Contenuto della pagina

La nuova impostazione della perequazione finanziaria e della ripartizione dei compiti tra Confederazione e Cantone richiede numerosi adeguamenti

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo grigionese ha licenziato il messaggio relativo all'attuazione della nuova impostazione della perequazione finanziaria e della ripartizione dei compiti tra Confederazione e Cantoni (NPC) nel Cantone dei Grigioni a destinazione del Gran Consiglio. Il dibattito sul messaggio in Gran Consiglio è previsto per la sessione di aprile e l'entrata in vigore degli atti normativi per il 1° gennaio 2008. La NPC, che comporta numerosi adeguamenti legislativi, porta diversi vantaggi per i Grigioni.

Il 28 novembre 2004 Popolo e Cantoni hanno approvato la proposta costituzionale relativa alla NPC. In seguito, nell'ambito del 2° messaggio NPC, a livello federale il Parlamento ha riveduto 30 leggi e creato tre nuove leggi. L'introduzione della NPC a livello cantonale e federale è prevista per il 1° gennaio 2008. Essa ridisciplina i meccanismi fondamentali della collaborazione tra Confederazione e Cantoni e la perequazione finanziaria. Questi obiettivi vengono raggiunti per mezzo di cinque strumenti. La dissociazione dei compiti porta ad una chiara attribuzione dei compiti. In sette settori di compiti la Confederazione si assume la piena responsabilità (ad es. AVS, AI, strade nazionali), per dieci settori saranno competenti esclusivamente i Cantoni (ad es. Spitex, pedagogia specializzata, disabili adulti) e 17 compiti saranno assunti come finora da entrambi (ad es. assicurazione malattie, traffico regionale, foreste). Con la nuova perequazione finanziaria e degli oneri vengono evitati doppioni e falsi incentivi e creati per i Cantoni margini di manovra supplementari tramite il passaggio da mezzi a destinazione vincolata a mezzi a destinazione non vincolata. Un prossimo passo importante è il dibattito sul 3° messaggio NPC del Consiglio federale, licenziato da quest'ultimo l'8 dicembre 2006 a destinazione del Parlamento federale. La votazione finale nelle Camere federali è prevista per l'estate del 2007.

Vantaggi della NPC per i Grigioni
La NPC porta al Cantone dei Grigioni diversi vantaggi. La NPC crea le basi per una perequazione finanziaria trasparente, mirata e manovrabile, nonché una ripartizione dei compiti tra Confederazione e Cantoni efficace ed orientata alle esigenze con chiare competenze e responsabilità. Essa riduce inoltre le differenze tendenzialmente crescenti nella capacità finanziaria e nella pressione fiscale tra i Cantoni e corregge strutture di incentivazione errate. La NPC amplia le possibilità di proporre servizi innovativi, economici e vicini alle esigenze dei cittadini, al contempo deve però essere garantita una gamma sufficiente di servizi di base. Essa crea oltre a ciò le basi per nuove e più sofisticate forme di collaborazione tra i Cantoni. La perequazione dell'aggravio geo-topografico riduce inoltre gli oneri finanziari eccessivi dei Cantoni alpini.

Requisiti posti all'attuazione della NPC
La nuova ripartizione dei compiti e degli oneri tra Confederazione e Cantoni richiede un vasto adeguamento del diritto cantonale. In vista dell'introduzione della NPC devono essere adeguate numerose leggi e ordinanze, trasformate procedure, ridisciplinati competenze e impieghi delle risorse, elaborati accordi di programma con la Confederazione, effettuati adeguamenti del piano finanziario e del preventivo, nonché risolti problemi transitori. Considerata la complessità del progetto, il termine del 1° gennaio 2008 per l'introduzione è molto ambizioso.

