Zum Seiteninhalt

Il Tribunale federale non entra nel merito del ricorso del Governo concernente l'imposta sulle successioni

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Tribunale federale non è entrato nel merito di un ricorso del Governo concernente l'imposta sulle successioni motivando che il Cantone non sarebbe legittimato a presentare ricorso.

Dal 1° gennaio 2008, nei Grigioni i discendenti (figli, nipoti, ecc.) sono stati esentati dall'imposta sulle successioni. Per gli anticipi ereditari in base al diritto precedente, non ancora tassati, il legislatore ha previsto una tassazione a partire dal 1° gennaio 2008. Con la sentenza del 12 maggio 2009 il Tribunale amministrativo ha deciso che per la tassazione degli anticipi ereditari secondo il diritto precedente manca una base legale.

Secondo il parere del Governo la sentenza del Tribunale amministrativo era in contraddizione con il chiaro volere del Gran Consiglio. A ciò si aggiunge il fatto che questa sentenza porterebbe a perdite nell'imposta sulle successioni pari a circa 30 mio. di franchi. Il Governo ha perciò presentato ricorso al Tribunale federale contro questa sentenza, ben sapendo che quest'ultimo avrebbe potuto negare la legittimazione del Cantone.

Con sentenza del 5 maggio 2010 il Tribunale federale ha deciso che il Governo non è legittimato a presentare ricorso. Di conseguenza il Tribunale federale non è nemmeno entrato nel merito del ricorso e non ha verificato gli argomenti presentati dal Governo. Il Tribunale federale non si è dunque occupato della sentenza del Tribunale amministrativo e la sentenza impugnata dal Governo è così cresciuta in giudicato.

Secondo il parere del Dipartimento delle finanze e dei comuni si tratta ora di attuare l'incarico di frazione del PLD. Concretamente, questo significa che nel quadro della revisione parziale della legge sulle imposte deve essere creata una base legale affinché le imposte sulle successioni già pagate possano venire rimborsate. Questa revisione parziale verrà discussa in Gran Consiglio nella sessione di ottobre 2010.


Persone di riferimento:
- Consigliere di Stato Dr. Martin Schmid, Direttore del Dipartimento delle finanze e dei comuni, tel. 081 257 32 01
- Urs Hartmann, Capo dell'Amministrazione delle imposte, tel. 081 257 33 24


Organo: Dipartimento delle finanze e dei comuni
Fonte: it Dipartimento delle finanze e dei comuni
Neuer Artikel