Contenuto della pagina

La Commissione preparatoria del Gran Consiglio respinge l'iniziativa popolare cantonale "Gran Consiglio: 80 ne bastano"

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Sotto la direzione del proprio presidente Ueli Bleiker e alla presenza del presidente del Governo Martin Schmid, la Commissione strategica e di politica statale (CStrPS) del Gran Consiglio ha discusso in via preliminare a destinazione del Parlamento il messaggio del Governo relativo all'iniziativa popolare cantonale "Gran Consiglio: 80 ne bastano". Il Gran Consiglio si occuperà del progetto nella sessione di dicembre 2007.
Il 25 settembre 2006 i rappresentanti del comitato d'iniziativa hanno inoltrato un'iniziativa popolare lanciata dal partito socialista, per la quale sono state raccolte 4'163 firme valide. Le cittadine e i cittadini che hanno sottoscritto l'iniziativa popolare vogliono vedere ridotti dagli attuali 120 a 80 i seggi del Gran Consiglio.
Come spiega il Governo nel suo messaggio, con una riduzione del numero di seggi, nella composizione del Parlamento non sarebbe più possibile tenere conto nella misura attuale della varietà del Cantone e delle sue strutture regionali. La funzione del Parlamento quale rappresentante del Popolo verrebbe limitata. Inoltre, secondo il Governo e la Commissione, una riduzione del numero di deputati al Gran Consiglio grigionese non si impone né per motivi di efficienza e di funzionalità, né per motivi di costi.
Dopo un'approfondita discussione, la Commissione strategica e di politica statale aderisce alla proposta e alle argomentazioni del Governo contenute nel messaggio e, con otto voti a uno, si esprime infine contro l'iniziativa popolare.

Organo: Commissione strategica e di politica statale
Fonte: it Commissione strategica e di politica statale
Neuer Artikel