Contenuto della pagina

Avviata la consultazione sulla durata della formazione liceale con diverse varianti

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo grigionese ha avviato la consultazione relativa alla revisione parziale della legge concernente le scuole medie del Cantone dei Grigioni, che mette in discussione cinque diverse varianti per la futura durata della formazione liceale.
Nella sessione di agosto 2006 il Gran Consiglio aveva accolto un incarico concernente il rafforzamento della formazione liceale (mantenimento del liceo inferiore) che obbligava il Governo a presentare al Parlamento varianti formulate a livello di legge per la formazione liceale.
Il progetto di revisione parziale della legge sulle scuole medie presenta cinque diversi modelli. La scelta è stata operata in considerazione della situazione particolare presente nel Cantone dei Grigioni con una Scuola cantonale e con le offerte decentralizzate delle sette scuole medie private con liceo. Accanto alla variante attuale con un liceo di sei e uno di quattro anni vengono messe in discussione anche due varianti con un liceo di quattro anni o uno di cinque anni. Queste due varianti prevedono di eliminare il liceo inferiore. A titolo di novità viene aggiunta una variante proposta dai rettori delle scuole medie grigionesi. Questa variante propone di mantenere l'attuale liceo di lunga durata e di introdurre però alla fine dell'ottavo anno scolastico un anno scolastico supplementare, un cosiddetto anno di scelta di studi o anche di sincronizzazione. Viene infine messa in discussione la variante "regioni - centro", la quale rende più flessibili i modelli per i licei, consentendo di attuare nella Scuola cantonale grigione un modello diverso da quello applicato dalle scuole medie private. In questo modo la Scuola cantonale potrebbe avere un liceo di quattro anni senza liceo inferiore e le scuole medie private uno con un liceo inferiore.
La documentazione relativa alla consultazione può essere scaricata dal sito Internet del Dipartimento dell'educazione, cultura e protezione dell'ambiente www.ekud.gr.ch. La consultazione durerà fino al 30 settembre 2007.

Sostenuta la semplificazione della legge federale concernente l'imposta sul valore aggiunto
Il Governo grigionese sostiene la semplificazione della legge federale concernente l'imposta sul valore aggiunto prevista dalla Confederazione. La legge vigente sull'IVA è troppo complicata, poco chiara e di difficile lettura. Tre diverse aliquote d'imposta e diverse eccezioni portano a incertezze e a difficili delimitazioni. La legislazione vigente concernente l'imposta sul valore aggiunto contiene non pochi ostacoli con relativi rischi anche per l'ente pubblico. Come scrive il Governo nella sua presa di posizione a destinazione della Confederazione, gli obiettivi della revisione auspicata possono pertanto essere accolti senza riserve. Gli obiettivi consistono nel semplificare in modo fondamentale il sistema garantendo maggior sicurezza giuridica ai contribuenti, nell'aumentare la trasparenza e in un maggior orientamento nei confronti della clientela.
Il modulo proposto nella consultazione con un'aliquota unica sarebbe di principio interessante e secondo il Governo potrebbe essere convincente se l'aliquota d'imposta fosse sufficientemente bassa. Un'aliquota unica superiore al 6 percento avrebbe però conseguenze molto negative per il settore alberghiero. Quale industria di esportazione vincolata all'ubicazione il turismo è già oggi particolarmente colpito dai prezzi e dai costi elevati della Svizzera. Con l'introduzione di un'aliquota unica superiore al 6 percento il settore alberghiero e il turismo perderebbero competitività di fronte ai concorrenti europei e ne risentirebbero anche i settori a monte e a valle. Per questa ragione secondo il Governo deve essere data la preferenza al modulo proposto con due aliquote. Con questo modello il settore alberghiero beneficia dell'aliquota ridotta del 3,4 percento. Con questa aliquota più bassa per le prestazioni di alloggiamento si tiene conto del carattere di esportazione del settore alberghiero.

Il Governo prende posizione sul Concetto Lupo Svizzera
Il Governo grigionese non è d'accordo con alcuni punti essenziali delle modifiche del Concetto Lupo Svizzera. In Svizzera al lupo viene attribuito lo status di "specie faunistica assolutamente protetta". Come scrive il Governo nella sua presa di posizione a destinazione dell'Ufficio federale dell'ambiente, il lupo non è però una specie minacciata a livello mondiale. In riferimento allo status di protezione non vi è quindi motivo per trattare il lupo diversamente ad esempio dalla lince. Di conseguenza al lupo in Svizzera dovrà essere attribuito in futuro soltanto lo status di "specie faunistica protetta". Il Governo si aspetta dalla Confederazione che alla prossima occasione presenti nuovamente questa richiesta a livello internazionale. Ciò vale tanto più che in Svizzera già a medio termine saranno necessari interventi venatori per regolare gli effettivi di lupi.
Il Governo respinge con decisione anche l'intenzione della Confederazione di vietare l'abbattimento di lupi che cagionano danni nelle cosiddette riserve faunistiche, come ad esempio nelle zone nucleo di parchi nazionali, nelle bandite federali o nelle riserve d'uccelli acquatici e migratori. Le zone di abbattimento devono essere decise esclusivamente e senza inutili restrizioni dalle cosiddette commissioni compartimentali delle diverse regioni, in cui sono rappresentati gli esperti della Confederazione e del Cantone. Inoltre, secondo il Governo non è tuttora chiaro il finanziamento della protezione delle greggi di bestiame minuto. A questo proposito il Governo si aspetta che la Confederazione stanzi ulteriori mezzi.

Approvata la revisione parziale dell'ordinanza cantonale sulla protezione dell'ambiente
L'esportazione di rifiuti urbani combustibili viene ridisciplinata quale misura precauzionale a livello di ordinanza. Il Governo grigionese ha approvato la relativa revisione parziale dell'ordinanza cantonale sulla protezione dell'ambiente. La nuova disposizione dell'ordinanza cantonale prevede l'approvazione da parte del Governo dei contratti di comuni e di consorzi per la gestione dei rifiuti per l'esportazione di rifiuti urbani combustibili in impianti di smaltimento extracantonali. Viene inoltre stabilito a titolo di novità a quali presupposti possa essere concessa l'approvazione. L'approvazione è necessaria solo per contratti di durata limitata di al massimo due anni e se i rifiuti vengono trasportati su ferrovia ai sensi della legge d'introduzione alla legge federale sulla protezione dell'ambiente.
In questo modo il Governo concretizza la misura precauzionale prevista nel piano cantonale di gestione dei rifiuti in vista dell'imminente revisione della legge cantonale sulla protezione dell'ambiente. La revisione parziale dell'ordinanza cantonale sulla protezione dell'ambiente entrerà in vigore il 1° luglio 2007.

Il Governo sostiene le disposizioni esecutive relative alla nuova legge sugli stranieri e alla legge sull'asilo parzialmente riveduta
Il Governo grigionese sostiene di principio le numerose disposizioni esecutive relative alla nuova legge sugli stranieri e alla legge sull'asilo parzialmente riveduta. Nella sua presa di posizione a destinazione della Confederazione il Governo accoglie con favore la prevista revisione dell'ordinanza sull'integrazione degli stranieri. Secondo il Governo grigionese nell'ordinanza devono però essere rielaborate ancora questioni di fondo. Tra le altre cose si deve esplicitamente stabilire che l'integrazione deve essere intesa quale processo reciproco, al quale soprattutto gli stranieri stessi devono contribuire in misura essenziale. Si auspica inoltre una maggiore precisazione delle direttive di integrazione concrete.
Il Governo accoglie in ampia misura anche le precisazioni relative al diritto procedurale contenute nelle ordinanze sull'asilo. Ciò vale in particolare anche per la nuova concezione dell'indennizzo delle spese cantonali per l'assistenza e il collocamento dei richiedenti l'asilo. L'introduzione di forfettarie globali faciliterà e semplificherà la procedura di conteggio con la Confederazione. Il Governo considera sensato e opportuno anche il sistema di incentivazione a ciò correlato volto a ridurre i costi nel settore dell'asilo.
Nonostante il Governo sostenga il cambiamento di sistema proposto, esso ritiene nettamente troppo basse le tariffe proposte per tutte le forfettarie. In questo modo ai Cantoni risulteranno spese supplementari anche in seguito al cambiamento di sistema. Ciò è ancora più spiacevole se si considera che i Cantoni non possono influire in alcun modo sulla durata delle procedure d'asilo e con le novità proposte dovranno ora sopportare anche le relative conseguenze.

I Grigioni aderiscono al nuovo Accordo sulle scuole professionali di base
Il Cantone dei Grigioni aderisce all'Accordo intercantonale sui contributi alle spese di formazione nelle scuole professionali di base (Accordo sulle scuole professionali di base). Questo è quanto ha deciso il Governo grigionese. Il 22 giugno 2006 l'Assemblea plenaria della Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE) ha approvato l'Accordo sulle scuole professionali di base. Esso disciplina gli indennizzi per la frequenza di scuole professionali di base extracantonali. Con il nuovo Accordo il campo d'applicazione è stato esteso ai settori economia forestale, agricoltura, sanità, socialità e arte. A titolo di novità nell'Accordo sono state inserite anche offerte "passerella".
Il Cantone dei Grigioni non può offrire per tutte le professioni la formazione di scuola professionale di base all'interno del Cantone, dato che per diverse formazioni il numero di allievi necessario per la costituzione di una classe di grandezza sensata non è sufficiente. Per il Cantone è perciò importante aderire all'Accordo sulle scuole professionali di base in questione. L'Accordo potrà entrare in vigore all'inizio dell'anno scolastico 2007/2008, se vi aderiranno almeno 15 Cantoni.

Approvata la revisione parziale dell'ordinanza sulla riscossione di tasse e di spese dai detentori di veicoli a motore e di biciclette
Il Governo grigionese ha approvato la revisione parziale dell'ordinanza sulla riscossione di tasse e di spese dai detentori di veicoli a motore e di biciclette. Una modifica essenziale prevede di rinunciare in futuro alla fatturazione anticipata di tasse d'esame e per documenti. Invece di ciò, a titolo di novità per l'elaborazione di una domanda di rilascio di una licenza per allievo conducente (con stampa e invio della carta di ammissione all'esame teorico) verrà riscossa una tassa di 30 franchi. L'ordinanza sulle tasse modificata entrerà in vigore il 1° ottobre 2007.

Dai comuni e dalle regioni
- Davos: viene approvato il contratto tra il Cantone dei Grigioni e il Comune di Davos concernente la subordinazione operativa della Polizia comunale di Davos sotto la Polizia cantonale e l'assunzione di compiti di polizia comunale da parte della Polizia cantonale. Il contratto prevede la trasmissione della responsabilità operativa alla Polizia cantonale; la responsabilità amministrativa rimane però al Comune di Davos.
- Castaneda: viene approvato il progetto integrale "Castaneda IV" del Comune di Castaneda. Alle spese sussidiabili del progetto di protezione pari a 820'000 franchi vengono versati sussidi cantonali per un importo di 146'000 franchi.
- Silvaplana: viene approvato il progetto "Protezione contro la caduta sassi Silvaplana" del Comune di Silvaplana. Alle spese sussidiabili pari a 470'000 franchi viene versato un sussidio cantonale di al massimo 51'700 franchi.
- Safien: al Consorzio per l'approvvigionamento idrico Safien-Platz viene garantito un sussidio di 228'900 franchi alle spese sussidiabili per il rinnovo e il potenziamento dell'impianto di approvvigionamento idrico, 2a tappa.
- Cumbel: al Comune di Cumbel viene garantito un sussidio di 72'000 franchi alle spese sussidiabili per il risanamento e il potenziamento dell'impianto di approvvigionamento idrico, 2a tappa.
- Savognin: lungo la strada dello Julier all'interno della località di Savognin in zona ospedale/Posta il limite di velocità esistente di 50 km/h "generale" viene esteso di ca. 170 metri in direzione di Bivio.
- Samnaun: in diverse frazioni del Comune di Samnaun, inclusa la strada cantonale, la velocità massima viene fissata a 30 km/h e viene introdotta una "zona con limite di velocità massimo di 30 km/h".
- Bivio: all'interno di tutto l'abitato di Bivio, inclusa la strada principale, la velocità massima viene fissata a 30 km/h e viene introdotta una "zona con limite di velocità massimo di 30 km/h". Al contempo all'entrata sud del paese, il segnale di velocità massima di 50 km/h "generale" viene spostato di ca. 50 metri in direzione di Silvaplana, eliminando la zona preliminare di 60 km/h.
- Bergün: all'interno di tutto l'abitato di Bergün, incluse le strade cantonali, la velocità massima viene fissata a 30 km/h e viene introdotta una "zona con limite di velocità massimo di 30 km/h".
- Rodels: all'interno di tutto l'abitato di Rodels, incluse le strade cantonali, la velocità massima viene fissata a 30 km/h e viene introdotta una "zona con limite di velocità massimo di 30 km/h".
Sussidi cantonali a favore di diverse istituzioni
- "Waldbau 2007": viene approvato il progetto cantonale "Waldbau 2007" con costi complessivi di 24'802'000 franchi. I costi rimanenti, una volta dedotto il ricavato della vendita del legno, ammontano a 13'790'000 franchi. Ai proprietari di boschi partecipanti al progetto vengono assicurati sussidi cantonali per un importo di 1'996'000 franchi. Il progetto mira a continuare i lavori di cura del bosco più necessari e urgenti in base a chiari criteri.
- Città di Coira: per la copertura della vasca esterna dell'impianto sportivo Obere Au, impianto di nuoto, viene garantito alla Città di Coira un sussidio di 210'000 franchi in base alla Concezione degli impianti sportivi di importanza cantonale (CISIC GR).
- Società di calcio di Ems: a condizione della riuscita del finanziamento globale, per la costruzione di un campo in erba artificiale nell'impianto sportivo Vial a Domat/Ems viene garantito alla Società di calcio di Ems un sussidio di 220'000 franchi in base alla Concezione degli impianti sportivi di importanza cantonale (CISIC GR).
- Aiuto umanitario: il Governo ha stanziato un importo complessivo di 34'000 franchi per in totale nove progetti di aiuto umanitario all'estero.

Progetti stradali
Il Governo ha stanziato complessivamente 759'000 franchi per la costruzione e il risanamento del seguente tratto stradale:
- A13 Strada nazionale: lavori da capomastro e di pavimentazione rotonda Thusis Nord

Affari del personale
- Renato Lanfranchi, domiciliato a Igis, è stato nominato vice capoufficio dell'Ufficio dell'igiene pubblica.

Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel