Zum Seiteninhalt

La Commissione per la formazione e la cultura discute dell'adesione del Cantone dei Grigioni al Concordato sulle borse di studio

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
La Commissione preparatoria del Gran Consiglio si è occupata del messaggio concernente l'adesione all'Accordo intercantonale sull'armonizzazione dei criteri per la concessione delle borse di studio (Concordato sulle borse di studio) e raccomanda al Gran Consiglio di approvare l'adesione.

La Commissione per la formazione e la cultura del Gran Consiglio (CFormC), presieduta da Susanne Krättli-Lori, ha discusso in via preliminare a destinazione del Gran Consiglio, che discuterà l'affare nella sessione di aprile 2010, il messaggio del Governo concernente l'adesione all'Accordo intercantonale sull'armonizzazione dei criteri per la concessione delle borse di studio (Concordato sulle borse di studio). Ha partecipato alla seduta della Commissione anche il Presidente del Governo Claudio Lardi, direttore del Dipartimento dell'educazione, cultura e protezione dell'ambiente.

Il 18 giugno 2009 la Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE) ha approvato il Concordato sulle borse di studio e ha in seguito invitato i Cantoni ad avviare la procedura di ratifica. Da un lato il concordato mira a un'armonizzazione formale: concetti relativi al diritto delle borse di studio come "prima formazione che dà accesso a una professione", "formazione iniziale", "prestazione di terzi", "domicilio determinante per la concessione di una borsa di studio" o "beneficiari di una borsa di studio" devono essere definiti in modo unitario. D'altro lato il concordato mira però anche a un'armonizzazione concreta tramite la determinazione di standard minimi, come ad es. i limiti d'età, la durata del sostegno o l'importo massimo. Un'adesione al concordato crea quindi sicurezza giuridica per tutti gli interessati, dato che oggi ogni Cantone ha ancora una propria regolamentazione concernente le borse di studio.

Il Cantone dei Grigioni si trova in una condizione favorevole per quanto riguarda l'adesione: la legge cantonale sulle borse di studio, sottoposta a revisione totale nella sessione di dicembre 2006 del Gran Consiglio, è conforme al concordato. Non sarebbe quindi necessario alcun emendamento di legge. Con la sua legge sulle borse di studio all'avanguardia, il Cantone dei Grigioni soddisfa già oggi gli standard minimi a cui mira il concordato.

La Commissione preparatoria si è occupata a fondo del Concordato e ritiene che l'adesione porti solo vantaggi al Cantone dei Grigioni, in particolare però anche ai richiedenti. La CFormC, con un solo voto contrario, raccomanda perciò al Gran Consiglio di accettare l'adesione. I Grigioni al momento sarebbero il primo Cantone a dichiarare definitivamente la propria adesione al Concordato sulle borse di studio. Il Concordato potrebbe però entrare in vigore solo dopo l'adesione di almeno dieci Cantoni.


Persona di riferimento:
Susanne Krättli-Lori, Commissione per la formazione e la cultura, tel. 078 668 01 63


Organo: Commissione per la formazione e la cultura
Fonte: it Commissione per la formazione e la cultura
Neuer Artikel