Zum Seiteninhalt

La Segreteria di Stato dell'economia sostiene l'attuazione della riforma del turismo grigionese

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
La Segreteria di Stato dell'economia (SECO) sostiene con 1 milione di franchi l'attuazione della riforma del turismo grigionese. Nel suo rapporto d'esame la SECO si dice convinta soprattutto dell'accuratezza e della trasparenza del progetto. La prevista suddivisione del lavoro nel turismo grigionese costituisce una promettente riforma delle strutture che a medio termine potrà contribuire ad un numero di pernottamenti più elevato ed a posti di lavoro sicuri.

L'Ufficio dell'economia e del turismo dei Grigioni aveva richiesto il sostegno della Segreteria di Stato dell'economia per il progetto di revisione. Il progetto prevede che le cinque località principali di St. Moritz / Engadina, Davos - Klosters, Arosa - Lenzerheide, Flims - Laax e Scuol - Samnaun si assumano l'iniziativa per la fondazione di organizzazioni di gestione delle destinazioni (OGD). Le località più piccole devono fondare future organizzazioni turistiche regionali (OTf) per poter aderire ad un'OGD o a Grigioni Vacanze. Cinque iniziative accompagnatorie come la piattaforma turistica elettronica dei Grigioni, l'introduzione dello strumento di gestione e di controllo "Balanced Scorecard" (BSC) o la cura del marchio grigioni affiancano questo processo. Oltre a considerevoli risorse umane il Cantone dei Grigioni investirà nei prossimi sei anni 18 milioni di franchi nella creazione di strutture concorrenziali nel turismo grigionese. Con la nuova struttura delle destinazioni si spera di poter fermare il calo della domanda che dal 1990 è costato ai Grigioni oltre 2'600 posti di lavoro.

Modello internazionale
Il contributo di 1 milione di franchi della SECO si basa sulla legge federale concernente la promozione dell'innovazione e della collaborazione nel turismo (innotour). La SECO apprezza il carattere modello che il progetto di riforma grigionese ha sia per il turismo svizzero che per quello internazionale. Il progetto è già in fase molto avanzata e ha un elevato grado di concretizzazione. È organizzato in modo interaziendale coinvolgendo le organizzazioni turistiche locali, i fornitori di servizi, nonché Grigioni Vacanze e l'Ufficio dell'economia e del turismo e tiene ampiamente conto del principio di cooperazione e di qualità di innotour. Secondo la SECO la nuova collaborazione prevista tra gli attori del turismo grigionese è ben più di un'ordinaria soluzione di consenso e da inizio ad una "community" dinamica. Il grande progetto rappresenta senza dubbio un'innovazione strutturale e corrisponde agli obiettivi di innotour, giudica la SECO.

Il Cantone si rallegra del riconoscimento
Il Dipartimento dell'interno e dell'economia pubblica dei Grigioni si rallegra della decisione positiva di Berna. Il sostegno della SECO è uno stimolo per tutto il turismo grigionese che ha già iniziato con il processo di attuazione. Le OGD e le OTf possono ora annunciare fino in primavera del 2007 il loro progetto presso l'Ufficio dell'economia e del turismo. Si procederà in seguito alla valutazione da parte del Cantone e all'inoltro dei business plan fino fine settembre 2007. Dopo la votazione positiva in Engadina alta, la OGD St. Moritz/Engadin inizierà già la primavera prossima.

Organo: Dipartimento dell'interno e dell'economia pubblica
Fonte: it Ufficio dell'economia e del turismo
Neuer Artikel