Contenuto della pagina

Conclusi gli adeguamenti materiali della legislazione alla nuova Costituzione cantonale

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Gli adeguamenti materiali della legislazione alla nuova Costituzione del Cantone dei Grigioni hanno potuto essere conclusi entro i termini previsti. Il Governo grigionese ha preso atto del rapporto finale della Segreteria della Costituzione relativo all'attuazione della Costituzione cantonale. L'organizzazione del progetto viene sciolta e viene ringraziata per aver portato a termine puntualmente l'incarico.
Il 1° gennaio 2004 è entrata in vigore la nuova Costituzione cantonale, la quale obbliga il Governo a sottoporre al Gran Consiglio i necessari adeguamenti materiali della legislazione entro la fine del 2006. Gli atti normativi che necessitano soltanto di un adeguamento formale possono essere adeguati anche in occasione di una futura revisione. Dalla verifica sistematica dell'ordinamento giuridico è risultata una necessità di azione per in totale 142 atti normativi, segnatamente una necessità materiale e formale per 7 atti normativi, una necessità materiale per 40, una formale per 92 e per 3 atti normativi una necessità d'azione in vista del progetto di concentrazione sull'essenziale e flessibilizzazione della legislazione e dell'applicazione del diritto. Per procedere agli adeguamenti questi atti normativi sono stati raggruppati in 28 progetti di legislazione. Tra questi rientravano tra gli altri la legge sui diritti politici, la legge sulle lingue, la riforma della giustizia, la legislazione sul Parlamento, la legge sul personale e la legge sull'organizzazione del Governo e dell'Amministrazione.
Entro la fine del 2006 sono stati discussi dal Gran Consiglio 27 progetti. Solo un progetto, che necessita però solo di adeguamenti formali e non materiali alla nuova Costituzione, verrà sottoposto al Parlamento nel 2007. 21 progetti sono già stati posti in vigore per intero e altri due solo parzialmente. Anche gli ultimi atti normativi con adeguamenti materiali alla nuova Costituzione cantonale sono già stati approvati dal Gran Consiglio e potranno presumibilmente essere posti in vigore nella prima metà del 2007. Soltanto per quanto riguarda la legge sulle lingue non si sa se e quando entrerà in vigore dato che non è ancora scaduto il termine di referendum.

Il Governo è contrario ad una maggiore partecipazione del Cantone alla fideiussione delle arti e mestieri
Il Governo grigionese considera la fideiussione delle arti e mestieri un compito federale. I Cantoni non dovrebbero perciò essere obbligati a maggiori prestazioni finanziarie rispetto ad ora. Questo è quanto annota il Governo nella sua presa di posizione relativa all'ordinanza federale sugli aiuti finanziari alle organizzazioni che concedono fideiussioni alle piccole e medie imprese.
Il 6 ottobre 2006 l'Assemblea federale plenaria ha approvato la legge federale sugli aiuti finanziari alle organizzazioni che concedono fideiussioni alle piccole e medie imprese, che incarica il Consiglio federale di emanare un'ordinanza d'esecuzione. Nel progetto di ordinanza e nelle spiegazioni viene precisato come debbano essere eseguiti i compiti principali che la legge federale assegna al Dipartimento federale dell'economia. Questi comprendono principalmente la procedura di riconoscimento per le cooperative di fideiussione sostenute in futuro dalla Confederazione e i meccanismi per il versamento degli aiuti finanziari. Tra questi rientrano in particolare le partecipazioni alle perdite, i contributi alle spese d'amministrazione e i mutui di grado posteriore.
Nel progetto di ordinanza viene menzionata una partecipazione dei Cantoni in relazione alle spese d'amministrazione e alla creazione di antenne. Secondo il Governo, eventuali antenne dovrebbero venire create secondo criteri economico-aziendali. I Cantoni non dovrebbero quindi venire ulteriormente gravati. In questo contesto il Governo sottolinea la sua soddisfazione per l'attuale cooperazione con la cooperativa di fideiussione e fiduciaria della Svizzera orientale "Ostschweizerische Bürgschafts- und Treuhandgenossenschaft".

Dai comuni e dalle regioni
- Lavin: il progetto per l'arginatura Lavinuoz (progetto successivo inondazione agosto 2005) sul territorio del Comune di Lavin viene approvato. Per le spese viene autorizzato un sussidio cantonale di 108'100 franchi.
- Moesano: viene approvato il piano di sviluppo del bosco Moesano che fissa gli obiettivi selvicolturali a lungo termine e definisce le strategie di intervento, in base alle quali viene regolato lo sfruttamento del bosco per la regione.
- Conters i.P.: viene approvata la legge sulla tassa di soggiorno del Comune di Conters i.P. del 1° dicembre 2006.
- St. Antönien: viene approvata la revisione totale della legge fiscale del Comune di St. Antönien del 20 ottobre 2006.
- Tujetsch: viene approvata la revisione parziale della legge fiscale del Comune di Tujetsch del 15 dicembre 2006.
- Samedan: viene approvata la revisione dell'articolo 11 capoverso 1 della legge fiscale del Comune di Samedan del 14 dicembre 2006. Viene approvata anche la revisione degli articoli 5 e 11 della legge sulla tassa di soggiorno.
- Medel/Lucmagn: viene approvata la revisione dell'articolo 8 della legge fiscale del Comune di Medel/Lucmagn del 14 dicembre 2006.
- Luzein: viene approvata la revisione dell'articolo 13 della legge fiscale del Comune di Luzein del 30 novembre 2006.

Sussidi cantonali a favore di diverse istituzioni
- Federazione forestale SELVA: alla Federazione forestale grigione SELVA viene concesso un sussidio cantonale di 51'600 franchi.

Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel