Zum Seiteninhalt

Comunicato del Governo del 19 novembre 2015

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Nella sua più recente seduta il Governo ha preso posizione in merito alla legge federale sulla cittadinanza sottoposta a revisione nonché alla modifica della legge sui PF. Inoltre, esso approva le opere di protezione in Val Parghera.

Il Governo prende posizione in merito alla modifica della legge sui PF
Il Governo grigionese prende posizione in merito alla revisione parziale della legge federale sui politecnici federali. Gli adeguamenti legislativi riguardano tra l'altro le tasse d'iscrizione e potenziali limitazioni all'ammissione. Al fine di procedere al necessario aumento delle capacità di formazione per medici in Svizzera, il PF di Zurigo sta vagliando l'introduzione di un ciclo di studio bachelor, che darebbe accesso allo studio master in medicina presso un'università cantonale. Se la Confederazione accredita un ciclo di studi di questo tipo, anche il Consiglio dei PF deve avere la possibilità di limitare l'ammissione agli studenti di questo indirizzo. La disposizione sull'ammissione impedirebbe in particolare di aggirare il numero chiuso applicato in altre università.
Il Governo grigionese accoglie con favore l'introduzione di un tale ciclo di studio bachelor in medicina a indirizzo tecnico-scientifico. Tuttavia, esso ritiene discutibile se con un tale ciclo di studi vengano formate le nuove leve per l'assistenza di base, permettendo così di raggiungere l'obiettivo principale della richiesta riguardante più posti di studio.

Il Governo prende posizione in merito alla legge federale sulla cittadinanza sottoposta a revisione
Il Governo grigionese prende posizione in merito all'ordinanza sulla cittadinanza. L'ordinanza sulla cittadinanza disciplina in particolare i criteri d'integrazione per la naturalizzazione nonché le procedure di naturalizzazione rientranti nella competenza federale. Sono inoltre adeguati gli emolumenti federali.
Il Governo grigionese è dell'opinione che l'ordinanza sia idonea a raggiungere gli obiettivi prefissati, in particolare per quanto concerne la concretizzazione dei criteri d'integrazione. Tuttavia, la nuova legislazione federale comporta la necessità di procedere a una revisione totale dell'odierna legge cantonale sulla cittadinanza. Il Governo grigionese chiede che in sede di determinazione della data di entrata in vigore della nuova legislazione federale venga tenuto conto di tale circostanza. Nel Cantone dei Grigioni il primo termine utile sarebbe a metà del 2017. Inoltre, il Governo grigionese non è d'accordo con le nuove aliquote degli emolumenti. Finora il Cantone di domicilio beneficia di un indennizzo pari a 300 franchi per ciascuna domanda relativa ad accertamenti nel quadro di naturalizzazioni agevolate, inclusa la stesura del rapporto d'indagine. Secondo quanto previsto, tale aliquota va aumentata al massimo a 350 franchi. Tuttavia, già ad oggi non è possibile coprire l'onere amministrativo delle autorità cantonali. In futuro le autorità cantonali saranno tenute a effettuare accertamenti ancora più dettagliati. Pertanto, è consigliabile aumentare tale tassa a 500 franchi.

Il Governo approva le opere di protezione in Val Parghera

Il Governo grigionese approva il progetto per la sistemazione della Val Parghera nonché la correzione della Strada italiana con alcune condizioni. Per le opere di protezione viene garantito un sussidio cantonale pari a circa 9,4 milioni di franchi.
Le colate detritiche provocate da smottamenti in Val Parghera minacciano la strada cantonale (Strada italiana H13), la strada nazionale N13 e la linea ferroviaria della Ferrovia retica nonché le aree commerciali e di insediamento adiacenti situate sui territori del Comune di Domat/Ems e della città di Coira. Il progetto in oggetto ha lo scopo di ridurre il rischio a una misura sostenibile facendo ricorso a un impiego di mezzi proporzionato.
L'elemento centrale è dato dalla realizzazione di un nuovo bacino di raccolta di materiale detritico con un volume di ritenuta tra 140 000 m3 e 170 000 m3. Tale bacino di raccolta sarà realizzato sul margine inferiore del cono di deiezione, immediatamente al di sopra degli oggetti da proteggere. Già oggi in tale luogo si trova un piccolo bacino di raccolta che tuttavia non soddisfa i requisiti tecnici futuri e deve essere sostituito con la nuova opera. In aggiunta, devono essere realizzate dighe di deviazione idonee a canalizzare la colata detritica in maniera mirata e quindi a tenerla sotto controllo.
Al fine di creare il necessario spazio per il bacino di raccolta, la Strada italiana esistente deve essere spostata verso valle di circa 40 m. Come avvenuto finora, lo scarico delle acque del bacino di raccolta viene gestito mediante un canale di scarico in direzione Reno alpino.

-

Nessuna votazione cantonale il 28 febbraio 2016
Il Governo ha preso atto del fatto che domenica 28 febbraio 2016 verranno sottoposti a votazione popolare i seguenti oggetti federali:
- iniziativa popolare "Per il matrimonio e la famiglia - No agli svantaggi per le coppie sposate"
- iniziativa popolare "Per l'attuazione dell'espulsione degli stranieri che commettono reati (Iniziativa per l'attuazione)"
- iniziativa popolare "Contro la speculazione sulle derrate alimentari!"
- modifica della legge federale concernente il transito stradale nella regione alpina (LTS) (Risanamento della galleria autostradale del San Gottardo)
Non verranno sottoposti a votazione oggetti cantonali.


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel