Zum Seiteninhalt

Scuola dell'obbligo: i Cantoni devono avvicinarsi

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
IL "PROGRAMMA DI BASE" SULLO SFONDO DEL PROGETTO CDPE "HARMOS"

Un nuovo concordato intercantonale ha lo scopo di minimizzare le differenze nella scuola obbligatoria. L'opera si chiama "HarmoS" e viene ora posta in consultazione. Per i Grigioni a questo proposito entra in gioco il "Programma di base Scuola grigionese 2010", che è ottimamente coordinato con i progetti nazionali.

In Svizzera i Cantoni sono responsabili per la formazione in generale e per la scuola dell'obbligo in particolare. Con un nuovo concordato intendono ora armonizzare ulteriormente la scuola. In questo modo si vogliono garantire la qualità e la permeabilità del sistema a livello nazionale e abbattere gli ostacoli alla mobilità. I Cantoni che aderiscono al "Concordato HarmoS" si impegnano ad armonizzare gli obiettivi e le strutture della scuola dell'obbligo. Dal 2001 la Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione CDPE sta dando priorità all'elaborazione del progetto HarmoS.

I Grigioni hanno già preparato il terreno
Nel 2005 il Dipartimento dell'educazione dei Grigioni ha unito un gran numero di esigenze rilevanti ai fini della formazione nei settori della scuola popolare e della scuola media, attribuendoli a quattro intenti prioritari: "Più spessore, meno quantità", "Integrazione", "Lingue straniere nella scuola elementare" e "Rafforzamento del ciclo superiore della scuola dell'obbligo". Dai quattro intenti prioritari riuniti scaturisce il "Programma di base Scuola grigionese 2010". Il contenuto di "Harmos" coincide con l'intento prioritario "Più spessore, meno quantità".

I parallelismi dei due progetti
- "HarmoS" propone: a scuola a quattro anni. Il "Programma di base Scuola grigionese 2010" prevede: due anni di scuola dell'infanzia obbligatori e l'anticipo di un anno dell'età scolare. Sia i due anni di scuola dell'infanzia che i primi due anni di scuola elementare includono una permeabilità flessibile, fondata sullo stato di sviluppo individuale dei bambini. La proposta grigionese coincide con quella di "HarmoS".
- "HarmoS" propone: il livello elementare (inclusa la parte obbligatoria della scuola dell'infanzia) dura otto anni, il livello secondario I (grado superiore della scuola popolare) tre anni. Il "Programma di base Scuola grigionese 2010" prevede: il periodo di scuola dell'infanzia obbligatoria e di scuola dell'obbligo è di undici anni. "HarmoS" e "Più spessore, meno quantità" coincidono.
- "HarmoS" propone: per diverse materie devono essere stabiliti a livello nazionale standard vincolanti per determinati momenti del percorso scolastico. Il "Programma di base Scuola grigionese 2010" prevede: Il Dipartimento dell'educazione vorrebbe orientarsi agli standard nazionali di i"HarmoS".
- "HarmoS" propone: elaborazione di programmi didattici per regione linguistica. Non tutti i Cantoni sviluppano un proprio programma didattico. Un programma didattico comune deve coprire le esigenze di un'intera regione e quindi di numerosi Cantoni. Il "Programma di base Scuola grigionese 2010" prevede: il Dipartimento dell'educazione intende partecipare all'elaborazione di un programma didattico sovraregionale e accoglie con favore gli impulsi dati da "HarmoS". Esso inserisce questa idea nel suo programma di base.
- "HarmoS" propone: nei Cantoni si tematizzano i tempi fissi di presenza a scuola e le strutture diurne. Deve essere esaminata un'offerta commisurata alle esigenze. Il "Programma di base Scuola grigionese 2010" prevede: sia i tempi fissi di presenza a scuola che le strutture diurne vengono presi in considerazione nelle proposte del programma di base.
- "HarmoS" propone: la qualità del sistema scuola deve essere rilevata periodicamente e devono essere presentate proposte di miglioramento. Il "Programma di base Scuola grigionese 2010" prevede: anche il Dipartimento dell'educazione propone l'introduzione di strumenti di verifica (come ad esempio "Stellwerk" e "cockpit di classe").

Il "Programma di base Scuola grigionese 2010" riprende in modo ideale le riforme previste dalla CDPE in vista di un'armonizzazione nazionale della scuola popolare, tenendo conto delle strutture sviluppatesi a livello cantonale.

La consultazione relativa al "Concordato HarmoS" durerà fino alla fine di novembre 2006. Entrerà in vigore dopo l'adesione di dieci Cantoni. A partire dall'entrata in vigore i Cantoni avranno quattro anni di tempo per procedere ai necessari adeguamenti. La ratifica nei Cantoni dovrà avvenire a partire dalla fine del 2007.

Tutta la documentazione relativa al "Programma di base" si trova sulla Homepage www.kernprogramm.gr.ch, tutta quella relativa a "HarmoS" su www.cdpe.ch.

Organo: Dipartimento dell'educazione, della cultura e della protezione dell'ambiente
Fonte: it Ufficio per la scuola popolare e lo sport
Neuer Artikel