Zum Seiteninhalt

Comunicato del Governo del 15 ottobre 2015

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo sostiene il nuovo ordinamento finanziario 2021 della Confederazione. Inoltre, vede una necessità di agire per quanto riguarda le specie animali e vegetali esotiche invasive e si dichiara favorevole al progetto di reparto di pandemia presso l'Ospedale cantonale.

Il Governo sostiene il nuovo ordinamento finanziario 2021 della Confederazione
Il Governo grigionese prende posizione in merito al decreto federale sul nuovo ordinamento finanziario 2021. Con la riforma dell'ordinamento finanziario, le finanze federali dovranno essere fondate su una base solida anche dopo il 2020. Concretamente si tratta di abolire il limite temporale dell'imposta sul valore aggiunto (IVA) e dell'imposta federale diretta (IFD). Ciò permetterebbe alla Confederazione di poter riscuotere queste due imposte in modo permanente.
Il Governo grigionese sostiene la prevista continuazione dell'ordinamento finanziario vigente senza limitazione temporale dell'imposta federale diretta e dell'imposta sul valore aggiunto. Con la rinuncia alla limitazione temporale fissata per la fine del 2020 vengono garantite a lungo termine entrambe le principali fonti d'entrata della Confederazione. Queste due imposte sono incontestate e indispensabili. Una nuova limitazione temporale va respinta. I Cantoni partecipano all'IFD con una quota del 17 per cento. Tale imposta è quindi di diretta rilevanza anche per i Cantoni.
Il Governo accoglie inoltre con favore il progetto snello presentato relativo al nuovo ordinamento finanziario. Si rinuncia a nuovi elementi. Non avrebbe senso avviare nuovi progetti di riforma a livello di politica finanziaria. Il progetto in corso relativo alla riforma III dell'imposizione delle imprese (RI imprese III) rappresenta già un grande cantiere che necessita di un ambiente possibilmente stabile. Il Governo condivide inoltre la posizione della Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali delle finanze (CDF).

Presa di posizione della Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali delle finanze

Il Governo vede una necessità di agire per quanto riguarda le specie animali e vegetali esotiche invasive
Il Governo prende posizione in merito alla strategia della Svizzera per le specie esotiche invasive e vede un'ampia necessità di agire. A differenza delle specie animali e vegetali locali, presenti allo stato naturale, le specie esotiche hanno raggiunto le nostre latitudini a seguito dell'intervento dell'uomo. Esse possono mettere in pericolo la salute e causare danni. A seguito di un intervento parlamentare, l'Ufficio federale dell'ambiente UFAM ha elaborato una strategia per la lotta contro queste specie.
Sebbene sia già stato dimostrato che grazie a una strategia cantonale è stato possibile impedire la diffusione di alcune specie nei Grigioni, la diffusione di altre specie negli ultimi anni è aumentata. Crescono inoltre i maggiori fattori d'influenza come il commercio globale, il traffico internazionale, i cambiamenti climatici e l'utilizzazione del terreno.
Il Governo grigionese accoglie con favore l'intenzione della Confederazione di obbligare anche i proprietari e i gestori di fondi a lottare in questo senso. Ciò vale anche per i servizi di manutenzione delle ferrovie, delle strade e delle acque. Il Governo è dell'opinione che esista una necessità di agire urgente per quanto concerne il coordinamento dei diversi attori, per quanto riguarda il riconoscimento precoce, nonché nell'armonizzazione delle basi giuridiche. La strategia deve inoltre fornire le basi necessarie per la messa a disposizione di risorse finanziarie e di personale. Nel caso in cui non possano essere identificati i responsabili dei danni provocati dalle specie esotiche, essa dovrà costituire la base per una ripartizione proporzionale dei costi risultanti tra Confederazione e Cantoni.
-
Lotta alla panace di Mantegazzi

Il Governo è favorevole al progetto di reparto di pandemia presso l'Ospedale cantonale
Il Governo ha approvato il progetto di reparto centrale di pandemia presso l'Ospedale cantonale dei Grigioni. Esso chiede al Gran Consiglio di concedere all'Ospedale cantonale dei Grigioni un contributo per investimenti straordinario sotto forma di credito d'impegno pari a 1,7 milioni di franchi a copertura dei costi risultanti.
Nell'ambito del progetto di risanamento, trasformazione e nuova costruzione attualmente in corso, l'Ospedale cantonale dei Grigioni prevede tra l'altro la realizzazione di un nuovo blocco ospedaliero da destinare a clinica pediatrica. Un piano di questo edificio andrà destinato a reparto di pandemia con 18 camere di isolamento. In particolare, tenendo conto del rischio di un'eventuale pandemia indicato nell'analisi dei rischi del Cantone, il Governo ritiene opportuno predisporre presso l'Ospedale cantonale un reparto di pandemia per l'intero Cantone. In condizioni normali, le camere di isolamento saranno utilizzate come normali camere della clinica pediatrica. Grazie alla posizione centralizzata presso l'Ospedale cantonale dei Grigioni, i mezzi medici necessari potranno essere impiegati in maniera congiunta ed efficiente per tutto il Cantone. In questo modo, la diffusione di una pandemia su tutto il territorio cantonale viene contrasta o nel migliore dei casi impedita sin dalla fase iniziale. Nel Cantone non sono necessari altri reparti di pandemia.

Il Governo autorizza classi per talenti nella scuola della città di Coira
Il Governo grigionese ha rilasciato l'autorizzazione per la gestione di classi per talenti a Coira. Il piano presentato dalla scuola della città prevede la gestione di una scuola del grado superiore per allievi dotati di particolare talento sportivo o musicale. Grazie a uno speciale orario settimanale, gli allievi dotati di particolari talenti hanno maggiore possibilità di allenarsi o di esercitarsi. La classe per talenti sarà introdotta in modo scaglionato su tre anni a partire dall'anno scolastico 2016/2017. Oltre alla scuola popolare di Davos, alla scuola per talenti della Surselva e alla Scoula Sportiva Champfèr, la scuola della città di Coira è la quarta scuola nel Cantone dei Grigioni a proporre una classe per talenti. Secondo la nuova legge scolastica, gli enti scolastici devono chiedere un'autorizzazione al Governo se desiderano gestire classi per allievi dotati di particolari talenti.

Il Governo approva il contributo cantonale per la nuova costruzione sostitutiva dell'IDA Brail a Zernez
Al Comune di Zernez viene garantito un contributo cantonale massimo di circa 194 000 franchi per la nuova costruzione sostitutiva dell'IDA Brail.
L'IDA Brail è stato messo in esercizio nel 1984. Da allora non sono mai stati attuati risanamenti o misure volte alla conservazione. Il nuovo progetto di costruzione prevede quindi una nuova costruzione sostitutiva. La capacità dell'IDA sarà raddoppiata e sarà creato un bacino d'acqua piovana finora mancante. I lavori di costruzione dovrebbero iniziare ancora quest'anno. La conclusione dei lavori è prevista per la fine del 2016.


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Neuer Artikel