Zum Seiteninhalt

Comunicato del Governo del 25 marzo 2010

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen

Nel Cantone dei Grigioni sono state create le basi legali per dare avvio al nuovo programma per la diagnosi precoce del tumore al seno. Nel corso della sua ultima seduta, il Governo grigionese ha posto in vigore con effetto al 1° aprile 2010 la relativa revisione parziale della legge sull'assicurazione malattie e la riduzione dei premi. Inoltre, il Governo si è occupato delle consultazioni a livello federale e ha elaborato le prese di posizione relative all'abolizione dei contrassegni per velocipedi, alla nuova regolamentazione della compensazione della previdenza in caso di divorzio, nonché alla modifica della legge sulla protezione dell'ambiente.

Poste in vigore le basi legali per il programma per la diagnosi precoce del tumore al seno nel Cantone dei Grigioni
Il Cantone dei Grigioni ha creato le basi legali per realizzare un programma di diagnosi precoce del tumore al seno. Il Governo grigionese ha posto in vigore con effetto al 1° aprile 2010 la relativa revisione parziale della legge sull'assicurazione malattie e la riduzione dei premi. Il Gran Consiglio aveva approvato la revisione parziale il 27 agosto 2009. Il termine di referendum è scaduto inutilizzato il 9 dicembre 2009.
Si prevede di conferire un mandato di prestazioni a un'organizzazione per l'attuazione del cosiddetto programma di screening mammografici nel Cantone. Per la concessione di questo mandato è previsto un concorso pubblico. L'organizzazione deve soddisfare un mansionario predefinito e rispettare le prescrizioni della Confederazione. L'obiettivo consiste nell'avvio del programma a fine 2010. Il gruppo target per lo screening mammografico sono le donne dai 50 ai 69 anni, poiché in questa fascia di età il rischio di contrarre il tumore al seno è più elevato. Al fine di ottenere un'ampia partecipazione, il Governo prevede che nel Grigioni settentrionale e nel Grigioni meridionale vi sia almeno un istituto di radiologia per regione che offra gli screening mammografici.

Il Governo è contrario all'abolizione dei contrassegni per velocipedi
Il Governo grigionese si oppone alla proposta di abolire l'assicurazione di responsabilità civile obbligatoria per i velocipedi. Il Governo, come spiega nella sua presa di posizione relativa all'iniziativa parlamentare "Abolizione dei contrassegni per velocipedi", è dell'avviso che il sistema attuale con contrassegno si sia dimostrato molto valido.
L'attuale contrassegno costa cinque franchi e in caso d'incidente copre danni a persone o cose fino a due milioni di franchi. Al momento gli incidenti ciclistici non sono compresi nei contratti d'assicurazione responsabilità civile. Con l'abolizione dell'obbligo del contrassegno i rischi legati alla guida di un velocipede andrebbero integrati nelle assicurazioni responsabilità civile private, fatto che porterebbe a un aumento dei premi non indifferente. Secondo il Governo procedendo in questo modo si aprirebbe una lacuna assicurativa, dato che non tutte le persone in condizioni sociali sfavorevoli che utilizzano la bicicletta possono permettersi un'assicurazione responsabilità civile privata.

Il Governo è d'accordo con la prevista nuova regolamentazione della compensazione della previdenza in caso di divorzio
Il Governo grigionese ritiene che la nuova regolamentazione della compensazione della previdenza in caso di divorzio proposta dalla Confederazione sia appropriata e praticabile. Con le modifiche la Confederazione intende raggiungere segnatamente una migliore sicurezza dei coniugi che divorziano solo dopo il verificarsi di un caso di previdenza.
Come ricorda il Governo nella sua presa di posizione in merito alla prevista revisione del Codice civile svizzero, il diritto vigente porta parzialmente a risultati insoddisfacenti, segnatamente per quanto riguarda la compensazione della previdenza o la deroga al principio della suddivisione in parti uguali. A questo proposito il progetto crea chiarezza e conferisce maggiore spazio di manovra ai giudici e alle parti, affinché si giunga a soluzioni adeguate.

Il Governo richiede un'attuazione praticabile ed equilibrata della Convenzione di Aarhus
Il Governo grigionese è scettico in merito all'approvazione e alla modifica della Convenzione di Aarhus, nonché alla relativa modifica della legge sulla protezione dell'ambiente previste dalla Confederazione, e chiede un'attuazione praticabile ed equilibrata.
Secondo la volontà del Consiglio federale, la Svizzera deve aderire alla Convezione del 25 giugno 1998 sull'accesso alle informazioni, la partecipazione del pubblico ai processi decisionali e l'accesso alla giustizia in materia ambientale (Convenzione di Aarhus). Ciò implica delle modifiche alla legge sulla protezione dell'ambiente. Inoltre, i Cantoni dovrebbero garantire il diritto d'accesso a informazioni ambientali.
Come scrive il Governo nella sua presa di posizione, i Cantoni e i comuni vengono così obbligati a prevedere una relativa apertura nel settore delle informazioni ambientali. I Cantoni come i Grigioni, che non dispongono di una legge generale sulla trasparenza, devono quindi prevedere un determinato onere supplementare. Se i Cantoni vanno obbligati ad attivarsi in questo settore e a livello legislativo nell'ambito dell'accesso alla giustizia, bisogna assolutamente mirare a soluzioni semplici, praticabili e ragionevoli. Secondo il Governo la Confederazione deve sfruttare lo spazio di manovra a sua disposizione, ai sensi di un'applicazione adeguata della Convenzione. Al riguardo va tenuto in considerazione lo scopo originario della Convenzione di Aarhus, e non un'ulteriore ponderazione di aspetti settoriali di progetti.

Dai comuni e dalle regioni

  • Seewis i. P.: vengono approvate le revisioni parziali dello Statuto del Comune di Seewis i. P. decise in occasione delle assemblee comunali del 17 settembre 2009 e del 26 febbraio 2010.
  • Val Monastero: viene approvato e sostenuto con un sussidio cantonale di 165'000 franchi il progetto del Comune di Val Müstair per i ripari della Val da l'Archa Gronda.
  • Arosa: viene approvata la revisione parziale della pianificazione locale del Comune di Arosa del 29 novembre 2009.
  • Mastrils: viene approvata la revisione parziale della pianificazione locale del Comune di Mastrils, decisa il 20 novembre 2009.

Sussidi cantonali a favore di diverse istituzioni

  • Casa per anziani e di cura "da casa val lumnezia" a Vella: viene approvato il progetto di costruzione per la nuova costruzione della casa per anziani e di cura "da casa val lumnezia" a Vella con al massimo 58 posti letto di cura aventi diritto a sussidi. Fatta salva la garanzia del finanziamento residuo, all'ente responsabile viene garantito un sussidio cantonale di al massimo 7'000'000 di franchi.
  • Villaggio vacanze Reka a Bergün: fatta salva la garanzia del finanziamento globale, alla Cooperativa Cassa svizzera di viaggio (Reka) viene concesso un mutuo di 1'190'000 franchi nel quadro della nuova politica regionale della Confederazione, nonché un sussidio cantonale di 200'324 franchi, per l'ampliamento e il risanamento del villaggio vacanze Reka a Bergün .
  • Servizio monumenti: il Cantone partecipa con complessivamente 961'300 franchi a diversi progetti di cura dei monumenti storici. Vengono sostenuti i lavori di restauro della chiesa evangelica di Andeer – Clugin, il risanamento completo delle case d'abitazione Chesa Fontana e Chesa Gabriel a Bergün/Bravuogn, il restauro esterno e il ripristino del calcestruzzo a vista della chiesa cattolica Heiligkreuz a Coira, il restauro esterno della vecchia stalla per cavalli della "Casa di Sotto" a Mesocco, il restauro totale e il risanamento del tetto in piode della "Cà d'Santi" a Soazza, il risanamento del tetto in piode e della facciata dell'ex-Sporthotel a Splügen, nonché la tappa di restauro 2010 del monastero di San Giovanni a Müstair.

Progetti stradali
Il Governo ha stanziato complessivamente 11'332'000 franchi per la costruzione e il risanamento dei seguenti tratti stradali:
- Strada per Avers: opere da capomastro tra Am Bach e Juppa
- Strada della Domigliasca: opere da capomastro nell'abitato di Rodels
- Strada dello Julier: opere da capomastro alla circonvallazione di Silvaplana
- Strada della Lumnezia: opere da capomastro tra Val Miedra e Vrin Mons
- Strada dell'Oberalp: opere da capomastro tra Schluein e Rueun
- Strada per Obersaxen: opere da capomastro a Flonderwald
- Strada della Schin: opere da capomastro ponte tra Solis e la galleria di Alvaschein


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Neuer Artikel