Zum Seiteninhalt

I festival culturali e i musei grigionesi più importanti si presentano ora insieme sotto il marchio «grigioniCULTURA»

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Dodici festival culturali e musei grigionesi di primo piano si presenteranno in futuro insieme sotto il marchio «grigioniCULTURA». In questo modo essi intendono attirare l'attenzione di un pubblico culturalmente interessato della Svizzera tedesca e delle regioni vicine sui festival e sui musei poco conosciuti a livello sovraregionale e attirare nuovi ospiti nei Grigioni.

grigioniCULTURA si presenta nell'ambito del marchio «grigioni» e lo completa con un settore importante. Viene trasmesso il messaggio che i Grigioni possiedono, oltre ad un paesaggio alpino unico e ad un eccellente infrastruttura turistica, anche un'offerta culturale interessante sotto molti aspetti. Si intende così rafforzare a lungo termine l'immagine dei Grigioni. La scelta dei partner è stata volutamente limitata, dato che entrano in considerazione soltanto istituzioni culturali che dispongono di un'offerta qualitativamente elevata e che sono uniche nel loro genere per via dei temi proposti, di approcci innovativi, di nicchie ancora poco sfruttate o di luoghi di esposizione e di rappresentazione interessanti. Si tratta inoltre di quei festival e musei che dispongono del maggior potenziale di attrazione sovraregionale e sono quindi di grande rilievo per il marchio.

I rappresentanti delle dodici istituzioni - nove festival e tre musei - si sono recentemente incontrati con i rappresentanti dell'Ufficio della cultura e del marchio «grigioni» a Grüsch per scambiarsi idee e opinioni e discutere le previste misure di comunicazione. L'unione si presenta all'insegna del motto «più forti insieme»; infatti per i partner è difficile ritagliarsi da soli uno spazio nei media o farsi conoscere da soli dal pubblico al di là dei confini grigionesi. Tra i partner di grigioniCULTURA rientrano i festival musicali Flims Klang, Davos Festival, Origen Festival cultural, l'Arosa Ope(r)n Air, il St. Moritz Music Festival «Snow and Symphony», la Schlossoper Haldenstein e l'Uncool Festival Poschiavo. Partecipano inoltre il Theater Chur con il suo festival «Churer Herbst», l'Arosa Humor-Festival, il Museo d'arte dei Grigioni di Coira, il Museo Segantini di St. Moritz e la Casa Gialla di Flims.

Quale primo mezzo di comunicazione è in fase di elaborazione un opuscolo che offrirà un ritratto dei dodici festival e musei, lascerà però anche spazio ad altri eventi culturali e fornirà informazioni sulla nuova architettura emergente nei Grigioni e sulla piattaforma informatica www.graubuendenkultur.ch. L'opuscolo verrà pubblicato quest'inverno per destare l'interesse di un primo importante gruppo target (ospiti invernali nei Grigioni) sulle interessanti offerte estive. L'opuscolo verrà distribuito agli enti turistici, agli alberghi e nei luoghi dove si terranno le manifestazioni dei partner. Ci si deve però rivolgere al gruppo target principale, ossia alle persone culturalmente interessate della Svizzera tedesca e delle regioni vicine, direttamente nella loro regione di provenienza, ad esempio nei teatri, nella sale da concerto e nei musei. Per essere presenti in quei luoghi si ricorre alla vasta rete di contatti dei responsabili dei festival e dei musei partecipanti. L'opuscolo viene inoltre distribuito attraverso i canali di Grigioni Vacanze. In collaborazione con l'associazione mantello del turismo grigionese è prevista una presenza pubblicitaria nella stampa domenicale nazionale. Per informazioni aggiornate deve essere sfruttato in ampia misura il canale Internet.

Organo: Ufficio della cultura
Fonte: it Ufficio della cultura
Neuer Artikel