Contenuto della pagina

Nessun intervento di vigilanza in Engadina Alta per quanto riguarda la costruzione di residenze secondarie

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Secondo il Governo grigionese non sono dati i presupposti giuridici per un intervento di vigilanza in Engadina Alta dopo il fallimento del primo piano direttore regionale e per imporre ai comuni un regolamento sostitutivo per la limitazione della costruzione di residenze secondarie. Ciò è quanto emerge dalla risposta del Governo a una rispettiva istanza presentatagli all'inizio di luglio 2007 da cerchie vicine agli iniziativisti dell'allora iniziativa per la limitazione della costruzione di residenze secondarie in Engadina Alta. Nell'istanza il Governo è stato invitato a fissare al Circolo dell'Engadina Alta un termine per l'emanazione di un piano direttore regionale. È inoltre stato chiesto di emanare un regolamento sostitutivo transitorio per tutti i comuni del circolo. In questo modo si dovrebbe tenere conto delle esigenze dell'iniziativa di circolo, accolta nel 2005 dal Popolo dell'Engadina Alta, per il contingentamento della costruzione di residenze secondarie.
Secondo il Governo interventi di questo tipo non sono giustificabili dal punto di vista giuridico. Perché il Governo possa intervenire come autorità di vigilanza, il regolamento vigente dovrebbe trovarsi in contrasto con il diritto di rango superiore. Ciò non è il caso. Né il diritto cantonale e federale, né il Piano direttore cantonale contengono prescrizioni vincolanti in materia di costruzione di residenze secondarie. Il Governo rende inoltre attenti al fatto che quasi tutti i comuni dell'Engadina Alta, a seguito dell'iniziativa di circolo approvata, hanno nel frattempo emanato spontaneamente regolamentazioni per contingentare la costruzione di residenze secondarie. Questa richiesta dell'iniziativa è quindi in buona parte soddisfatta. A ciò si aggiunge che il Circolo dell'Engadina Alta è consapevole del fatto che sarà oramai necessario un secondo tentativo per l'emanazione un piano direttore regionale sul tema della costruzione di residenze secondarie.

Governo contrario all'iniziativa parlamentare sul divieto dei pitbull in Svizzera
Il Governo grigionese accoglie con sostanziale favore l'introduzione nella legislazione sugli animali di una regolamentazione nazionale degli aspetti di sicurezza relativi alla detenzione di cani. Per contro si dice contrario all'iniziativa parlamentare sul divieto dei pitbull in Svizzera nella forma presentata.
Come osserva il Governo nella sua presa di posizione, esso respinge le modifiche della legge sulla protezione degli animali proposte. L'obiettivo di proteggere le persone dalle ferite provocate dai cani deve essere sostenuto. Le misure proposte non sono tuttavia né adeguate né opportune. Secondo il Governo il progetto va troppo in là. Inoltre non è ben studiato e contiene molti punti poco chiari. Deve essere respinta in particolare la prevista classificazione dei cani in tre categorie "poco pericolosi", "potenzialmente pericolosi" e "pericolosi". Questa suddivisione sottolineerebbe che la pericolosità dei cani è primariamente insita nei geni di una razza. Ciò non può essere dimostrato scientificamente e non corrisponde all'esperienza. Inoltre l'onere per l'esecuzione sarebbe enorme in particolare per le procedure di autorizzazione e sarebbe del tutto sproporzionato rispetto alla limitazione dei danni dovuti ai morsi. Viene anche respinta la regolamentazione proposta relativa al divieto di possesso, allevamento e importazione di determinati cani. Da un lato è difficile determinare chiaramente la razza di un cane, dall'altro i detentori di cani che utilizzano questi animali come status symbol possono subito passare ad altre razze.

Il Governo è perlopiù d'accordo con il Piano settoriale militare
Il Governo grigionese è perlopiù d'accordo con la bozza di Piano settoriale militare 2007. In particolare, i principi e i concetti territoriali del Piano settoriale sono conciliabili con il Piano direttore cantonale. L'adeguamento del piano settoriale ha avuto origine dalla riforma Esercito XXI. La base per l'adeguamento e l'aggiornamento è costituita dal concetto di stazionamento del 1° giugno 2005.
Già in passato il Governo si è espresso a più riprese su piani settoriali federali concernenti il militare. Alcune delle richieste formulate a suo tempo sono state considerate nel piano settoriale attuale. Altre questioni importanti, come ad esempio la situazione della piazza d'armi e di tiro Rossboden a Coira e delle sue grandi immissioni foniche, sono tuttora insoddisfacenti e irrisolte. Anche le modalità d'uso della piazza di tiro di Hinterrhein portano talvolta a malumori tra la popolazione. Il Governo propone quindi di istituire a Coira una commissione della piazza d'armi rispettivamente a Hinterrhein una commissione della piazza di tiro, delle quali dovranno fare parte rappresentanti della piazza di tiro e dei comuni d'ubicazione. Inoltre, per quanto riguarda la piazza di tiro di Grono, il futuro aumento dell'occupazione crea problemi che dovranno essere discussi e chiariti con le autorità regionali e locali. Per quanto riguarda la piazza di tiro Arlas di Pontresina, il Governo chiede di riesaminare la situazione, con l'obiettivo di chiudere la piazza in un prossimo futuro. Per il Governo è anche importante che le piazze di tiro e d'esercitazione chiuse non vengano restituite ai comuni come siti inquinati.

Il Governo auspica la rielaborazione dell'ordinanza sulla protezione dei prati e pascoli secchi d'importanza nazionale
Il Governo grigionese sostiene di principio la protezione dei parti e pascoli secchi d'importanza nazionale. Devono però essere rielaborate e completate diverse disposizioni esecutive, come scrive il Governo nella sua presa di posizione a destinazione della Confederazione relativa all'ordinanza sulla protezione dei prati e pascoli secchi d'importanza nazionale. Il Governo richiede inoltre che l'attuazione dell'inventario a livello federale sia assicurata anche dal profilo finanziario.
Con 784 oggetti e una superficie di oltre 7'000 ettari i Grigioni hanno il maggior numero e la maggior estensione di prati e pascoli secchi di tutta la Svizzera. Un oggetto su tre si trova nei Grigioni. Dell'ordinanza prevista, da un lato il Governo accoglie con favore la garanzia delle particolari qualità paesaggistiche, nonché gli indennizzi della gestione particolare a ciò correlati. D'altro lato il Governo respinge una grande limitazione supplementare dello sviluppo dello spazio vitale ed economico dei Grigioni dovuta a misure di protezione. La cura degli oggetti nelle regioni può essere assicurata soltanto se la gestione agricola rimane possibile con mezzi moderni.

Dai comuni e dalle regioni
- Corporazione regionale Surselva: viene approvata la revisione dello statuto della corporazione regionale Surselva.
- Circolo di Trin: viene approvata la revisione parziale dello statuto del Circolo di Trin del 16/17 giugno 2007.
- Consorzio per la depurazione delle acque di scarico di Landquart: viene approvato lo statuto riveduto del consorzio per la depurazione delle acque di scarico di Landquart.
- Silvaplana: vengono approvate le revisioni parziali dello statuto comunale decise in occasione delle assemblee comunali del Comune di Silvaplana del 2 maggio e del 27 giugno 2007. Viene anche approvata la legge sulle tasse di soggiorno e turistiche del 2 maggio 2007.
- Zuoz: viene approvata la revisione parziale della pianificazione locale del Comune di Zuoz del 5 luglio 2006.
- Ardez: all'interno di tutto l'abitato di Ardez e di Bos-cha la velocità massima viene fissata a 30 km/h e viene introdotta una "Zona 30". Al contempo ad Ardez il limite di velocità di 60 km/h all'entrata orientale del paese viene spostato, insieme al cartello di località, di ca. 200 in direzione di Ftan, il limite di velocità esistente 50 "generale" viene soppresso e la zona interna all'abitato viene estesa di circa 200 metri in direzione di Ftan.

Sussidi cantonali a favore di diverse istituzioni
Luftgewehrverein Bonaduz: il Luftgewehrverein Bonaduz riceve un sussidio dal Fondo per lo sport dell'ammontare di 12'500 franchi al massimo per la costruzione dell'impianto di tiro con fucile ad aria compressa Nulez Bonaduz.
- Kulturraum Viamala: al circolo culturale Viamala, Sils i. D., viene concesso un sussidio una tantum di 9'000 franchi per la realizzazione di una guida culturale.
- Musikgesellschaft Jenaz: alla società di musica Jenaz viene concesso un sussidio di al massimo 8'000 franchi per le nuove uniformi e un sussidio di al massimo 5'000 franchi per nuovi strumenti.

Progetti stradali
Il Governo ha stanziato complessivamente 5'430'000 franchi per la costruzione e il risanamento dei seguenti tratti stradali:
- A13 Strada nazionale: progettazione manufatti circonvallazione di Roveredo
- A28 Strada nazionale: progettazione galleria e progettazione tracciato circonvallazione di Küblis

Affari del personale
Beat Ryffel, domiciliato a Coira, attualmente segretario di concetto del Dipartimento dell'economia pubblica e socialità è stato nominato segretario di concetto del Dipartimento delle finanze e dei comuni.
Rolf Hanimann, domiciliato a Küblis, è stato nominato veterinario cantonale e capo dell'Ufficio per la sicurezza delle derrate alimentari e la salute degli animali.
Matthias Beckmann, domiciliato a Bonaduz, è stato nominato chimico cantonale e vicecapo dell'Ufficio per la sicurezza delle derrate alimentari e la salute degli animali.
Ernst Bachmann, domiciliato a Tamins, è stato nominato capo dell'Ufficio dell'energia e dei trasporti.

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel