, Istituto di tecnologia dell'informazione e della comunicazione).


Organo: Dipartimento dell'interno e dell'economia pubblica
Fonte: it Ufficio dell'economia e del turismo
Neuer Artikel