Contenuto della pagina

Il Governo prende posizione sulla Panoramica FTP

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Cantone dei Grigioni richiede diversi adeguamenti alla Panoramica sul decreto federale concernente la costruzione e il finanziamento dei progetti d'infrastruttura dei trasporti pubblici (FTP). Con il progetto, il Consiglio federale illustra come la rete ferroviaria svizzera e l'offerta di trasporto pubblico debbano essere ulteriormente sviluppate. Mediante la nuova legge federale e il decreto federale sul credito complessivo deve inoltre essere garantito il futuro sviluppo dell'infrastruttura ferroviaria (SIF). Di principio, nella sua presa di posizione il Governo si associa alla presa di posizione comune della Conferenza dei direttori cantonali dei trasporti pubblici. Il Governo ricorda però che, per quanto riguarda i Grigioni, lo spostamento del potenziamento dell'asse Zurigo Coira tra le "opzioni di ampliamento" ostacola lo sviluppo del Cantone dei Grigioni. Il mercato richiede in particolare un aumento della frequenza anche per il traffico sull'asse Basilea Zurigo - Grigioni. Per il Governo sono in ampia misura dati i presupposti infrastrutturali per una rapida introduzione della cadenza semioraria tra Zurigo e Coira. Per i Grigioni è anche problematico il fatto che, contrariamente alle FFS, le imprese di trasporto concessionarie, in particolare la Ferrovia Retica (FR), non ricevano indennizzi per il traffico viaggiatori a lunga percorrenza. Ciò fa sì che la FR non abbia diritto a fondi d'investimento dal Fondo FTP. Al contempo è tuttavia necessario che la FR coordini le sue offerte con quelle delle FFS. Per questo motivo, secondo il Governo si impone un'integrazione adeguata dei trasporti regionali nel progetto SIF. Infine il Governo richiede che quale opzione di ampliamento venga introdotta la cadenza oraria senza necessità di cambiare treno sull'asse Costanza Rorschach Sargans Coira. Questo perché attualmente per chi proviene dalla Germania meridionale, i Grigioni non sono facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici.

Avviata la consultazione relativa alla revisione parziale dell'ordinanza della legge sulla cura degli ammalati Il Governo grigionese ha dato il via alla consultazione relativa alla revisione parziale dell'ordinanza della legge sulla promozione della cura degli ammalati e dell'assistenza alle persone anziane e bisognose di cure (Ordinanza della legge sulla cura degli ammalati). Il 13 giugno 2007 il Gran Consiglio aveva deciso una revisione parziale della legge sulla promozione della cura degli ammalati e dell'assistenza alle persone anziane e bisognose di cure (Legge sulla cura degli ammalati). La revisione parziale prevede l'introduzione di un finanziamento cantonale riferito alle prestazioni dei servizi di cura e assistenza a domicilio (Spitex) e dei servizi di consulenza alle madri e ai padri, nonché una nuova concezione dei sussidi cantonali agli investimenti a favore delle case per anziani e di cura e delle unità di cura. La revisione parziale della legge sulla cura degli ammalati richiede un adeguamento di diversi punti dell'ordinanza della legge sulla cura degli ammalati. A titolo di novità, nell'ordinanza vengono integrate disposizioni che garantiscono pari possibilità di accesso alle prestazioni di cura e assistenza a domicilio e di consulenza alle madri e ai padri per le persone interessate nel Cantone dei Grigioni. L'ordinanza disciplina inoltre le prestazioni riconosciute nelle categorie di prestazioni aventi diritto a sussidi (prestazioni infermieristiche, di economia domestica e di assistenza, servizio pasti), nonché l'entità massima delle prestazioni aventi diritto a sussidi nel settore della cura e dell'assistenza a domicilio. Inoltre vengono prescritti gli standard minimi relativi al tipo e all'entità delle prestazioni da offrire nella consulenza alle madri e ai padri. Infine, l'ordinanza definisce la nozione di economicità, determinante per fissare i sussidi cantonali alle prestazioni a favore dei servizi di cura e assistenza a domicilio, nonché le tariffe massime degli istituti. La documentazione relativa alla consultazione può essere scaricata dal sito Internet del Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità www.djsg.gr.ch. Il termine scade il 30 settembre 2007.
Persona di riferimento:
Rudolf Leuthold, capo dell'Ufficio dell'igiene pubblica, tel. 081 257 26 41

Maggiore sostegno ai giovani in relazione all'entrata nel mondo professionale Il Cantone dei Grigioni rafforza il sostegno ai giovani che hanno difficoltà ad integrarsi nel mercato professionale e del lavoro. Il Governo grigionese ha approvato il relativo concetto "Case management formazione professionale". Negli ultimi anni, le difficoltà dei giovani ad integrarsi nel mercato professionale e del lavoro sono aumentate anche nei Grigioni. Una problematica particolare risulta in relazione ai mutamenti sociali e alle conseguenti maggiori esigenze poste dall'economia ai giovani in formazione. Chi ha ottenuto scarsi risultati nella scuola dell'obbligo o è socialmente svantaggiato fa sempre più fatica a trovare un posto di formazione professionale o scolastica. Con l'avvio del progetto "Case Management formazione professionale" il Cantone reagisce a questa situazione. L'obiettivo prioritario del progetto è quello di consentire al maggior numero possibile di giovani di concludere una prima formazione obbligatoria e di ridurre rispettivamente impedire così la disoccupazione giovanile. L'attuazione inizierà nell'autunno 2007. A questo scopo verranno assunti coach professionali che, all'insegna del motto "aiuto all'autoaiuto", seguiranno i giovani interessati nella fase di scelta della professione e di entrata nel mondo professionale. La fase pilota durerà quattro anni scolastici. Il progetto viene diretto dall'Ufficio della formazione professionale. Per l'attuazione negli anni 2007 2011 è previsto un credito di 958'600 franchi.

Promozione dell'integrazione degli stranieri L'integrazione degli stranieri deve essere maggiormente promossa. Il Governo grigionese ha assegnato all'Ufficio per questioni di polizia e di diritto civile la direzione e il coordinamento delle attività di integrazione previste dal diritto sugli stranieri e in materia d'asilo. Per attuare tutti i compiti di integrazione previsti dal diritto sugli stranieri e in materia d'asilo, nonché i compiti nell'ambito della lotta contro il razzismo viene inoltre creato per il 1° gennaio 2008 un posto di delegato all'integrazione. Nell'ambito della nuova legge sugli stranieri e della revisione della legge sull'asilo, nonché delle relative ordinanze, nel settore dell'integrazione vengono ridisciplinate le competenze tra la Confederazione e i Cantoni. Ai Cantoni competeranno l'esecuzione e l'attuazione del programma prioritario della Confederazione. Questo cambiamento pone nuove esigenze alla politica cantonale di integrazione. Analogamente alla regolamentazione federale, il settore della politica cantonale di integrazione è ora stato integrato nel settore degli stranieri dell'Ufficio per questioni di polizia e di diritto civile, che è responsabile per la direzione e l'attuazione della promozione dell'integrazione. Nell'ambito di un fondo per l'integrazione da creare ex novo, esso amministra anche i sussidi per l'integrazione versati dalla Confederazione. Il delegato all'integrazione coordinerà le misure d'integrazione per l'integrazione sociale, professionale e culturale dei rifugiati, delle persone bisognose di protezione in possesso di un permesso di dimora e degli stranieri ammessi provvisoriamente e attuerà gli altri compiti di integrazione del Cantone.
Persona di riferimento:
Heinz Brand, capo dell'Ufficio per questioni di polizia e di diritto civile, tel. 081 257 25 21

Il Governo è favorevole alla modifica dell'ordinanza sulle case da gioco Il Governo grigionese accoglie con favore tutte le misure che portano ad un miglioramento della situazione economica delle case da gioco nei Grigioni. Come scrive il Governo nella sua presa di posizione sulla modifica dell'ordinanza federale sulle case da gioco, la chiusura dei due casinò grigionesi rimanenti significherebbe una grande perdita di immagine non solo per il nostro Cantone turistico, ma anche per il gioco d'azzardo in tutta la Svizzera. Essa comporterebbe inoltre la perdita di una cinquantina di posti di lavoro, che deve essere evitata. Il Governo è perciò d'accordo con la possibilità di permettere alle case da gioco di sospendere i giochi ai tavoli nei giorni in cui non può essere conseguito un utile adeguato. Il Governo sostiene anche altre misure volte a garantire il successo economico di casinò turistici, del quale beneficiano anche la Confederazione e il Cantone. Per compensare gli svantaggi dei casinò turistici e per mantenere gli effetti positivi che i casinò hanno per l'ente pubblico, il Governo si dice inoltre anche favorevole ad una revisione della legge sulle case da gioco per quanto riguarda le aliquote della tassa dei casinò.

Approvati in larga misura gli adeguamenti delle ordinanze di esecuzione NPC Il Governo grigionese si dichiara perlopiù d'accordo con le modifiche delle ordinanze a seguito della nuova impostazione della perequazione finanziaria e della ripartizione dei compiti tra Confederazione e Cantoni (NPC). I progetti di ordinanza presentati attuano in modo sostanzialmente corretto le direttive risultanti dalla legislazione NPC, scrive il Governo nella propria presa di posizione a destinazione della Confederazione. Diverse disposizioni necessitano invece di chiarimenti o di correzioni puntuali. Ciò riguarda tra l'altro i settori bosco, acqua e protezione della natura e del paesaggio. Secondo il Governo, con la NPC ai Cantoni deve essere concessa maggiore autonomia nell'adempimento dei compiti rispettivamente nella realizzazione dei progetti. Essi possono tuttavia sfruttare i relativi margini di manovra soltanto se nei rimanenti compiti comuni la Confederazione si limita alle direttive strategiche e non impone ai Cantoni ogni dettaglio. Da questo punto di vista, le ordinanze di esecuzione in questione non convincono in tutti i punti e in parte devono ancora essere adeguate.
Persona di riferimento:
Urs Brasser, segretario delle finanze del Dipartimento delle finanze e dei comuni, tel. 081 257 32 12

Decisa la revisione parziale delle disposizioni esecutive della legge sulla promozione dell'assistenza ai bambini complementare alla famiglia Il Governo ha deciso una revisione parziale delle disposizioni esecutive della legge sulla promozione dell'assistenza ai bambini complementare alla famiglia nel Cantone dei Grigioni. È stata adeguata la direttiva finora vigente che prescriveva una durata di collocamento minima di due mezze giornate alla settimana in asili nido o doposcuola. In seguito alla richiesta di durate di assistenza più brevi, la clausola esistente è stata modificata in "per almeno mezza giornata alla settimana". Inoltre vengono riformulati ed estesi i costi standard per il calcolo dei sussidi dell'ente pubblico. Per rendere più uniforme il calcolo dei costi standard, gli offerenti devono a titolo di novità basarsi su un piano dei conti uniforme. Anche nel rapporto sulle famiglie nei Grigioni, nel settore dell'assistenza ai bambini si è mirato, quale misura prioritaria, ad estendere i costi standard. L'adeguamento delle disposizioni esecutive entrerà in vigore il 1° gennaio 2008.

Revisione totale dell'ordinanza concernente il servizio dentistico nelle scuole Il Governo grigionese ha approvato la revisione totale dell'ordinanza concernente il servizio dentistico nelle scuole (nuovo titolo: ordinanza sul servizio dentistico scolastico). Con la revisione totale si mira a garantire un'attuazione efficace delle misure volte al mantenimento dell'igiene orale di tutti i bambini della scuola dell'infanzia ed elementare, incluse le rispettive classi ridotte e scuole speciali del Cantone dei Grigioni. L'adeguamento risulta necessario dato che l'Ordine dei dentisti grigionesi ha elaborato un nuovo concetto per assicurare le misure volte al mantenimento dell'igiene orale nelle scuole. Il concetto prevede la creazione nel Cantone di una rete di circa 20 istruttrici regionali che dispongono di una formazione quale assistente dentaria al posto di un'unica assistente dentaria scolastica. In questo modo si vuole assicurare la maggior accettazione ed efficacia possibile delle misure in tutte le regioni del Cantone dei Grigioni. La nuova ordinanza entrerà in vigore il 1° agosto 2007 e si applica la prima volta l'anno scolastico 2007/2008.

Approvata la gestione dei pericoli naturali 2007 Il Governo grigionese ha approvato il programma di lavoro "Gestione dei pericoli naturali 2007" con spese complessive pari a 1'350'000 franchi. Il programma di lavoro pone gli accenti sul settore del sistema d'informazione dei pericoli, nonché sull'aggiornamento e sull'allestimento di nuove carte dei pericoli in diversi comuni. All'incirca il 60 percento dei lavori viene svolto dal Servizio forestale cantonale. Ambiti speciali del lavoro vengono assegnati a uffici privati. Una volta dedotti i sussidi federali attesi, al Cantone rimangono spese nette di circa 262'000 franchi.

Dai comuni e dalle regioni
- Coira: viene approvata la revisione totale della pianificazione urbana della Città di Coira del 26 novembre 2006.
- Vignogn: viene approvato lo Statuto del Comune di Vignogn del 9 maggio 2006, ad eccezione dell'art. 42 cpv. 2.
- Trun: lungo la strada dell'Oberalp, all'entrata ovest della frazione di Campliun del Comune di Trun, il limite di velocità di 60 km/h viene esteso di ca. 220 metri in direzione di Disentis/Mustér.
- Sils i.E./Segl: all'interno di tutto l'abitato di Sils i.E./Segl, inclusa la strada cantonale, la velocità massima viene fissata a 30 km/h e viene introdotta una "zona 30". Davos: all'interno dell'abitato di Davos, lungo la Scalettastrasse e la Bobbahnstrasse, la velocità massima viene fissata a 30 km/h e viene introdotta una "zona 30".
- Pratval: all'interno di tutto l'abitato di Pratval, inclusa la strada cantonale, la velocità massima viene fissata a 30 km/h e viene introdotta una "zona 30". Al contempo, all'entrata sud del paese il segnale di velocità massima di 50 km/h "generale" viene spostato, insieme al cartello di località, di ca. 100 metri in direzione di Thusis e all'entrata est del paese di ca. 30 metri in direzione di Almens.
- Laax: viene approvato il progetto "Allacciamento Alp Uaul" del Comune di Laax. Alle spese viene garantito un sussidio di al massimo 510'000 franchi.

Sussidi cantonali a favore di diverse istituzioni
- Centro abitativo St. Catharina, Cazis: viene approvato il progetto per la trasformazione del 1° e del 2° piano del centro abitativo St. Catharina di Cazis. All'ente responsabile viene garantito un sussidio edilizio di al massimo 344'500 franchi.
- Promozione della cultura: il Governo ha stanziato sussidi per un importo complessivo di 138'500 franchi per la promozione di 12 manifestazioni e opere culturali.

Progetti stradali Il Governo ha stanziato complessivamente 1'380'000 franchi per la costruzione e il risanamento del seguente tratto stradale: - A13 Strada nazionale: adeguamento degli impianti elettromeccanini, nonché degli impianti elettrici a corrente forte e debole nell'area destinata alla circolazione della galleria del San Bernardino.

Affari del personale
- Willi Berger, residente a Coira, segretario di concetto presso il Dipartimento delle finanze e dei comuni, è stato nominato direttore della Cassa cantonale pensioni dei Grigioni.

Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel