Contenuto della pagina

Il Governo conferma: nessun mandato di prestazioni per la creazione di una scuola specializzata superiore in cure infermieristiche a Ilanz

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo grigionese conferma la propria decisione di non assegnare alla Scuola specializzata grigionese di cure infermieristiche di Ilanz, SSGCI, un mandato di prestazioni per la creazione e la gestione di una scuola specializzata superiore in cure infermieristiche. Affinché i Grigioni diventino concorrenziali sul mercato formativo nazionale, deve essere creata una sola offerta a Coira, che copra il fabbisogno grigionese. La creazione di una formazione supplementare a Ilanz comporterebbe ogni anno costi supplementari pari a circa un milione di franchi. Questo è quanto spiega il Governo nella sua risposta a un'interpellanza parlamentare. Il Governo ha inoltre preso atto di una petizione e di una risoluzione concernente la Scuola specializzata grigionese di cure infermieristiche di Ilanz.

A titolo di novità la formazione in cure infermieristiche viene offerta presso le scuole specializzate superiori e le scuole universitarie professionali secondo le direttive della Confederazione. Affinché unendo le forze il Cantone dei Grigioni possa diventare concorrenziale sul mercato formativo nazionale, il Governo, sulla base di una valutazione generale, si era già espresso in precedenza a favore della creazione di una scuola specializzata superiore in cure infermieristiche (SSS in cure infermieristiche) a Coira.
Come annota nella sua risposta all'interpellanza Bundi, inoltrata nella sessione del Gran Consiglio di dicembre 2006, nel prendere questa decisione il Governo ha tra l'altro considerato i risultati dei colloqui con la Scuola specializzata grigionese di cure infermieristiche di Ilanz. Inoltre è risultato che la creazione di una SSS in cure infermieristiche supplementare non corrisponde a un bisogno comprovato sulla base del numero di studenti atteso e dei posti di pratica disponibili e secondo i calcoli attuali comporterebbe costi supplementari annui pari a circa un milione di franchi.
L'esame e la valutazione degli argomenti che sono stati addotti dopo la decisione non portano secondo il Governo a nuove conoscenze. Per motivi di politica formativa ed economici conferma perciò la propria decisione di non assegnare alla SSGCI un mandato di prestazioni per la creazione e la gestione di una scuola specializzata superiore in cure infermieristiche. L'attuale mandato di prestazioni alla Scuola specializzata grigionese di cure infermieristiche di Ilanz scade nel 2011. Anche la prevista introduzione di forfettarie federali nel settore della formazione professionale non muta nulla a questo fatto. Le forfettarie della Confederazione coprono infatti soltanto una piccola parte dei costi complessivi della formazione professionale nei Cantoni.

Preso atto della risoluzione e della petizione
Al contempo il Governo ha preso atto della risoluzione della Regiun Surselva concernente la Scuola specializzata grigionese di cure infermieristiche di Ilanz, nonché della petizione del comitato interpartitico Forza Surselva, firmata da oltre 11'300 persone, che pure si impegnano a favore del mantenimento della SSGCI.
Come spiega il Governo nella sua risposta alla Regiun Surselva, la risoluzione presentata mostra chiaramente che i delegati della Regione Surselva si esprimono con forza affinché in Surselva venga perlomeno rafforzato il centro di formazione di Ilanz. Dichiarano inoltre che la Regiun Surselva vuole anche impegnarsi nella sostanza, fino ad assumere la responsabilità per istituti di formazione a Ilanz. Il Governo accoglie con favore un maggiore impegno della corporazione regionale, tanto più che in altre regioni ciò è già in parte realtà. Ad esempio ormai da anni la Pro Engiadina Bassa, PEB, versa importanti sussidi all'Istituto d'alta montagna di Ftan.
Per quanto riguarda la richiesta contenuta nella risoluzione di "decisioni immediate" concernenti il modello di splitting presso la scuola professionale artigianale industriale di Ilanz, il Governo afferma di preferire a questo riguardo le vie decisionali ordinarie. Proprio l'esperimento scolastico con il modello di splitting e il riconoscimento di una scuola media di diploma presso la scuola di commercio Surselva mostrano chiaramente che negli scorsi anni il Governo si è impegnato a fondo e si impegna tuttora per rafforzare la Surselva quale centro di formazione. Nell'attribuzione di offerte di formazione che beneficiano di sussidi cantonali devono però essere considerati anche gli interessi di altre regioni del Cantone.

Sviluppo auspicabile ma difficilmente realizzabile
Nella sua risposta alla petizione del comitato Forza Surselva, il Governo esprime comprensione per il fatto che la sua decisione possa provocare delusione, anche se si fonda su considerazioni concrete. La critica generalizzata nei confronti del Gran Consiglio e del Governo contenuta nella petizione non tiene però conto del fatto che con diverse misure attuate negli scorsi anni nel settore della formazione il Governo ha contribuito a rafforzare Ilanz quale centro di formazione regionale al livello secondario II.
Lo "sviluppo di un'infrastruttura che copra tutto il territorio in tutti gli ambiti della vita", chiesto per tutto il Cantone dalla petizione, è secondo il Governo auspicabile, ma difficilmente realizzabile. In particolare nel settore della formazione il Governo non può ignorare le conseguenze del drastico calo delle nascite. Il Governo si impegna a mantenere e a mettere a disposizione nel Cantone dei Grigioni un'offerta il più possibile ampia nel settore della formazione. Non sarà però possibile offrire tutto dappertutto. Nell'ambito della necessaria definizione di punti chiave, è però senz'altro pronto a tenere in considerazione gli interessi delle singole regioni e se possibile a realizzare soluzioni confacenti.

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel