Zum Seiteninhalt

Comunicato del Governo del 18 febbraio 2010

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen

Per migliorare la qualità nell'adempimento dei compiti statali, nei Grigioni andranno periodicamente e sistematicamente esaminati i compiti dello Stato. Il Governo ha deciso i relativi strumenti d'esame. Inoltre, il Governo ha preso atto di un rapporto dell'Ufficio del servizio sociale relativo all'offerta di consulenza per le famiglie e ha deciso di ottimizzare l'offerta cercando di colmare per quanto possibile le lacune. Il Governo ha anche formulato le proprie prese di posizione relative al nuovo programma nazionale per la protezione dell'infanzia, nonché per l'adozione delle prescrizioni UE in materia di gas di scarico per gli strumenti di lavoro.

Il Governo esamina i compiti dello Stato
Per migliorare la qualità nell'adempimento dei compiti dello Stato, nei Grigioni questi compiti andranno esaminati periodicamente e sistematicamente. Il Governo ha deciso un insieme di strumenti d'esame e ha stabilito che procederà ogni quattro anni all'esame periodico e sistematico dei compiti nel quadro della pianificazione politica. L'insieme di strumenti verrà utilizzato la prima volta nel 2010. I risultati dell'esame dei compiti fungono da base per valutare la situazione in vista dell'emanazione da parte del Gran Consiglio di obiettivi politici e linee guida sovraordinati per il programma di Governo del prossimo periodo di pianificazione 2013-2016. Con il nuovo strumento di esame periodico e sistematico dei compiti, il Governo adempie a un mandato costituzionale che impone alla direzione dello Stato di esaminare periodicamente la necessità, l'efficacia e la finanziabilità dei compiti assunti.

Il Cantone verifica le offerte di consulenza per le famiglie
Il Cantone dei Grigioni intende ottimizzare l'offerta di consulenza per le famiglie e colmare per quanto possibile le lacune. Il Governo grigionese ha preso atto di un relativo rapporto dell'Ufficio del servizio sociale, nel quale sono state esaminate tutte le offerte per le famiglie del Cantone.
Il rapporto giunge alla conclusione che in tre settori vi sono lacune nell'offerta di consulenza che comportano una necessità d'azione. Per quanto riguarda la consulenza ai genitori ed educativa, manca ad esempio un'offerta di consulenza a bassa soglia per bambini tra i tre anni e l'inizio della scuola dell'infanzia, nonché per bambini più grandi e per adolescenti che si apprestano a entrare nel mondo del lavoro. Una terza lacuna nell'offerta riguarda gli anziani, poiché la richiesta in questo settore è in costante crescita.
A seguito del rapporto, il Governo ha incaricato il Dipartimento dell'economia pubblica e socialità di elaborare e attuare un piano grazie al quale completare in modo mirato in questi settori l'offerta di consulenza ai genitori ed educativa per bambini e adolescenti. Si deve inoltre tenere conto della crescente richiesta di consulenza da parte di persone anziane.
L'esame delle offerte di consulenza per famiglie trae la sua origine nel dibattito relativo al rapporto sulle famiglie tenutosi in Gran Consiglio nella sessione di febbraio 2007. Quale particolare condizione quadro si è a suo tempo chiesto che le offerte di consulenza venissero finanziate anche in futuro tramite le risorse esistenti.

Sostenuti gli obiettivi del programma nazionale per la protezione dell'infanzia
Il Governo grigionese condivide gli obiettivi strategici e contenutistici del previsto nuovo programma nazionale per la protezione dell'infanzia, che nell'ambito di un partenariato pubblico-privato ha quale obiettivo di rafforzare a livello nazionale il coordinamento, la promozione e la realizzazione di progetti di prevenzione nell'ambito della protezione dell'infanzia.
Come scrive il Governo nella propria presa di posizione a destinazione dell'Associazione svizzera per la protezione dell'infanzia, esso considera i punti chiave del programma temi importanti nel settore della protezione dell'infanzia. Il Governo si esprime tuttavia in modo critico in merito al previsto finanziamento a termine delle strutture. Non è infatti chiaro quali conseguenze finanziarie avranno i singoli punti del programma per i Cantoni e per i comuni. Inoltre, il Governo ritiene importante coinvolgere precocemente i Cantoni nell'attuazione del programma nazionale per la protezione dell'infanzia, concedendo loro la possibilità di esprimersi. L'attuazione della protezione dell'infanzia rientra infatti principalmente nelle competenze dei Cantoni.

Adottare le prescrizioni UE in materia di gas di scarico per gli strumenti di lavoro è sensato
Il Governo grigionese accoglie con favore la prevista adozione nel diritto svizzero delle prescrizioni UE in materia di gas di scarico per gli apparecchi di lavoro. In questo modo si soddisfa il principio della prevenzione nella protezione ambientale, osserva il Governo nella propria presa di posizione relativa alla prevista modifica dell'ordinanza federale contro l'inquinamento atmosferico. Si evita inoltre che il mercato svizzero venga in futuro rifornito di strumenti che hanno parametri relativi ai gas di scarico considerevolmente peggiori rispetto a quelli consentiti nell'area UE. Saranno interessati dalla prevista nuova regolamentazione strumenti di lavoro come ad esempio motoseghe, tosaerba o soffiatori di foglie.

Dai comuni e dalle regioni

  • Luzein: viene approvata la revisione parziale della pianificazione locale "piano delle strutture zona alberghiera Pany" del Comune di Luzein del 18 dicembre 2008 e 27 marzo 2009.
  • Morissen: viene approvata la revisione totale della pianificazione locale del Comune di Morissen, decisa il 16 ottobre 2009.

Progetti stradali
Il Governo ha stanziato complessivamente 4'610'000 franchi per la costruzione e il risanamento dei seguenti tratti stradali:
- A28 strada nazionale: valvole di aspirazione dei fumi per la galleria di circonvallazione di Saas
- Strada della Calanca: opere da capomastro Ponte Tiieda
- Strada italiana: lavori di costruzione e pavimentazione Obertorbrücke Coira

Personale

  • Giochen Bearth, residente a Sumvitg, è stato nominato sostituto del veterinario cantonale presso l'Ufficio per la sicurezza delle derrate alimentari e la salute degli animali con effetto al 1° maggio 2010.

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Neuer Artikel