Zum Seiteninhalt

I prossimi passi verso uno sviluppo sostenibile della regione del San Gottardo

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
In occasione della prima conferenza sul futuro sviluppo della regione del San Gottardo circa 80 personalità del mondo politico, economico e sociale hanno intensamente discusso nel plenum e in diversi gruppi di lavoro riguardo alle loro idee e ai loro progetti e hanno stabilito i prossimi passi comuni.

Con il Progetto territoriale San Gottardo, PREGO, i quattro Cantoni del San Gottardo Uri, Vallese, Ticino e Grigioni intendono porre le basi per lo sviluppo territoriale, economico e turistico della regione del San Gottardo. Entro la metà del 2011 deve essere creato a questo scopo un processo sostenuto da tutti i partecipanti e devono essere attuati progetti che concretizzino le basi e le idee stabilite nel Progetto territoriale San Gottardo dell'agosto 2005. In una prima fase vengono stabilite nuove forme di collaborazione tra gli attori della politica, dell'Amministrazione pubblica e dell'economia privata e sviluppati in comune progetti e concetti transfrontalieri. A metà del 2007 il Consiglio federale verrà informato sullo stato di questo processo.

Stabilita la collaborazione
Una prima conferenza a questo proposito si è tenuta il 5 luglio 2006 sul Passo del San Gottardo. Consiglieri di Stato provenienti dai quattro Cantoni e importanti attori dell'economia, della pianificazione e della politica hanno presentato le loro idee e i loro progetti per uno sviluppo sostenibile della regione del San Gottardo, li hanno posti in discussione e uniti per un futuro comune. Nel corso della mattinata i Consiglieri di Stato Isidor Baumann (Uri), Marco Borradori (Ticino), Jean-Michel Cina (Vallese) e Stefan Engler (Grigioni) hanno presentato a grandi linee i potenziali della regione, hanno informato sugli intenti dei Cantoni e hanno anche illustrato la situazione economica, in parte difficile. La perdita di impieghi, lo smantellamento dei servizi di base, la creazione di valore aggiunto inferiore alla media, l'emigrazione dei giovani, la necessità di investimenti degli esercizi alberghieri presenti caratterizzano la maggior parte delle regioni dell'area del San Gottardo. È stata sottolineata la forza innovativa della regione, che si mostra in particolare in progetti esemplari nel settore turistico, come il Glacier-Express.
Rappresentanti dell'economia hanno presentato e discusso di promettenti offerte turistiche esistenti o di progetti concreti come il Sasso San Gottardo, le Wasserwelten Göschenen, il Museo Nazionale San Gottardo oppure l'Andermatt Tourismus Resort. Sono state stabilite le basi necessarie e gli importanti fattori di successo, in primo piano si trova l'unione di offerte turistiche sotto il marchio unico "Gotthard - San Gottardo".

Il marchio "Gotthard - San Gottardo" quale fattore di successo
Nel pomeriggio nei gruppi di lavoro si è discusso di "sviluppo economico", di "processi comunali e regionali" e di "infrastrutture pubbliche e raggiungibilità" nella regione del San Gottardo. Ciò ha permesso ai circa 80 partecipanti alla conferenza di presentare le proprie idee e le proprie esigenze.
Nella discussione sullo "sviluppo economico" i partecipanti si sono concentrati sulla creazione di condizioni quadro favorevoli per progetti privati e sull'unione di offerte turistiche o sulle unioni transfrontaliere di impianti di risalita, ecc. Con i "processi comunali e regionali" ai sensi delle "agende locali 21" i singoli attori vogliono vedere le loro iniziative ancorate a livello locale, condivise dalla popolazione e garantite a lungo termine. Vengono considerate importanti in particolare le collaborazioni sovracomunali e lo sviluppo di linee guida locali e regionali che aiutino a stabilire i fulcri dello sviluppo comunale e a dare gli impulsi per lo sviluppo dell'insediamento. Il gruppo di lavoro "infrastrutture pubbliche e raggiungibilità" vuole dei collegamenti attrattivi quale sensato complemento delle offerte turistiche esistenti nella regione del San Gottardo, ad esempio per raggiungere Sedrun attraverso la Porta Alpina, proseguendo da lì per Andermatt con il Glacier Express e poi ritornando sull'Altopiano attraverso le Gole della Schöllenen e la vecchia linea ferroviaria del San Gottardo, in futuro patrimonio mondiale dell'UNESCO, ciò non in un solo giorno, bensì quale possibilità di viaggio di andata e ritorno trascorrendo diversi giorni nella regione del San Gottardo.

Organo: Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste dei Grigioni
Fonte: it Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste dei Grigioni
Neuer Artikel