Obiettivi dell'attuazione della NPC
Per l'attuazione della NPC nel Cantone dei Grigioni il Governo si pone in particolare i seguenti obiettivi:
1. L'attuazione della NPC deve essere effettuata nell'ambito di un pacchetto chiave relativamente snello e concentrarsi dapprima sui settori direttamente interessati. Altre riforme devono essere attuate nell'ambito di progetti separati.
2. Il Cantone deve sfruttare i margini di manovra politico-finanziari supplementari della NPC per gestire in modo più efficace l'adempimento dei compiti secondo priorità politiche.
3. La NPC deve essere attuata nei comuni in modo possibilmente neutrale dal profilo delle strutture e dei costi.
4. Il Cantone deve poter indennizzare adeguatamente le prestazioni di comuni e terzi volte all'adempimento di compiti per i quali esso riceve ora sussidi ridotti dalla Confederazione.

Adeguamento del diritto cantonale
Gli adeguamenti giuridicamente necessari vengono riassunti in un atto normativo mantello che contiene una revisione totale della legge cantonale sulle prestazioni complementari e la revisione parziale di dieci leggi cantonali. Inoltre vengono adeguate quattro ordinanze del Gran Consiglio e un'ordinanza viene abrogata. Secondo le direttive del Governo la legislazione esecutiva cantonale si concentra sugli adeguamenti indispensabili. Se in singoli settori di compiti - interessati dalla NPC - sono in fase di elaborazione revisioni legislative, la compatibilità con la NPC deve essere garantita nell'ambito di progetti separati. Ne sono interessati i settori borse di studio, formazione professionale, disabili adulti.
In settori di compiti particolari il Governo emana prescrizioni speciali. Ad esempio, nel settore delle misurazioni ufficiali i sussidi cantonali per gli aggiornamenti periodici dei comuni devono essere aumentati dall'attuale 50 al 100 percento, cosa che in questo settore speciale porta di fatto ad una dissociazione tra Cantone e comuni. Nel settore del miglioramento delle condizioni d'abitazione nelle regioni di montagna si dovrà fare in modo che il Cantone e i comuni possano continuare ad adempiere a questo compito nonostante il ritiro della Confederazione. Nei settori formazione professionale e Spitex il Cantone si assume inoltre integralmente la perdita dei sussidi federali. Sulla base di una relativa nuova concezione prevista nei due settori disabili adulti e pedagogia specializzata, l'attuazione nei rispettivi progetti separati non avverrà già all'inizio del 2008. Inoltre, la perdita di sussidi federali a favore del conto stradale pari a circa 35 mio. di franchi deve essere coperta secondo i bisogni, nell'ambito del preventivo annuale, tramite una relativa maggiore assegnazione di mezzi cantonali generali al conto stradale.

Conseguenze finanziarie
La base più importante per la valutazione delle conseguenze finanziarie della NPC per il Cantone dei Grigioni è costituita dal bilancio globale NPC. Esso mostra i risultati ipotetici in caso di introduzione della NPC negli anni 2004/05. Per il Cantone dei Grigioni risulta uno sgravio di 9 mio. di franchi.
Secondo una stima per il periodo del piano finanziario 2008-2011, per il Cantone dei Grigioni ci si può attendere un bilancio più o meno equilibrato fin dall'anno d'introduzione. La perequazione dell'aggravio geo-topografico e la perequazione dei casi di rigore sono relativamente stabili. La perequazione delle risorse subirà invece importanti oscillazioni in seguito all'annuale aggiornamento.
È inoltre importante il margine di manovra supplementare che risulterà soprattutto dall'aumento dei trasferimenti di mezzi a destinazione non vincolata pari a oltre 100 mio. di franchi e dall'introduzione della sovvenzione forfettaria da parte della Confederazione. A ciò si aggiunge la perdita di tasse non influenzabili (AVS, AI) nella misura di circa 50 mio. di franchi all'anno. Il relativo vantaggio non è quantificabile. È fondamentale che vengano sfruttati gli effetti positivi della NPC.

Persone di riferimento:
- Consigliera di Stato Eveline Widmer-Schlumpf, Direttrice del Dipartimento delle finanze e dei comuni, tel. 081 257 32 01
- Urs Brasser, segretario delle finanze del Dipartimento delle finanze e dei comuni, tel. 081 257 32 12

Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel