Contenuto della pagina

Il Governo esprime riserve in merito all'ordinanza sull'approvvigionamento elettrico e respinge la revisione dell'ordinanza sull'energia della Confederazione

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo grigionese esprime delle riserve in merito all'ordinanza sull'approvvigionamento elettrico della Confederazione e respinge la prevista revisione dell'ordinanza sull'energia. L'ordinanza sull'approvvigionamento elettrico disciplina innanzitutto la prima tappa dell'apertura del mercato dell'elettricità, la sicurezza dell'approvvigionamento, l'accesso alla rete da parte di terzi e le relative indennità. Come si legge nella sua presa di posizione, in linea di principio il Governo sostiene la legge federale sull'approvvigionamento elettrico approvata dal Parlamento. Questa legge offre la possibilità di compiere un'apertura del mercato ordinata e scaglionata nel tempo. Essa permette di attenuare le ripercussioni ecologiche ed economiche negative della liberalizzazione. Favorisce inoltre l'energia idroelettrica e crea la necessaria solidarietà con le regioni decentrali. Per il Governo è di conseguenza importante che questi principi vengano introdotti anche nell'ordinanza sull'approvvigionamento elettrico e nell'ordinanza sull'energia da rivedere.
Secondo il Governo la presente ordinanza sull'approvvigionamento elettrico adempie solo in parte a queste richieste. Si teme ad esempio un maggior carico nascosto per le regioni di montagna e le zone di frontiera. Il progetto in consultazione prevede infatti che i costi per le capacità di rete messe a disposizione vengano fatturati in modo sproporzionato ai clienti finali nei Cantoni di montagna. In seguito all'esportazione di energia elettrica, i beneficiari di queste reti ben sviluppate sono in primo luogo i produttori, rispettivamente i consumatori negli agglomerati urbani. Sarebbe dunque corretto se questi si assumessero i costi proporzionali. Inoltre, secondo il Governo non sono ancora individuabili ovunque altre ripercussioni dell'esecuzione. Per questa ragione il Governo chiede che, nei primi cinque anni dall'entrata in vigore, la Confederazione effettui analisi regolari della situazione e proceda a eventuali correzioni.
Il Governo respinge la revisione dell'ordinanza sull'energia. Questa revisione concerne in particolare l'acquisizione di elettricità prodotta da energie rinnovabili in nuovi impianti e la retribuzione dei produttori. In sintonia con le prese di posizione della Conferenza dei direttori cantonali dell'energia e della Conferenza dei governi dei Cantoni alpini, il Governo chiede una rielaborazione dell'ordinanza. Con questo il Governo non vuole opporsi alla promozione delle energie rinnovabili, ritiene tuttavia sbagliato l'approccio di finanziamento proposto dalla Confederazione. Secondo questo approccio verrebbero penalizzati gli impianti idroelettrici di elevata qualità energetica. Ad approfittarne sarebbero per contro gli impianti di piccole dimensioni in pianura. Secondo il Governo, i mezzi di promozione a disposizione non dovrebbero essere distribuiti secondo il principio dell'annaffiatoio. Vanno per contro sostenuti quegli impianti che utilizzano in modo efficiente le risorse disponibili e contribuiscono alla sicurezza di approvvigionamento.

La legge sulle imposte riveduta entrerà in vigore il 1° gennaio 2008
La revisione parziale della legge cantonale sulle imposte entrerà in vigore come previsto il 1°  gennaio 2008. Già il 1° dicembre 2007 entreranno in vigore alcune parti dell'articolo 3 della legge sulle imposte. Questo è quanto ha deciso il Governo grigionese.
Il Gran Consiglio aveva approvato la revisione parziale della legge cantonale sulle imposte nella sessione di ottobre 2006. Contro questa revisione non è stato lanciato alcun referendum. Il termine è scaduto inutilizzato il 31 gennaio 2007. Come previsto, il 1° gennaio 2008 potranno così entrare in vigore gli sgravi delle persone giuridiche, delle coppie e delle famiglie con figli, l'esenzione dei discendenti diretti dall'imposta sulla massa successoria e diversi altri miglioramenti in ambito fiscale. Il motivo per l'entrata in vigore anticipata di alcune parti dell'articolo 3 della legge sulle imposte va cercato nel fatto che il Gran Consiglio, nella sessione di dicembre 2007, dovrà fissare il tasso fiscale per le persone fisiche e giuridiche, nonché l'imposta di culto per l'anno fiscale 2008.
Alcune disposizioni della revisione parziale, tra cui l'equiparazione ai coniugi delle coppie registrate, nonché la precisazione dell'imposizione delle obbligazioni con interesse unico, erano già state messe in vigore retroattivamente dal Governo con effetto al 1° gennaio 2007.

I Grigioni intensificano la formazione in pedagogia curativa scolastica
Nel Cantone dei Grigioni in futuro deve aumentare il numero di persone con una formazione in pedagogia curativa scolastica. Per far fronte in tempo utile alla necessità di personale supplementare in questo settore, l'Alta scuola pedagogica dei Grigioni in collaborazione con la Scuola intercantonale di pedagogia curativa di Zurigo proporrà quattro nuovi corsi di formazione negli anni 2008-2011. Questo è quanto ha deciso il Governo grigionese.
Motivo di questo passo è la carenza di pedagogisti curativi dovuta alla sempre maggiore integrazione di classi ridotte e scuole speciali. Nel corso dell'anno scolastico 2006/07, nei Grigioni lavoravano 481 persone, a tempo pieno o parziale, nei settori della pedagogia curativa. Di queste, solo la metà circa dispone di una formazione in pedagogia curativa. Inoltre l'attuazione del concetto di pedagogia specializzata del Cantone in futuro inasprirà ulteriormente la situazione del personale. Per il futuro, il Cantone stima in 600 il numero di insegnanti necessari nei settori "educazione speciale preventiva", "sostegno integrato", "provvedimenti pedagogico-terapeutici" e "istruzione scolastica speciale".
Nella formazione si conta dunque in un primo passo di basarsi sull'esperienza professionale già raccolta delle persone specializzate che operano nel campo terapeutico o scolastico e che non dispongono di un relativo diploma. La formazione successiva di queste persone è una soluzione vantaggiosa per far fronte alla carenza di personale. Nei quattro corsi decisi, con 25 studenti all'anno, circa 100 persone possono conseguire la relativa qualifica. Per questa qualifica il Governo ha approvato un credito di al massimo 3,8 milioni di franchi per gli anni 2008-2013. È fatta salva l'approvazione dei crediti annui da parte del Gran Consiglio.

Accolta con favore la revisione dell'ordinanza concernente l'aiuto alle vittime di reati da parte della Confederazione
Nella sua presa di posizione il Governo grigionese accoglie con favore la revisione da parte della Confederazione dell'ordinanza concernente l'aiuto alle vittime di reati. L'ordinanza va adeguata alla revisione totale del 23 marzo 2007 della legge concernente l'aiuto alle vittime di reati. Essa contiene disposizioni relative ai redditi determinanti, al calcolo dei contributi alle spese e degli indennizzi nonché al contributo forfettario intercantonale per il rimborso delle spese di consulenza nell'aiuto alle vittime. Secondo il Governo, queste precisazioni garantiscono che l'attuazione avvenga in modo unitario in tutti i Cantoni e che non nascano differenze difficilmente comprensibili nell'ammontare dei contributi dei singoli Cantoni. Il Governo approva anche, in caso di eventi straordinari, la coordinazione dell'aiuto alle vittime da parte dell'Ufficio federale di giustizia.

Accolta con favore la revisione dell'ordinanza sull'infrastruttura aeronautica
Il Governo retico è per lo più d'accordo con la prevista revisione dell'ordinanza federale sull'infrastruttura aeronautica. L'ordinanza disciplina in particolare la costruzione di infrastrutture aeronautiche e l'esercizio degli aerodromi. Tuttavia, per l'attuazione delle disposizioni, il Governo auspica un migliore scambio di informazioni tra Confederazione, Cantoni e comuni. Il Governo approva inoltre che con l'ordinanza si venga a creare anche una base giuridica che permetta alla Confederazione di imporre dei modelli tariffari efficaci in relazione alle sostanze nocive e alle immissioni sonore di aeromobili. Il Governo chiede tuttavia che tali disposizioni vengano formulate in modo più vincolante.

Dai comuni e dalle regioni
- Says: il Governo garantisce al Comune di Says un sussidio cantonale di 3'255'350 franchi, su riserva di un sussidio federale del 50 percento alle spese computabili della bonifica integrale pari a 9'301'000 franchi. Viene approvato anche il progetto "Bonifica integrale Says, parte forestale". Alle spese sussidiabili di 5'830'000 franchi viene garantito un sussidio del 78 percento o di al massimo 4'547'400 franchi.
- S-chanf: lo Statuto del Comune di S-chanf del 22 agosto 2007 viene approvato.
- Zuoz: la legge sulla promozione della costruzione di abitazioni principali e sulla limitazione di abitazioni secondarie, realizzazione a tappe e contingentamento della costruzione di abitazioni, nonché l'estratto del piano delle zone 1:2'000 del Comune di Zuoz del 4 luglio 2007 vengono approvati con l'indicazione che, a causa degli sforzi tuttora in corso per l'emanazione di un piano direttore regionale "Costruzione di abitazioni secondarie", a tempo debito potrebbero rendersi necessari degli adeguamenti alle presenti regolamentazioni comunali.
- Bonaduz: all'interno di tutto l'abitato di Bonaduz, inclusa la Versamerstrasse, la velocità massima viene fissata a 30 km/h e viene introdotta una "zona 30". La strada principale non è interessata da questa misura.

Sussidi cantonali a favore di diverse istituzioni
- Golf Sagogn-Schluein AG: alla Golf Sagogn-Schluein AG viene concesso un mutuo di aiuto agli investimenti federale senza interessi di 1'800'000 franchi per la costruzione dell'impianto di golf Sagogn-Schluein.
- Davos Curling Club: al Davos Curling Club viene garantito un sussidio dal Fondo per lo sport di al massimo 100'000 franchi per la costruzione di un centro di curling con quattro piste coperte, quattro all'aperto e un'area riservata al Club.
- Club Alpino Svizzero, sezione di Davos: il Club Alpino Svizzero, sezione di Davos ottiene un sussidio dal Fondo per lo Sport di al massimo 36'000 franchi per il risanamento della capanna CAS Ela.
- Aiuto umanitario: il Governo ha stanziato un importo complessivo di 24'000 franchi per in totale sei progetti di aiuto umanitario all'estero.
- Musikgesellschaft Ardez: alla Musikgesellschaft Ardez viene concesso un sussidio di al massimo 19'000 franchi per l'acquisto di strumenti.

Progetti stradali
Il Governo ha stanziato complessivamente 2'323'000 franchi per la costruzione e il risanamento dei seguenti tratti stradali:
- A13 Strada nazionale: opere da capomastro Pian San Giacomo - Malabarba
- A13 Strada nazionale: opere da capomastro circonvallazione di Roveredo
- A28 Strada nazionale: opere da capomastro bacini di ritenzione Taschinasbach, Grüsch

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel