Contenuto della pagina

Il processo di coordinamento per la realizzazione del collegamento delle aree sciistiche di Arosa e Lenzerheide ha fatto chiarezza

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Dal giugno 2007 si sono tenuti diversi colloqui durante i quali gli impianti di risalita di Arosa, Lenzerheide e Tschiertschen, i comuni di Arosa, Churwalden, Lantsch/Lenz, Parpan, Tschiertschen e Vaz/Obervaz, interessati dalle conseguenze del previsto collegamento delle aree sciistiche, nonché le organizzazioni ambientaliste Pro Natura GR, WWF GR, Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio e CAS hanno discusso le loro posizioni e le questioni aperte in un processo di coordinamento diretto dall'Ufficio cantonale per lo sviluppo del territorio, insieme alle regioni Grigioni centrale e Grigioni settentrionale, e hanno cercato soluzioni comuni. Questo processo di coordinamento, che ha potuto essere concluso con successo, costituisce la base per le procedure della pianificazione territoriale e per la procedura di rilascio delle concessioni e di approvazione dei piani con esame dell'impatto sull'ambiente. Queste procedure sono previste per l'anno prossimo e avvengono secondo il diritto degli impianti di risalita.

Gli impianti di risalita sono disposti a realizzare un collegamento diretto delle aree sciistiche da Motta nell'area sciistica di Lenzerheide verso la stazione a monte Hörnli nell'area sciistica di Arosa passando sopra l'alta Val Urden. Si rinuncia a piloni, nuove piste e impianti di trasporto turistici in Val Urden. Grazie al collegamento previsto, le due regioni turistiche mirano a diventare una destinazione concorrenziale e attrattiva per poter mantenere a lungo la loro posizione sul mercato internazionale. In primo luogo si tratta di riconquistare gli sciatori persi negli ultimi anni e di registrare un buon numero di pernottamenti. Si prevede inoltre una collaborazione con Tschiertschen e la sua integrazione nel progetto, a condizione che gli impianti di Tschiertschen vengano mantenuti.

Il previsto collegamento delle aree sciistiche ha conseguenze sull'area tra Arosa, Coira e Lenzerheide nei settori natura/paesaggio, turismo/svago e trasporti. Queste conseguenze devono essere presentate nel piano direttore nell'ambito di un concetto globale e disciplinate in modo vincolante.

Nel settore natura/paesaggio si tratta di spazi complementari che devono essere risparmiati da un'ulteriore apertura al turismo. Oltre agli obiettivi ecologici e paesaggistici questo aiuta a offrire anche in futuro all'ospite estivo degli attrattivi spazi di svago. Sono in discussione un ampliamento della zona di protezione del paesaggio in Val Urden, nonché la rinuncia ad impianti di sport invernali nelle zone Sanaspans, Ochsenalp ed eventualmente anche in Val Farur, dove secondo il piano direttore esistono ancora opzioni a lungo termine per un'ulteriore apertura al turismo. Senza la rinuncia all'apertura al turismo, in un secondo momento, di queste zone quale parte importante del concetto globale, le organizzazioni ambientaliste non possono dare il proprio consenso al collegamento diretto delle aree sciistiche. I comuni e gli impianti di risalita vogliono però insistere su queste opzioni. In questo punto non si è ancora riusciti a trovare un accordo e si dovranno tenere altri colloqui.

Il futuro portale d'accesso alle aree sciistiche per l'ospite giornaliero sarà Churwalden, dove sono previsti circa 500 posteggi supplementari presso la stazione a valle per l'Alp Stäz. A medio termine, la seggiovia esistente per l'Alp Stäz verrà sostituita con un nuovo tracciato. Più tardi è prevista anche una teleferica di collegamento tra la stazione a monte della seggiovia Heimberg e Motta, il punto di partenza per il collegamento diretto con Arosa. Il collegamento interno all'area sciistica di Lenzerheide tra la parte est e la parte ovest deve essere migliorato indipendentemente dal collegamento con Arosa. Ciò avviene nell'area Parpan/Obertor e nell'area Valbella.

Con la realizzazione del collegamento diretto delle aree sciistiche Arosa - Lenzerheide ci si attende uno spostamento del traffico. In considerazione di un generale aumento del traffico, quest'ultimo ammonta, nei giorni di punta in inverno, a ca. 500 automobili, risp. a 1'000 viaggi tra Coira e Churwalden. Sono state esaminate le conseguenze per i nodi esistenti e attesi, nonché per la capacità della strada. Il maggiore volume di traffico è sopportabile. Le maggiori emissioni foniche saranno praticamente impercepibili. L'aumento del traffico atteso viene relativizzato dal fatto che negli scorsi anni le prime entrate nell'area di Lenzerheide sono costantemente diminuite. Per la gestione del traffico nell'area Coira - Churwalden - Lenzerheide sono previste altre misure come un aumento dell'offerta di autopostali tra Coira e Churwalden, nonché una gestione dei posteggi. L'ampliamento del bus sportivo a Lenzerheide deve essere esaminato e attuato secondo il bisogno. In un futuro più lontano verrà inoltre esaminata anche la fattibilità di un collegamento tra Coira e Lenzerheide indipendente dalla strada per i trasporti pubblici.

Sulla base di questo concetto globale, a partire da metà novembre 2007 verranno avviate le procedure necessarie. L'esposizione pubblica coordinata del piano direttore e delle pianificazioni delle utilizzazioni è prevista per aprile 2008. La decisione sugli adeguamenti delle pianificazioni delle utilizzazioni nei comuni è prevista per la fine di maggio 2008. La decisione di rilascio della concessione e di approvazione dei piani della Confederazione in merito alla teleferica Arosa - Lenzerheide è attesa al più presto per ottobre/novembre 2008.

Organo: Ufficio per lo sviluppo del territorio dei Grigioni
Fonte: it Ufficio per lo sviluppo del territorio dei Grigioni
Neuer Artikel