Zum Seiteninhalt

Il Governo propone la modifica della legge sulla giustizia penale

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo grigionese ha licenziato il messaggio relativo alla revisione parziale della legge sulla giustizia penale. L'affare verrà discusso in Gran Consiglio nella sessione di aprile. La revisione parziale prevede in sostanza un adeguamento del diritto cantonale alle direttive federali risultanti dalla revisione della parte generale del Codice penale. Al centro della revisione federale vi sono il nuovo disciplinamento e la differenziazione del sistema di sanzioni. Ad esempio la pena detentiva di breve durata senza condizionale sino a sei mesi viene sostituita con un sistema di aliquota giornaliera o dal lavoro di utilità pubblica. Nei casi di lieve importanza sarà possibile prescindere da una pena o pronunciare la stessa con la sospensione condizionale in misura più estesa rispetto ad oggi. Il progetto mira inoltre al rafforzamento della protezione della società da autori pericolosi di atti di violenza. Infine, nel 2003 il diritto penale minorile è stato separato dal Codice penale. Queste modifiche nel diritto federale determinano necessariamente a livello cantonale diversi adeguamenti legislativi. Le modifiche più importanti della revisione parziale della legge sulla giustizia penale riguardano la creazione di un rimedio giuridico cantonale a due livelli, l'adeguamento alle nuove norme penali e quindi diverse nuove competenze nel settore dell'esecuzione delle pene e delle misure, nonché l'abolizione della competenza penale delle autorità scolastiche nella giurisdizione penale minorile. Oltre alla revisione parziale della legge sulla giustizia penale, il Governo sottopone al Gran Consiglio per approvazione la riveduta Convenzione dei Cantoni della Svizzera orientale concernente l'esecuzione delle pene e delle misure del 29 ottobre 2004.

Il Governo sottopone al Gran Consiglio una nuova normativa sulle lotterie
I Grigioni devono aderire alla Convenzione intercantonale sulla sorveglianza, l'autorizzazione e la ripartizione dei proventi delle lotterie e delle scommesse gestite sul piano intercantonale o su tutto il territorio della Confederazione. Questo è quanto propone il Governo grigionese al Gran Consiglio, il quale discuterà il progetto nella sessione di aprile. Il punto più importante della nuova normativa è la creazione di un'autorità centrale ed indipendente, la Commissione delle lotterie e delle scommesse. Essa esamina, autorizza e sorveglia l'organizzazione di singole grandi lotterie nei diversi Cantoni. In questo modo viene migliorata l'applicazione uniforme della legge sulle lotterie e le procedure vengono semplificate e rese più trasparenti. Grazie alla Convenzione i Cantoni possono da un lato mantenere le proprie competenze nel settore delle lotterie e dall'altro possono assicurare le entrate nei loro fondi delle lotterie. Sono previste anche misure complementari per la prevenzione e la lotta alla dipendenza dal gioco. Queste misure vengono finanziate con una tassa per la dipendenza dal gioco pari allo 0,5 percento dei proventi lordi conseguiti. Insieme a questa adesione il Governo chiede l'emanazione di una nuova legge sulle lotterie che consente di abrogare l'ordinanza sulle lotterie del 1962. Nella legge viene stabilito tra l'altro il nuovo compito nel settore della prevenzione e della lotta alla dipendenza dal gioco. La sorveglianza sulle lotterie viene ora assegnata all'Ufficio per questioni di polizia e di diritto civile.

Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel