Zum Seiteninhalt

Comunicato del Governo del 28 agosto 2014

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo grigionese ha approvato una partecipazione al nuovo programma Interreg "Italia-Svizzera" 2014-2020. Inoltre, il Governo ha fissato i contributi del Cantone per il 2015 a favore delle offerte di assistenza ai bambini complementare alla famiglia. 

I Grigioni partecipano nuovamente al programma Interreg "Italia-Svizzera"
Il Cantone dei Grigioni continua la sua partecipazione al programma Interreg "Italia-Svizzera". Il Governo ha preso atto del programma per il periodo di promozione V (2014-2020). Per la collaborazione tra la Confederazione e i Cantoni Ticino, Vallese e Grigioni è stata allestita una convenzione di programma, la cui sottoscrizione è prevista per la fine del 2014. La quota del Cantone dei Grigioni per i contributi di progetto ammonta a 1,68 milioni di franchi per i sette anni coperti dal periodo di promozione. I temi del Programma Interreg "Italia-Svizzera" 2014-2020 sono la competitività delle imprese, la valorizzazione dell'eredità culturale e naturale, la mobilità integrata e sostenibile, l'integrazione sociale e la collaborazione amministrativa.
Il Cantone ha bisogno di partenariati transfrontalieri forti. Nel Programma Interreg "Italia-Svizzera" viene attribuita un'importanza particolare ai collegamenti dai Grigioni verso l'Alto Adige e la Provincia di Sondrio e ai loro territori confinanti. 

Fissato il sostegno per le offerte di assistenza ai bambini complementare alla famiglia
Il Governo ha fissato i costi standard e la percentuale contributiva del Cantone per il 2015 per l'assistenza ai bambini complementare alla famiglia. I costi standard ammonteranno a 9,05 franchi per ora di assistenza e bambino. La percentuale contributiva per nuove offerte nei primi tre anni è del 25 per cento dei costi standard. Per tutte le altre offerte ammonta al 20 per cento. Nel 2015, ne risulta un sostegno finanziario complessivo del Cantone per l'assistenza ai bambini complementare alla famiglia pari a circa 2,7 milioni di franchi. Non sono inclusi i contributi del Cantone per ulteriori strutture diurne. 

Le barriere commerciali hanno conseguenze anche per il turismo
In Svizzera, dal 2010 vale il cosiddetto principio "Cassis de Dijon". In virtù di questo principio, determinati prodotti, legalmente immessi in commercio in uno Stato membro dell'UE o dell'SEE, possono essere immessi anche sul mercato svizzero senza condizioni supplementari. Nel settore delle derrate alimentari si applica un disciplinamento speciale secondo cui l'applicazione del principio "Cassis de Dijon" è soggetta a un'autorizzazione. Lo scorso maggio, la Commissione dell'economia e dei tributi del Consiglio nazionale ha inviato in consultazione una revisione della legge federale sugli ostacoli tecnici al commercio. Il progetto di legge rappresenta un ritorno al vecchio sistema per il settore delle derrate alimentari e, di conseguenza, l'esclusione di queste ultime dal campo d'applicazione del principio "Cassis de Dijon". In questo modo si mira a contrastare una compromissione degli elevati requisiti di qualità svizzeri nel settore delle derrate alimentari.
Il Governo grigionese riconosce i motivi per l'abolizione del principio "Cassis de Dijon" per le derrate alimentari. Nella sua presa di posizione fa tuttavia osservare che ne sarebbe colpito anche il turismo. Dal punto di vista dell'economia turistica questo passo non sarebbe positivo. Secondo il Governo è perciò importante che la Confederazione continui a impegnarsi per contrastare l'immagine della Svizzera quale "isola dei prezzi elevati". L'accento va posto in particolare sull'armonizzazione del diritto. 
 

Dai comuni e dalle regioni 
  • Castaneda: viene approvata la revisione parziale della pianificazione locale, decisa dal Comune di Castaneda il 12 maggio 2014. Con la revisione parziale vengono creati i presupposti di pianificazione territoriale per l'ampliamento dell'esistente Clinica Paracelsus al Ronch.
  • Coira: alla città di Coira viene garantito un contributo cantonale di al massimo 132 000 franchi per la realizzazione di una nuova ciclopista e strada pedonale lungo la Sommeraustrasse.
  • Laax, Falera: viene approvato lo statuto della corporazione scolastica "Consorzi da scoletta e scola primara scolaviva dallas vischnauncas da Laax e Falera".
  • Laax, Falera, Sagogn, Schluein: viene approvato lo statuto della corporazione scolastica "Consorzi da scola superiura scolaviva dallas vischnauncas da Laax, Falera, Sagogn e Schluein".
  • Sedrun: in relazione al collegamento dei comprensori sciistici Andermatt-Sedrun, l'attuale area di svago intensivo Tgombras viene a titolo di novità delimitata quale area di protezione del paesaggio. Il Governo ha approvato una relativa modifica del piano direttore cantonale.

Contributi cantonali a favore di diverse istituzioni  
  • Fondazione "Convivenza": alla fondazione "Convivenza", Disentis, vengono concessi contributi di progetto di al massimo 75 000 franchi complessivi per gli anni 2014/2015. 

Progetti stradali
- Correzione stradale Trin Mulin: viene approvato il progetto d'esposizione per la correzione della strada dell'Oberalp, tratto Trin Mulin. Nel tratto presso Trin Mulin, il tracciato e il ponte sulla Val Turnigla necessitano di un risanamento. Una importante parte del progetto è costituita dal nuovo allacciamento Las Palas con possibilità di svoltare a sinistra. In questo modo, il rischio di incidenti viene considerevolmente ridotto e il quartiere Ruegna avrà un allacciamento migliore. Il marciapiede a valle lungo la strada dell'Oberalp permetterà ai residenti un accesso sicuro alle fermate esistenti dell'autopostale.

Inoltre, il Governo ha stanziato 1,545 milioni di franchi per lavori di costruzione lungo il seguente tratto stradale:
- Strada per Schuders: opere da capomastro e lavori di pavimentazione ponti a mezza costa Stütz 1 e 2 


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel