Zum Seiteninhalt

Il Governo approva la pianificazione delle utilizzazioni di Arosa per il progetto alberghiero in località Prätschli

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo grigionese ha di principio approvato il completamento della pianificazione locale deciso dagli aventi diritto di voto di Arosa, con il quale è stato creato il presupposto pianificatorio per la realizzazione di un albergo a quattro stelle con wellness-resort in località Prätschli. Al contempo il Governo ha respinto i ricorsi inoltrati dai proprietari di fondi confinanti e trattato le prese di posizione delle organizzazioni ambientaliste.
In considerazione della posizione periferica ed esposta dell'area del progetto rispetto all'insediamento vero e proprio di Arosa, nonché tenendo conto dei valori paesaggistici e dei potenziali di protezione della natura nell'area in questione, il Governo non ha però potuto fare a meno di vincolare l'approvazione della pianificazione a diverse condizioni e prescrizioni. Ad esempio il nuovo albergo deve soddisfare elevate esigenze strutturali e architettoniche e la disposizione degli edifici prevista dalla pianificazione attuale deve essere ottimizzata nell'interesse di un inserimento compatibile con il paesaggio nell'attuale struttura edilizia dell'insediamento Prätschli. Inoltre si deve mirare a una protezione ancora più ampia della vicina torbiera bassa "Riedboden" e devono essere adottate le misure compensative necessarie. Per garantire l'attuazione di queste prescrizioni, il Comune deve comunque strutturare come piano di area il piano di quartiere già previsto, soggetto all'approvazione del Governo.
Il Governo ritiene che il progetto Prätschli sia di notevole interesse pubblico. Per svariati motivi, negli ultimi anni Arosa ha dovuto fare fronte a un netto e pericoloso calo del numero di letti negli alberghi. Progetti come quello dell'albergo wellness sono adatti ad attenuare questa tendenza negativa e a dare nuovi impulsi al turismo. Nell'insieme, l'interesse pubblico a favore della costruzione del nuovo albergo prevale, secondo il Governo, sulle esigenze contrapposte di protezione del paesaggio, ciò se nell'ulteriore sviluppo del progetto si terranno in considerazione le condizioni e le prescrizioni citate.

I Grigioni sostengono l'armonizzazione della scuola obbligatoria e della scuola speciale
La Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE) sta progettando di armonizzare meglio tramite due concordati la scuola obbligatoria e la scuola speciale. Il Governo grigionese considera il progetto di accordo intercantonale sull'armonizzazione della scuola obbligatoria (concordato HarmoS) una solida base per lo sviluppo del sistema scolastico svizzero. La qualità e la permeabilità del sistema scolastico devono essere garantite a livello nazionale e gli ostacoli alla mobilità devono essere abbattuti. Il concordato definisce le più importanti caratteristiche strutturali come l'inizio della scuola e la durata dei gradi scolastici e indica le finalità. Il concordato HarmoS dovrà essere ratificato dai Cantoni nell'autunno 2007.
Con queste decisioni si potrebbero avviare miglioramenti qualitativi, fa notare il Governo nella propria presa di posizione. Il concordato garantisce che le esigenze principali della scuola poggino su una vasta base e che vengano sviluppate comunemente. Viene accolta con favore la determinazione di standard di formazione e l'armonizzazione dei programmi e dei mezzi didattici. Il Governo richiede che il trilingue Cantone dei Grigioni possa attuare soluzioni divergenti rispetto alla regolamentazione generale per quanto concerne le lingue straniere.
Anche il progetto di consultazione della CDPE relativo all'accordo intercantonale sulla collaborazione nel settore della pedagogia specializzata viene accolto con favore dal Governo. Questo accordo include principi e regolamentazioni unitari per il settore della scuola speciale. La CDPE spiana con ciò la strada affinché nei diversi Cantoni sia garantito un trattamento paragonabile dei bambini e dei giovani con impedimenti o handicap, scrive il Governo.

Il Governo accoglie con favore l'iniziativa parlamentare per la protezione della popolazione e dell'economia dal fumo passivo
Il Governo grigionese accoglie con favore la revisione parziale proposta della legge federale sul lavoro nell'industria, nell'artigianato e nel commercio, che prevede un divieto di fumare sul posto di lavoro. Come annota il Governo nella propria presa di posizione in merito all'iniziativa parlamentare per la protezione della popolazione e dell'economia dal fumo passivo, in questo modo vengono protetti dalle conseguenze del fumo passivo nocive per la salute non soltanto i lavoratori, bensì anche una gran parte della popolazione.
Il Governo rimanda anche al disegno di revisione parziale della legge sull'igiene pubblica del Cantone dei Grigioni, che prevede, a protezione dei non fumatori dal fumo passivo, di vietare il fumo in spazi chiusi accessibili al pubblico ad eccezione di spazi separati per fumatori.

Consentire solo con restrizioni i servizi d'istruzione dell'esercito all'estero
Il Governo grigionese è dell'opinione che lo svolgimento di servizi d'istruzione obbligatori dell'esercito all'estero debba essere limitato solo a pochi settori e corpi selezionati. Deve ad esempio poter beneficiare di tali istruzioni l'aviazione, che già in passato, grazie ad accordi bilaterali, ha potuto utilizzare aerodromi e settori d'esercitazione all'estero. La presente revisione dell'organizzazione dell'esercito prevede che i militari di milizia possano a titolo di novità essere obbligati a partecipare a servizi d'istruzione all'estero. Sono interessati i militari delle truppe blindate, dell'artiglieria, dell'aviazione e della difesa contraerea.
Secondo il Governo è necessario svolgere questi servizi d'istruzione nel modo più restrittivo possibile soprattutto perché l'economia farebbe ancora più fatica a sopportare un'assenza di sei - otto settimane dei militi chiamati a prestare servizio. Nella presa di posizione si sostiene anche che in Svizzera vi è fondamentalmente un numero sufficiente di piazze di tiro. Inoltre, di regola non si possono esercitare all'estero le condizioni particolari della Svizzera o quantomeno non è possibile farlo meglio che in patria.

Dai comuni e dalle regioni
- Pignia: il Governo ha approvato il progetto "Risanamento dei ripari antivalanga Vallatscha e Tgapadeals" del Comune di Pignia. Alle spese sussidiabili pari a 280'000 franchi viene versato un sussidio cantonale di al massimo 42'000 franchi.
- Roveredo: viene approvata la revisione parziale dello Statuto Comunale, decisa in occasione dell'Assemblea comunale del Comune di Roveredo del 24 settembre 2006.
- Versam: viene approvata la revisione parziale dello Statuto comunale, decisa in occasione dell'Assemblea comunale del Comune di Versam del 22 giugno 2006.

Sussidi cantonali a favore di diverse istituzioni
- Gruppo di lingua italiana per i materiali d'insegnamento: il Cantone dei Grigioni versa al massimo 5'000 franchi all'anno alle spese residue del Gruppo di lingua italiana per i materiali d'insegnamento (GLIMI) non coperte da altri sussidi per gli anni dal 2007 al 2011. Il GLIMI sostiene la realizzazione di sussidi didattici adatti per l'insegnamento nelle scuole professionali.
- Pubblicazione "Bisanzio a Disentis": viene versato un sussidio di 10'000 franchi all'edizione del primo volume della pubblicazione "Bisanzio a Disentis".
- Almanacco Mesolcina-Calanca 2007: l'edizione dell'Almanacco Mesolcina-Calanca 2007 viene sostenuta con un sussidio di fr. 6'000.--.
- Manifestazione sportiva: il Governo ha stanziato 8'300 franchi dal Fondo per lo sport per il torneo di hockey su ghiaccio Arge Alp che si terrà dal 2 al 4 gennaio 2007 a Bellinzona.

Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel