Zum Seiteninhalt

Licenziato il messaggio concernente l'emanazione di una legge d'applicazione della legge sugli agenti terapeutici

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Nel Cantone dei Grigioni, il trattamento dei medicamenti va ridisciplinato e adeguato alle prescrizioni della Confederazione. Il Governo grigionese ha licenziato il rispettivo messaggio relativo all'emanazione di una legge d'applicazione della legge federale sui medicamenti e i dispositivi medici (legge sugli agenti terapeutici). Questa legge mira a tutelare la salute nel trattamento di agenti terapeutici. L'affare verrà discusso in Gran Consiglio nella sessione di agosto 2010.

Dall'entrata in vigore, nel 2002, della legge federale sui medicamenti e i dispositivi medici (legge sugli agenti terapeutici), il trattamento di agenti terapeutici è disciplinato in modo uniforme a livello nazionale. La Confederazione ha posto in vigore le ultime ordinanze relative alla legge sugli agenti terapeutici il 1° ottobre 2006. Il Cantone deve ora adeguare al diritto federale le proprie disposizioni in questo settore.

È rimasta di competenza dei Cantoni la regolamentazione degli esercizi di medicamenti nel commercio al dettaglio, come in particolare le farmacie pubbliche e le drogherie, ma anche delle farmacie private di operatori sanitari, ospedali e case di cura. In questo ambito la Confederazione si è limitata a disciplinare settori selezionati, come ad esempio la vendita per corrispondenza e il divieto di pubblicità, nonché determinate prescrizioni concernenti la dicitura, la dispensazione e l'utilizzazione di agenti terapeutici.

Tutela della salute nel trattamento di agenti terapeutici
La proposta del Governo per l'emanazione di una nuova legge cantonale d'applicazione della legge federale sui medicamenti e i dispositivi medici (legge d'applicazione della legge sugli agenti terapeutici) riprende in ampia misura regolamentazioni esistenti. In generale la legge mira a tutelare la salute nel trattamento di agenti terapeutici. Essa prevede che tutti gli esercizi che dispensano medicamenti nel commercio al dettaglio debbano richiedere un'autorizzazione al Cantone. Tra questi figurano farmacie pubbliche, farmacie private di dentisti, ospedali, cliniche, case di cura, nonché drogherie. La legge elenca i presupposti per l'autorizzazione per i diversi settori. Allo stesso modo, tutti gli esercizi che fabbricano, distribuiscono o immagazzinano medicamenti vengono obbligati a gestire un sistema di garanzia della qualità.

Necessitano di un'autorizzazione cantonale anche le farmacie pubbliche, le farmacie di ospedali o le drogherie che fabbricano medicamenti. I medicamenti fabbricati secondo formula propria devono inoltre essere notificati al Cantone. In questo modo, le autorità possono controllare in modo efficace se la composizione di questi preparati è conforme allo stato della scienza e della tecnica. Ciò aumenta la sicurezza dei medicamenti e la tutela dei pazienti.

La dispensazione di agenti terapeutici da parte dei medici viene disciplinata separatamente
Il Governo non intende disciplinare la dispensazione di medicamenti da parte dei medici nella nuova legge sugli agenti terapeutici. Le disposizioni concernenti il cosiddetto diritto di dispensazione diretta dei medici vengono mantenute nella legge sull'igiene pubblica. Ciò avviene a seguito della valutazione delle prese di posizione controverse su questo tema presentate nel corso della procedura di consultazione dall'Associazione dei farmacisti dei Grigioni e dall'Ordine dei medici grigioni. Secondo il Governo, la discussione del presente disegno per una legge d'applicazione della legge sugli agenti terapeutici non deve essere appesantita da una discussione sull'opportunità di limitare il diritto di dispensazione diretta da parte dei medici e sulla configurazione di questo diritto. Questo settore andrà disciplinato separatamente. L'abrogazione della limitazione del diritto di dispensazione diretta da parte dei medici viene proposta con un progetto di consultazione per una revisione parziale della legge sull'igiene pubblica elaborato dal Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità. La relativa procedura di consultazione è stata avviata alla fine di maggio 2010.


Persona di riferimento:
Consigliera di Stato Barbara Janom Steiner, Direttrice del Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità, tel. 081 257 25 01


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel