Contenuto della pagina

Bassa la produzione di elettricità - Alto il consumo di elettricità

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Afflussi straordinariamente scarsi hanno portato nel 2006 a una produzione di elettricità nettamente inferiore alla media da parte delle centrali idroelettriche dei Grigioni. Per contro il consumo di elettricità ha continuato ad aumentare nel Cantone.

Record negativo della produzione di elettricità
La produzione di elettricità di tutte le centrali idroelettriche nei Grigioni è stata nel 2006 di 5'682 milioni di chilowattora, ossia il 27 percento in meno rispetto alla produzione media attesa pari a 7'786 milioni di chilowattora. La causa principale di questa produzione estremamente bassa sono state le precipitazioni nettamente inferiori alla media e gli afflussi che ne sono risultati nel 2006.
Record negativo per i canoni d'acqua
Le entrate del Cantone derivanti dai canoni d'acqua (chiamati anche imposte sugli impianti idraulici) sono quasi proporzionali alla produzione di elettricità. Di conseguenza nel 2006 sono risultate entrate proporzionalmente basse, pari a 32,9 milioni di franchi, ossia il 28 percento in meno rispetto alle entrate conseguite in un anno medio, pari a 45,4 milioni di franchi.
I comuni concessionari ricevono nell'insieme entrate derivanti dai canoni d'acqua in misura pari al Cantone. A causa della produzione di elettricità inferiore alla media anche le entrate sono risultate proporzionalmente basse nel 2006.

Record positivo del consumo di elettricità
Nel periodo 2005/2006 (ottobre 2005 - settembre 2006) è risultato un consumo complessivo pari a 1'932 milioni di chilowattora (periodo precedente 1'879 mio. di chilowattora). È stato così raggiunto un nuovo valore massimo. Rispetto al periodo precedente il consumo è aumentato del 2,8 percento.
Nel periodo 2005/2006 nei singoli gruppi di consumatori sono risultati i seguenti cambiamenti: il gruppo economia domestica, artigianato, agricoltura, servizi ha fatto registrare un aumento rispetto all'anno precedente del 2,6 percento (da 1'561 milioni di chilowattora a 1'601 milioni di chilowattora), le ferrovie un aumento di circa il 5,2 percento (da 91 milioni di chilowattora a 96 milioni di chilowattora) e la grande industria un aumento di circa il 3,4 percento (da 227 milioni di chilowattora a 235 milioni di chilowattora). Circa il 65 percento dell'elettricità è stata consumata nel semestre invernale. Nello stesso periodo a livello nazionale il consumo di elettricità è salito soltanto dell'1,9 percento.

Organo: Ufficio dell'energia
Fonte: it Ufficio dell'energia
Neuer Artikel