Zum Seiteninhalt

Conclusa la fase dei riscontri

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
RIPRESI I LAVORI PER IL PROGRAMMA DI BASE

Il Dipartimento dell'educazione sta vagliando le circa 650 proposte e domande pervenute in relazione al "Programma di base Scuola grigione 2010". Le prese di posizione inoltrate e diversi progetti cantonali e federali daranno un'impronta alla concretizzazione del Programma di base.

Da metà marzo il Dipartimento dell'educazione sta vagliando i suggerimenti e le nuove idee relative alle misure raggruppate nel "Programma di base Scuola grigione 2010". Non ne va solamente della domanda se le prese di posizione inoltrate siano in via di principio positive o negative. Ne va invece della quintessenza, vale a dire delle indica-zioni contenute nelle prese di posizione inoltrate. Questa analisi qualitativa e la classi-ficazione di ogni singolo riscontro non sono ancora concluse. In totale sono pervenute al Dipartimento dell'educazione parecchie centinaia di cartoline di risposta, di questio-nari, di responsi tramite Internet e di prese di posizione individuali. Solamente quando questa analisi sarà conclusa, i diversi progetti inseriti nei quattro intenti prioritari "Più spessore, meno quantità", "Integrazione", "Due lingue straniere nel ciclo elementare" e "Rafforzamento del ciclo superiore della scuola dell'obbligo" potranno essere concre-tizzati ulteriormente, in modo da poterli sottoporre alle istanze competenti per una pre-sa di decisione.

Programma di base strettamente connesso
Già adesso è comunque chiaro che l'intento prioritario "Rafforzamento del ciclo supe-riore della scuola dell'obbligo" avrà priorità rispetto agli altri; sono infatti pendenti delle decisioni importanti in relazione al risanamento della Scuola cantonale a Coira e al modo di procedere che seguirà il Governo nella questione del "numerus clausus" adot-tato per gli accessi alle scuole medie superiori. Prima di prendere delle decisioni in questi contesti sono previsti ulteriori colloqui con i rappresentanti delle scuole medie private.

Intanto i lavori del Dipartimento dell'educazione relativi all'intento prioritario "Più spes-sore, meno quantità" procedono parallelamente al progetto "HarmoS" della Conferen-za svizzera dei Direttori della pubblica educazione (CDPE). Il programma della CDPE, mirante all'armonizzazione su base intercantonale degli obiettivi, delle strutture e dei contenuti formativi, prevede fra altro una scuola dell'infanzia obbligatoria, degli stan-dards vincolanti in campo federale nonché dei programmi d'insegnamento unitari nei contesti linguistici regionali.

Il Programma di base attento all'efficienza
L'intento prioritario "Integrazione" si rifà anche in questa fase alle indicazioni del pro-getto federale "Nuova impostazione della perequazione finanziaria e della ripartizione dei compiti tra Confederazione e Cantoni" NPC: eliminazione di differenze tra i Cantoni e aumento dell'efficienza. Il Dipartimento dell'educazione ha inoltre l'incarico di sotto-porre al Parlamento, entro il 2007, delle proposte per la realizzazione dell'intento prio-ritario "Due lingue straniere nel ciclo elementare".

Le informazioni basilari per il "Programma di base Scuola grigione 2010" come pure
per i progetti "HarmoS" e "NPC" sono consultabili in Internet agli indirizzi www.kernprogramm.gr.ch, www.edk.ch, www.nfa.ch.

Organo: Dipartimento dell'educazione, della cultura e della protezione dell'ambiente
Fonte: it Ufficio per la scuola popolare e lo sport
Neuer Artikel