Zum Seiteninhalt

Sviluppo rivolto al futuro per l'area dell'ex segheria di Domat/Ems

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
L'area dell'ex segheria Vial/Tuleu a Domat/Ems sarà con ogni probabilità destinata a zona industriale per imprese ad alto valore aggiunto e orientate all'esportazione. Il Cantone dei Grigioni acquisisce i diritti di superficie necessari per lo sviluppo dell'area e mette a disposizione il terreno per l'insediamento di imprese. La HAMILTON Plastics (in fase di costituzione) sarà la prima impresa a investire nella nuova area, creando 100 posti di lavoro. Rimane l'opzione di realizzare una segheria su una superficie ridotta.

Sull'area Vial/Tuleu a Domat/Ems sono stati costituiti due diritti di superficie, attualmente di proprietà della Holzindustrie Pfeifer AG, per la costruzione di una segheria. La costruzione di una segheria di dimensioni ridotte non richiede l'intera superficie del fondo. Per consentire una pianificazione generale adeguata dell'area Vial/Tuleu, il Comune ha emanato una zona di pianificazione. Con un cambiamento di destinazione si intende gettare le basi per l'insediamento di imprese orientate all'esportazione in grado di offrire posti di lavoro qualificati. A tale scopo il Cantone acquisisce i due diritti di superficie e assicura la rivitalizzazione e l'urbanizzazione complementare del fondo. È previsto che il Comune patriziale di Domat/Ems prenda le decisioni necessarie già in occasione della sua assemblea del 30 ottobre 2015. Il Comune politico di Domat/Ems deciderà in merito alla necessaria revisione parziale della pianificazione locale il 28 febbraio 2016. L'inizio dei lavori per la rivitalizzazione e l'urbanizzazione complementare dell'area è previsto nel mese di maggio 2016. I lavori verranno eseguiti a tappe, sulla base di un piano di area.

Il Governo e i comuni insieme

Finora l'intera area Vial/Tuleu era riservata esclusivamente alla costruzione di una segheria. Attualmente, per motivi economici una sua realizzazione appare poco realistica. Il Cantone, in collaborazione con il Comune di Domat/Ems e il Comune patriziale di Domat/Ems, ha perciò elaborato un progetto per lo sviluppo dell'area. Questo permette uno sfruttamento industriale e quindi la valorizzazione economicamente significativa dell'area, senza dover abbandonare l'opzione di una segheria di dimensioni nettamente minori. Dando il proprio consenso alla modifica d'utilizzazione, la Holzindustrie Pfeifer AG in veste di proprietaria dei diritti di superficie ha fornito un notevole contributo orientato al futuro. Essa è tuttora interessata a realizzare una segheria di dimensioni minori comprensiva di un reparto per l'ulteriore lavorazione del legno sulla sezione prevista a questo scopo.

Insediamenti di alto valore
Con l'insediamento della HAMILTON Plastics (in fase di costituzione) è possibile offrire un'opportunità di sviluppo a un'impresa dinamica attiva da anni nei Grigioni. Mediante questo cambiamento di destinazione, un'urbanizzazione globale e un assetto interessante, il Cantone nonché il Comune politico e il Comune patriziale di Domat/Ems intendono creare una zona industriale di alta qualità e di importanza nazionale. Utilizzazioni che consumano molto terreno e creano pochi posti di lavoro sono esplicitamente escluse. L'investimento effettuato dalla HAMILTON Plastics (in fase di costituzione) evidenzia che si tratta di un'area pregiata e può rappresentare un ulteriore stimolo per altri investitori.

Il Cantone acquisisce i diritti di superficie
Complessivamente viene destinato a zona industriale un terreno di 20 ettari. Su una superficie di otto ettari viene mantenuta l'opzione per una segheria di dimensioni minori comprensiva di un reparto per l'ulteriore lavorazione del legno. L'intera area viene acquisita in diritto di superficie, rivitalizzata e ulteriormente urbanizzata dal Cantone. Gli investimenti per l'acquisizione dei diritti di superficie ammontano a 10,8 milioni di franchi. L'attuale valore venale dell'area si attesta intorno ai 13 milioni di franchi. L'ammontare degli investimenti necessari per l'urbanizzazione e la rivitalizzazione risulta dal piano di area che sarà esposto nel Comune di Domat/Ems fino alla votazione. A seconda dell'utilizzazione, le spese previste per la valorizzazione dell'area variano tra 12 e 23 milioni di franchi.

Posti di lavoro ed entrate fiscali
Il sindaco Beatrice Baselgia e il presidente del Comune patriziale Theo Haas si dicono soddisfatti per il previsto sviluppo dell'area. La modifica d'utilizzazione consente di creare in tempi brevi 100 nuovi posti di lavoro a Domat/Ems e ulteriori vantaggi economici grazie a investimenti della HAMILTON Plastics (in fase di costituzione) per 25 milioni di franchi. Secondo gli obiettivi di sviluppo dell'area, in termini complessivi nei prossimi dieci anni è prevista la creazione di 300 posti di lavoro. Per questo periodo sono previsti un valore aggiunto lordo di 170 milioni di franchi ed entrate fiscali pari a 14 milioni di franchi. Lo sviluppo dell'intera area richiederà con tutta probabilità un periodo più lungo. La promozione di insediamenti di elevata qualità dovrà avere assoluta priorità rispetto all'utilizzazione dell'area il più possibile rapida. Dopo l'avvenuto insediamento di imprese tramite il Cantone, il Comune patriziale e il Comune politico di Domat/Ems riceveranno insieme la metà del canone del diritto di superficie, mentre in caso di eventuale vendita del fondo percepiranno la metà del ricavato. Queste entrate dovrebbero inizialmente essere inferiori al canone del diritto di superficie versato dalla Holzindustrie Pfeifer AG, tuttavia con un crescente numero di insediamenti dovrebbero superare le entrate attuali.

Segheria di dimensioni minori

L'"opzione segheria" riserva una superficie di 8 ettari a una segheria e al relativo reparto per l'ulteriore lavorazione del legno. In questo modo i Grigioni salvaguardano la possibilità di prolungare la catena di valore aggiunto legata al legno nel Cantone in caso di variazioni nell'evoluzione dei prezzi e dei cambi. In considerazione delle condizioni quadro attuali, né gli investitori, né i comuni grigionesi quali proprietari dei boschi sono disponibili a contrarre vincoli a lungo termine riguardo a fornitura e prezzo del legname. Il Cantone e la Holzindustrie Pfeifer AG tengono d'occhio l'evoluzione dell'economia forestale e del legno e sono disposti a cooperare per quanto riguarda la valorizzazione del legno come risorsa. Qualora i presupposti per un investimento dovessero cambiare, la Holzindustrie Pfeifer AG potrà avvalersi dell'esistente "opzione segheria". Quale contropartita, il Cantone avrà il diritto di destinare a un'utilizzazione industriale la superficie per il momento riservata alla segheria, qualora la rimanente area dovesse essere occupata e si facciano avanti investitori pronti a occupare tale superficie.


Persone di riferimento:

- Dr. Jon Domenic Parolini, direttore del Dipartimento dell'economia pubblica e socialità, tel. 081 257 23 01, e-mail: Jondomenic.Parolini@dvs.gr.ch
- Dr. Mario Cavigelli, direttore del Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste dei Grigioni, tel. 081 257 36 01, e-mail: Mario.Cavigelli@bvfd.gr.ch


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel